Alghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando, l'Olbia in ritardo

24/09/2012

Tre squadra al comando, una era la favorita della vigilia (Alghero) e due sono matricole (Latte Dolce e Porto Corallo) che stanno sorprendendo fino ad un certo punto. Manca all'appello l'Olbia, regina designata al secondo pareggio di fila e relegata al decimo posto a testimonianza di un campionato equilibrato che vede solo il San Teodoro ancora al palo.

 

Alessandro Gambella, buono il suo esordio. Il Latte Dolce di Scotto vola con una rosa giovanissimaAlghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando - L'Alghero conferma di essere una grande del torneo perché vincere soffrendo (la piena forma sta arrivando) contro un Samassi pericolosissimo è certamente un pregio. I catalani di Antonello Calvia hanno sudato freddo in occasione del rigore che Trogu ha sparato alto ma poi hanno piazzato il gol-vincente con Andrea Peana a 2' dal termine. Non fortunato il ritorno al Mariotti di Nunzio Falco, ex bomber dei giallorossi nella stagione 2006/07, ma il suo Samassi ha già dimostrato che non farà la comparsa in Eccellenza. Porto Corallo e Latte Dolce si dimostrano matricole terribili. I sarrabesi si impongono al Manconi di Tempio grazie al gol dell'ex Giorgio Piras che nel centro gallurese ci lavora, i sassaresi regolano con autorità il Pula con un'accelerazione importante nella ripresa (gol di Satta e Usai) dopo le reti nel primo tempo del biancoblù Mura e del biancorosso Floris. Due modi diversi di stare in vetta: il Porto Corallo di Marco Cossu attraverso una campagna acquisti importante (Ibba, Ferreira, Nnamani, Piras e Sedda), il Latte Dolce di Pierluigi Scotto con la forza del prodotto locale (ha esordito anche Alessandro Gambella) e un solo acquisto (Ivan Del Rio).

 

Prime vittorie per Castiadas, Carbonia e Sanluri - Prima vittoria stagionale per il Castiadas che si impone d'autorità a Castelsardo con la forza e la tecnica dei suoi bomber Viani e Onano (rigore). I sarrabesi, sconfitti con autogol all'esordio, hanno dimostrato la bontà del proprio organico al cospetto dei giovani castellanesi un po' sottotono dopo le brillanti prove in Coppa Italia e a Pula. Primo cin-cin anche per Carbonia e Sanluri che sudano ma poi sorridono contro San Teodoro e Fertilia. I minerari di Graziano Mannu sbloccano la gara col grande gol di Concas, i viola di Pittalis rispondono con Degortes ma nella ripresa decide la gara il difensore Giordani. I mediocampidanesi di Antonio Prastaro sfoderano una grande prova al cospetto dei giuliani di Paba che vanno sotto dopo i gol di Congia e Nicola Lai, tornano in gioco con Carboni su rigore a cui risponde Fanni dal dischetto, troppo tardivo il gol nel recupero del giovani Bussu ('95).

 

Olbia in ritardo, un punto a Muravera e Calangianus - Non ingrana l'Olbia bloccato in casa dal coriaceo Taloro Gavoi. I galluresi di Massimo Mariani pagano le defezioni dell'organico: all'esordio col Fertilia mancava il bomber Siazzu, coi gavoesi non c'erano La Rosa, Masia, Soliou e Varrucciu. Eppure il gran gol del ghanese Lartey dopo 19 secondi ad inizio ripresa aveva illuso, il colpo di testa di Mele ha risistemato tutto poi il giovane portiere Fadda fa il miracolo su Siazzu a fine gara. L'altro pari di giornata è tra Muravera e Calangianus che così smuovono la classifica. Ma si morde le mani il tecnico dei sarrabesi Giampaolo Zaccheddu che, senza Toro e Piludi, è avanti di un gol (il 17enne Farci) e di un uomo (espulso Sotgia) ma con orgoglio i galluresi di Tore Mamia raddrizzano l'incontro grazie al diagonale di Castricato. Buono l'esordio del regista Cotza in gialloblù.

Squadre correlate: Porto Corallo Latte Dolce
Giocatori correlati: Giorgio Piras Andrea Usai Alessandro Gambella
Allenatori correlati: Marco Cossu Pierluigi Scotto

News correlate

Clamorosa decisione del club gavoese

Il Taloro rischia di sparire, dimissioni in blocco del consiglio direttivo: «Bilancio sano ma siamo rimasti in pochi per andare avanti, l'amministrazione comunale trovi una soluzione»

25/06/2016

Si dice che il 17 porta male ma al Taloro potrebbe portare alla sparizione del club.

Confermati i perni da traino ai tanti giovani

La Ferrini di Giordano cambierà poco, ora cerca il colpo in difesa, contattato Pierluigi Porcu

25/06/2016

Non sarà un mercato facile per la Ferrini ma il club cagliaritano non ha nemmeno quell'urgenza di chiudere le trattative immediatamente perché la base su cui ripartire è bella solida e il settore giovanile - che assorbe l'80% delle risorse societarie - continua a produrre ottimi giocatori che faranno parte in modo massiccio della rosa della prima squadra affidata anche per ques

Allargamento societario e campo le priorità

Il Tortolì si avvicina sempre più a Francesco Loi, ad inizio luglio potrebbe arrivare l'accordo definitivo e poi esploderà il mercato dei rossoblù

23/06/2016

Ogni giorno che passa il Tortolì si avvicina a Francesco Loi oppure si potrebbe anche dire che il tecnico di Loceri si avvicina al club ogliastrino. Il matrimonio sa da fare, probabilmente con l'inizio di luglio e questo perché i nodi fondamentali affinché si porti a termine l'unione cominciano ad allargarsi.

Se va via Bodano per la regia si pensa ad Atzori

Il La Palma cerca rinforzi in ogni reparto: nel mirino gli ex Monastir Porcu, Meloni e Caddeo

23/06/2016

Il La Palma pianifica la prossima stagione di Eccellenza nella quale inseguirà la quarta salvezza di fila. Il tecnico Bebo Antinori è straconfermato, nella tradizione quasi decennale coi colori biancocelesti.

Col nuovo mister arriverà qualche ex Ghilarza

Castiadas-Mannu è fatta, l'ufficialità del tecnico ci sarà la prossima settimana poi l'accelerata per la squadra: si punta ai ritorni eccellenti di Mesina, Usai e Sarritzu

23/06/2016

Il Castiadas finirà nelle mani di Graziano Mannu. All'inizio della prossima settimana è prevista l'ufficialità della nomina del tecnico di Carbonia alla guida dei sarrabesi dopo i positivi incontri degli ultimi giorni.

Mister Cirinà col suo staff venerdì sera in Comune

L'Atletico Uri riparte dallo zoccolo duro, confermata la spina dorsale dei giallorossi e col trio Tedde-Puddu-Borrotzu è sempre attacco-bomba

22/06/2016

In genere la squadra che vince non si tocca e la squadra che, invece, ha sfiorato la vittoria può subire cambiamenti. Ma non è il caso dell'Atletico Uri che ha sì fatto un cambiamento importante in panchina chiamando Ivan Cirinà al posto di Giovanni Muroni ma sta tenendo l'ossatura della squadra arrivata fino alla finale playoff poi persa con il San Teodoro.

Il portiere: «Tre anni meravigliosi vado a Thiesi»

Taloro, l'addio malinconico di Zani: «Mi dispiace per Gavoi ma non potrei mantenere gli impegni, dirigenti e tifosi unici. Calcio in crisi non solo per mancanza di soldi ma anche di progetti e persone»

21/06/2016

Tre anni belli, intensi e indimenticabili. Tre campionati diversi l'uno dall'altro ma ognuno da conservare gelosamente nella mente di Pippo Zani, intramontabile portiere cresciuto nell'Atalanta (1 presenza in serie A grazie a Mondonico) che ha deciso di lasciare il Taloro e un pezzetto di cuore a Gavoi.