Alghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando, l'Olbia in ritardo

Tre squadra al comando, una era la favorita della vigilia (Alghero) e due sono matricole (Latte Dolce e Porto Corallo) che stanno sorprendendo fino ad un certo punto. Manca all'appello l'Olbia, regina designata al secondo pareggio di fila e relegata al decimo posto a testimonianza di un campionato equilibrato che vede solo il San Teodoro ancora al palo.

 

Alessandro Gambella, buono il suo esordio. Il Latte Dolce di Scotto vola con una rosa giovanissimaAlghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando - L'Alghero conferma di essere una grande del torneo perché vincere soffrendo (la piena forma sta arrivando) contro un Samassi pericolosissimo è certamente un pregio. I catalani di Antonello Calvia hanno sudato freddo in occasione del rigore che Trogu ha sparato alto ma poi hanno piazzato il gol-vincente con Andrea Peana a 2' dal termine. Non fortunato il ritorno al Mariotti di Nunzio Falco, ex bomber dei giallorossi nella stagione 2006/07, ma il suo Samassi ha già dimostrato che non farà la comparsa in Eccellenza. Porto Corallo e Latte Dolce si dimostrano matricole terribili. I sarrabesi si impongono al Manconi di Tempio grazie al gol dell'ex Giorgio Piras che nel centro gallurese ci lavora, i sassaresi regolano con autorità il Pula con un'accelerazione importante nella ripresa (gol di Satta e Usai) dopo le reti nel primo tempo del biancoblù Mura e del biancorosso Floris. Due modi diversi di stare in vetta: il Porto Corallo di Marco Cossu attraverso una campagna acquisti importante (Ibba, Ferreira, Nnamani, Piras e Sedda), il Latte Dolce di Pierluigi Scotto con la forza del prodotto locale (ha esordito anche Alessandro Gambella) e un solo acquisto (Ivan Del Rio).

 

Prime vittorie per Castiadas, Carbonia e Sanluri - Prima vittoria stagionale per il Castiadas che si impone d'autorità a Castelsardo con la forza e la tecnica dei suoi bomber Viani e Onano (rigore). I sarrabesi, sconfitti con autogol all'esordio, hanno dimostrato la bontà del proprio organico al cospetto dei giovani castellanesi un po' sottotono dopo le brillanti prove in Coppa Italia e a Pula. Primo cin-cin anche per Carbonia e Sanluri che sudano ma poi sorridono contro San Teodoro e Fertilia. I minerari di Graziano Mannu sbloccano la gara col grande gol di Concas, i viola di Pittalis rispondono con Degortes ma nella ripresa decide la gara il difensore Giordani. I mediocampidanesi di Antonio Prastaro sfoderano una grande prova al cospetto dei giuliani di Paba che vanno sotto dopo i gol di Congia e Nicola Lai, tornano in gioco con Carboni su rigore a cui risponde Fanni dal dischetto, troppo tardivo il gol nel recupero del giovani Bussu ('95).

 

Olbia in ritardo, un punto a Muravera e Calangianus - Non ingrana l'Olbia bloccato in casa dal coriaceo Taloro Gavoi. I galluresi di Massimo Mariani pagano le defezioni dell'organico: all'esordio col Fertilia mancava il bomber Siazzu, coi gavoesi non c'erano La Rosa, Masia, Soliou e Varrucciu. Eppure il gran gol del ghanese Lartey dopo 19 secondi ad inizio ripresa aveva illuso, il colpo di testa di Mele ha risistemato tutto poi il giovane portiere Fadda fa il miracolo su Siazzu a fine gara. L'altro pari di giornata è tra Muravera e Calangianus che così smuovono la classifica. Ma si morde le mani il tecnico dei sarrabesi Giampaolo Zaccheddu che, senza Toro e Piludi, è avanti di un gol (il 17enne Farci) e di un uomo (espulso Sotgia) ma con orgoglio i galluresi di Tore Mamia raddrizzano l'incontro grazie al diagonale di Castricato. Buono l'esordio del regista Cotza in gialloblù.

(24/09/2012)

Squadre correlate: Porto Corallo Latte Dolce
Giocatori correlati: Giorgio Piras Andrea Usai Alessandro Gambella
Allenatori correlati: Marco Cossu Pierluigi Scotto

News correlate

e a metà novembre arriverà il ploaghe al lixius

Il Lanusei incerottato porta a casa i tre punti, batte il La Palma, e si gode il primato. Il video servizio

22/10/2014

Il Lanusei ha subito solo due gol in trasferta. Ha capito benissimo che i campionati si vincono così, magari con gare anche non troppo spettacolari come quelle contro il La Palma. Il primo stagionale gol di Angheleddu al 20', messo in cassaforte da Floris decisivo nelle conlcusioni di Sarigu, Pirisi e, nella ripresa, di Farris, porta gli ogliastrini alla vittoria dopo due pareggi di fila.

Si gioca sabato c'è attesa per la sfida tra bomber

Muravera-Porto Corallo sarà derby-spettacolo, la prima da ex di Corona contro Nurchi

22/10/2014

I derby del Sarrabus sono sempre sentiti e spettacolari, non sfuggirà a questi ingredienti nemmeno Muravera-Porto Corallo, il primo derby stagionale per la società di Giampaolo Aresu, visto che in Coppa Italia il doppio incontro è stato col Tortolì, mentre per il club di Franco Massessi si tratta del secondo in campionato, e ancora in trasferta, avendo già incontrato il Castiadas.&nbs

Dietro vincono Muravera, Castiadas e Latte Dolce

Il Ploaghe rallenta e Angheleddu manda nuovamente in vetta solitaria il Lanusei

20/10/2014

Il Porto Torres ferma il Ploaghe sul pari, il Lanusei strappa con le unghie un'importante vittoria a Cagliari contro il La Palma e gli ogliastrini tornano in vetta solitaria ma dietro corrono tutti perché Muravera, Castiadas, Latte Dolce, Castelsardo, Porto Corallo e San Teodoro vincono tutte e iniziano a dilatare una classifica divisa a metà con le ultime dieci, dal La Palma in giù, a giocarsi

Il tecnico: «Col La Palma è dura però ho fiducia»

Il Lanusei rallenta, Loi: «Imbattuti e in semifinale di Coppa ma ora troppe assenze, tra un mese di nuovo al top»

18/10/2014

Due pareggi e una sconfitta, seppur indolore in Coppa Italia, sembrano il segnale di un appannamento del Lanusei appena agganciato in vetta al campionato di Eccellenza dal Ploaghe.

Chiuso il II° turno, L.Dolce eliminato a sorpresa

La Coppa Italia se la giocano Castiadas, Lanusei, San Teodoro e Castelsardo

16/10/2014

Tre vittorie e un pareggio nelle gare di ritorno del secondo turno di Coppa Italia di Eccellenza che ha emesso i verdetti defintivi dando i nomi delle quattro semifinaliste: Castiadas, Lanusei, San Teodoro e Castelsardo, che ha prevalso per differenza reti rispetto al Fertilia nell'unico triangolare in programma.