Alghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando, l'Olbia in ritardo

24/09/2012

Tre squadra al comando, una era la favorita della vigilia (Alghero) e due sono matricole (Latte Dolce e Porto Corallo) che stanno sorprendendo fino ad un certo punto. Manca all'appello l'Olbia, regina designata al secondo pareggio di fila e relegata al decimo posto a testimonianza di un campionato equilibrato che vede solo il San Teodoro ancora al palo.

 

Alessandro Gambella, buono il suo esordio. Il Latte Dolce di Scotto vola con una rosa giovanissimaAlghero, Porto Corallo e Latte Dolce al comando - L'Alghero conferma di essere una grande del torneo perché vincere soffrendo (la piena forma sta arrivando) contro un Samassi pericolosissimo è certamente un pregio. I catalani di Antonello Calvia hanno sudato freddo in occasione del rigore che Trogu ha sparato alto ma poi hanno piazzato il gol-vincente con Andrea Peana a 2' dal termine. Non fortunato il ritorno al Mariotti di Nunzio Falco, ex bomber dei giallorossi nella stagione 2006/07, ma il suo Samassi ha già dimostrato che non farà la comparsa in Eccellenza. Porto Corallo e Latte Dolce si dimostrano matricole terribili. I sarrabesi si impongono al Manconi di Tempio grazie al gol dell'ex Giorgio Piras che nel centro gallurese ci lavora, i sassaresi regolano con autorità il Pula con un'accelerazione importante nella ripresa (gol di Satta e Usai) dopo le reti nel primo tempo del biancoblù Mura e del biancorosso Floris. Due modi diversi di stare in vetta: il Porto Corallo di Marco Cossu attraverso una campagna acquisti importante (Ibba, Ferreira, Nnamani, Piras e Sedda), il Latte Dolce di Pierluigi Scotto con la forza del prodotto locale (ha esordito anche Alessandro Gambella) e un solo acquisto (Ivan Del Rio).

 

Prime vittorie per Castiadas, Carbonia e Sanluri - Prima vittoria stagionale per il Castiadas che si impone d'autorità a Castelsardo con la forza e la tecnica dei suoi bomber Viani e Onano (rigore). I sarrabesi, sconfitti con autogol all'esordio, hanno dimostrato la bontà del proprio organico al cospetto dei giovani castellanesi un po' sottotono dopo le brillanti prove in Coppa Italia e a Pula. Primo cin-cin anche per Carbonia e Sanluri che sudano ma poi sorridono contro San Teodoro e Fertilia. I minerari di Graziano Mannu sbloccano la gara col grande gol di Concas, i viola di Pittalis rispondono con Degortes ma nella ripresa decide la gara il difensore Giordani. I mediocampidanesi di Antonio Prastaro sfoderano una grande prova al cospetto dei giuliani di Paba che vanno sotto dopo i gol di Congia e Nicola Lai, tornano in gioco con Carboni su rigore a cui risponde Fanni dal dischetto, troppo tardivo il gol nel recupero del giovani Bussu ('95).

 

Olbia in ritardo, un punto a Muravera e Calangianus - Non ingrana l'Olbia bloccato in casa dal coriaceo Taloro Gavoi. I galluresi di Massimo Mariani pagano le defezioni dell'organico: all'esordio col Fertilia mancava il bomber Siazzu, coi gavoesi non c'erano La Rosa, Masia, Soliou e Varrucciu. Eppure il gran gol del ghanese Lartey dopo 19 secondi ad inizio ripresa aveva illuso, il colpo di testa di Mele ha risistemato tutto poi il giovane portiere Fadda fa il miracolo su Siazzu a fine gara. L'altro pari di giornata è tra Muravera e Calangianus che così smuovono la classifica. Ma si morde le mani il tecnico dei sarrabesi Giampaolo Zaccheddu che, senza Toro e Piludi, è avanti di un gol (il 17enne Farci) e di un uomo (espulso Sotgia) ma con orgoglio i galluresi di Tore Mamia raddrizzano l'incontro grazie al diagonale di Castricato. Buono l'esordio del regista Cotza in gialloblù.

Squadre correlate: Porto Corallo Latte Dolce
Giocatori correlati: Giorgio Piras Andrea Usai Alessandro Gambella
Allenatori correlati: Marco Cossu Pierluigi Scotto

News correlate

Le videointerviste dopo il 3-2 al Selargius

Tonara tutto cuore per restare in Eccellenza, capitan Sau: «Quante pressioni ma giustizia è fatta». Ferreli: «Abbiamo tirato fuori gli attributi». Il portiere Tore: «Un'emozione bellissima»

5/05/2016

Una stagione soffertissima e una chiusura bellissima. Il Tonara batte il Selargius 3-2, rimontando due volte i campidanesi e festeggia così la salvezza in Eccellenza. I barbaricini hanno avuto tante occasioni per non arrivare a mettere in discussione la categoria in uno spareggio ma nella sfida decisiva con forza e caparbietà è riuscita a tagliare il traguardo.

Le videointerviste dopo il 3-2 al Selargius

Il Tonara mantiene la categoria, il tecnico Succu: «Esperienza indimenticabile». Atzori e Sanna: «Salvezza sofferta ma meritata». Cocco: «Ci tenevo a lasciare un bel ricordo»

5/05/2016

Il Tonara festeggia la salvezza in Eccellenza condannando il Selargius nella discesa in Promozione.

Il club di Mela e Satta soddisfatto della stagione

Tergu, positiva la prima esperienza in Eccellenza: «Playoff sfumati ma ottimo quarto posto, grande l'apporto dato dai giovani, un plauso a mister Boncore e al team manager Tuveri»

5/05/2016

Quarto posto ma niente playoff, sfuggiti a due giornate dal termine nel pareggio col Calangianus.

Gara avvincente, il bomber segna al 95' il 3-2

Il playout sorride al Tonara, Calaresu salva i barbaricini e spinge il Selargius in Promozione

1/05/2016

Il Tonara festeggia la salvezza in Eccellenza, il Selargius versa lacrime amare per la discesa in Promozione.

Le videointerviste al portiere, punta e fuoriquota

Il San Teodoro sogna la serie D, Corsi: «L'ho conquistata col Budoni, ora ci ritento in viola». Ibba: «Mancherebbero 4 gare perché non provarci?». Cocco: «Stagione perfetta»

30/04/2016

Il San Teodoro si regala il sogno della serie D. Battendo 2-1 l'Atletico Uri nella finale playoff regionale, i galluresi approdano agli spareggi nazionali per l'accesso in quarta serie. Un traguardo mai raggiunto dal club viola che, in precedenza, aveva perso due finalissime contro Selargius e Castiadas.

Le videointerviste ai 2 giocatori e mister Muroni

L'Atletico Uri rinvia l'assalto alla serie D, Silvetti e Borrotzu: «Peccato aver perso la finale col San Teodoro ma abbiamo fatto una grandissima stagione e ripartiremo più carichi che mai»

30/04/2016

L'Atletico Uri si è seduto sul tavolo delle grandi dell'Eccellenza e l'ha abbondonato giocando molte delle carte che aveva a disposizione, ma non tutte, perché nella finale playoff persa 2-1 contro il San Teodoro l'ha dovuta affrontare giocando con l'uomo in meno per 50'.

Chi in Promozione dopo P.Corallo e Castelsardo?

Tonara-Selargius, una è di troppo: il playout decreterà la terza retrocessione, i barbaricini col tifo del "Su Nuratze" e premiati anche col pareggio nei 120'

29/04/2016

È l'ultimo verdetto che l'Eccellenza deve ancora emettere.