Alghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando, l'Olbia in ritardo

24/09/2012

Tre squadra al comando, una era la favorita della vigilia (Alghero) e due sono matricole (Latte Dolce e Porto Corallo) che stanno sorprendendo fino ad un certo punto. Manca all'appello l'Olbia, regina designata al secondo pareggio di fila e relegata al decimo posto a testimonianza di un campionato equilibrato che vede solo il San Teodoro ancora al palo.

 

Alessandro Gambella, buono il suo esordio. Il Latte Dolce di Scotto vola con una rosa giovanissimaAlghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando - L'Alghero conferma di essere una grande del torneo perché vincere soffrendo (la piena forma sta arrivando) contro un Samassi pericolosissimo è certamente un pregio. I catalani di Antonello Calvia hanno sudato freddo in occasione del rigore che Trogu ha sparato alto ma poi hanno piazzato il gol-vincente con Andrea Peana a 2' dal termine. Non fortunato il ritorno al Mariotti di Nunzio Falco, ex bomber dei giallorossi nella stagione 2006/07, ma il suo Samassi ha già dimostrato che non farà la comparsa in Eccellenza. Porto Corallo e Latte Dolce si dimostrano matricole terribili. I sarrabesi si impongono al Manconi di Tempio grazie al gol dell'ex Giorgio Piras che nel centro gallurese ci lavora, i sassaresi regolano con autorità il Pula con un'accelerazione importante nella ripresa (gol di Satta e Usai) dopo le reti nel primo tempo del biancoblù Mura e del biancorosso Floris. Due modi diversi di stare in vetta: il Porto Corallo di Marco Cossu attraverso una campagna acquisti importante (Ibba, Ferreira, Nnamani, Piras e Sedda), il Latte Dolce di Pierluigi Scotto con la forza del prodotto locale (ha esordito anche Alessandro Gambella) e un solo acquisto (Ivan Del Rio).

 

Prime vittorie per Castiadas, Carbonia e Sanluri - Prima vittoria stagionale per il Castiadas che si impone d'autorità a Castelsardo con la forza e la tecnica dei suoi bomber Viani e Onano (rigore). I sarrabesi, sconfitti con autogol all'esordio, hanno dimostrato la bontà del proprio organico al cospetto dei giovani castellanesi un po' sottotono dopo le brillanti prove in Coppa Italia e a Pula. Primo cin-cin anche per Carbonia e Sanluri che sudano ma poi sorridono contro San Teodoro e Fertilia. I minerari di Graziano Mannu sbloccano la gara col grande gol di Concas, i viola di Pittalis rispondono con Degortes ma nella ripresa decide la gara il difensore Giordani. I mediocampidanesi di Antonio Prastaro sfoderano una grande prova al cospetto dei giuliani di Paba che vanno sotto dopo i gol di Congia e Nicola Lai, tornano in gioco con Carboni su rigore a cui risponde Fanni dal dischetto, troppo tardivo il gol nel recupero del giovani Bussu ('95).

 

Olbia in ritardo, un punto a Muravera e Calangianus - Non ingrana l'Olbia bloccato in casa dal coriaceo Taloro Gavoi. I galluresi di Massimo Mariani pagano le defezioni dell'organico: all'esordio col Fertilia mancava il bomber Siazzu, coi gavoesi non c'erano La Rosa, Masia, Soliou e Varrucciu. Eppure il gran gol del ghanese Lartey dopo 19 secondi ad inizio ripresa aveva illuso, il colpo di testa di Mele ha risistemato tutto poi il giovane portiere Fadda fa il miracolo su Siazzu a fine gara. L'altro pari di giornata è tra Muravera e Calangianus che così smuovono la classifica. Ma si morde le mani il tecnico dei sarrabesi Giampaolo Zaccheddu che, senza Toro e Piludi, è avanti di un gol (il 17enne Farci) e di un uomo (espulso Sotgia) ma con orgoglio i galluresi di Tore Mamia raddrizzano l'incontro grazie al diagonale di Castricato. Buono l'esordio del regista Cotza in gialloblù.

Squadre correlate: Porto Corallo Latte Dolce
Giocatori correlati: Giorgio Piras Andrea Usai Alessandro Gambella
Allenatori correlati: Marco Cossu Pierluigi Scotto

News correlate

La squadra è penultima dopo il ko con l'Atl Uri

Selargius, scossone in panchina: via Pier Paolo Piras. Per il sostituto Giampaolo Zaccheddu dice no, il club va in pressing su Paolo Busanca

9/02/2016

La terza sconfitta nelle ultime quattro partite costa a Pier Paolo Piras la panchina del Selargius.

Kosmoto grande ma non basta, vince la capolista

Colpo di coda del Latte Dolce, il Monastir sogna l'impresa ma si sveglia battuto dalla punizione di Delrio al '93

8/02/2016

Minuto 93, punizione dal limite per il Latte Dolce. Si incarica della battuta Ivan Delrio, breve rincorsa, destro a giro, palla sul palo coperto dalla barriera, Matteo Zanda parte in ritardo, si tuffa, la tocca ma non evita la rete che condanna il Monastir ad una sconfitta che non meritava.

Ghilarza e Castelsardo arrestano la striscia di ko

Il Latte Dolce risponde alle facili vittorie di Atletico Uri e San Teodoro, il Tergu batte e aggancia la Ferrini, scatto-salvezza del Taloro

8/02/2016

Batte l'Atletico Uri e rispondono Latte Dolce e San Teodoro. La vittoria nell'anticipo contro il Selarigus della matricola giallorossa è seguita dai successi della capolista sassarese e dell'altra vice del campionato sebbene la prima con molta più fatica della seconda.

Il vice del tecnico Piras analizza il 21° turno

Il Selargius non parte battuto con l'Atletico Uri, Mancosu: «Conosciamo la forza della vice-capolista, ma se siamo in giornata possiamo mettere in difficoltà tutti»

5/02/2016

Un prologo importante, un testa-coda che nessuna delle due squadre può permettersi di perdere. Atletico Uri-Selargius aprirà la 21esima giornata nell'anticipo di domani a Usini, la vice-capolista reduce dalla vittoria di misura sul campo del La Palma vuole sfruttare il turno casalingo e la qualità del suo organico per continuare la rincorsa al primo posto, f

«La squadra va alla grande, zitta per scaramanzia»

Il Latte Dolce in silenzio verso la serie D, il ds Fantoni: «Nessuno pronuncia la parolina magica, ci aspettano 10 finali e sarà durissima»

5/02/2016

Più continua a mietere successi e più sta zitto.

L'argentino: «I playoff? Ancora non siamo salvi»

Calangianus, per Viani un nuovo ruolo e vecchie abitudini: «In mezzo al campo mi diverto, segnare mi manca ma è bello mettermi a disposizione dei compagni»

4/02/2016

Da bomber a regista ma sempre al servizio del Calangianus. Da tre partite Christian Viani ha decisamente arretrato il suo raggio d'azione, ha scalato di un reparto accettando con entusiasmo la nuova collocazione tattica voluta dal tecnico Alessandro Sassu.

Il 19enne portiere titolare della vice-capolista

Atletico Uri, Walter Frau sugli scudi anche contro il La Palma: «Fare bene è un mio dovere. In porta si preferisce l'esperto e io ringrazio mister Muroni per la fiducia»

3/02/2016

Ha 19 anni, da due è titolare dell'Atletico Uri in un ruolo molto delicato. Walter Frau difende la porta della vice-capolista dell'Eccellenza dopo aver vinto il campionato di Promozione ed è stato grande protagonista del successo di domenica dei giallorossi sul campo del La Palma.