Salta al contenuto principale
Federico Usai, difensore, Muravera
«Con l'Arzachena è andata male, ci rifaremo con la Torres»

Muravera, ora c'è anche Usai: «Vogliamo salvarci a tutti i costi, i punti negli scontri diretti»

L'ultima presenza risaliva a due mesi fa, a Foligno quando sostituì Dessena a 10' dal termine. Domenica contro l'Arzachena il Muravera ha ritrovato Federico Usai, esterno mancino classe 1994 che ha risolto il problema agli adduttori con una operazione e conta di dare il suo contributo nel girone di ritorno. Contro gli smeraldini ha giocato gli ultimi 35' della ripresa e ha dato il massimo insieme con i compagni per rientrare in gara dopo essere andati sul riposo sotto di due gol. 

«È andata male - dice l'esterno reduce dalla sfortunata esperienza a Malta col Floriana di Oliveira - siamo partiti male al primo tempo, nel secondo ce la siamo giocata alla grande purtroppo non siamo riusciti a concretizzare le occasioni che abbiamo avuto». Il Muravera ha anche patito il peso di una giornata triste con il paese che stava dando l'ultimo saluto a Chiara, la figlia di Andrea Piccarreta ex giocatore dei gialloblù e tecnico di Porto Corallo e Castiadas. «Quando succedono queste disgrazie - evidenzia Usai - non è nemmeno facile giocare, sicuramente non c'è stata la testa per fare la prestazione e di più non potevano fare perché molto giocatori conoscevano molto bene Chiara».

Il Muravera proverà a cancellare il ko domenica prossima: «Ci rifaremo sicuramente con la Torres, vogliamo salvarci a tutti i costi, se lo meritano tutti il presidente in primis perché ha dimostrato di essere una grande persona. Dobbiamo dare il massimo in questo periodo e fare più punti possibili nelle prossime gare quando saremo impegnati negli scontri diretti».

 

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
1 Ritorno
Girone G

Archivio articoli in evidenza