Salta al contenuto principale
Alessandro Piras, centrocampista, Atletico Uri
I giallorossi fanno fruttare il 3-3 fuori casa dell'andata

Coppa Italia ottavi: all'Atletico Uri basta un pari senza reti per passare, Stintino fuori senza perdere

Passa l'Atletico Uri senza vincere e viene eliminato lo Stintino senza perdere. I due pareggi degli ottavi di finale della Coppa Italia di Eccellenza premia i giallorossi di Peppone Salaris che fanno fruttare i tre gol segnati in trasferta chiudendo sullo 0-0 la gara di ritorno. Malgrado il campo scivoloso, causa pioggia che a sua volta ha reso difficoltoso e non poco il controllo della palla, le due squadre si sono battute con grande agonismo, con occasioni da entrambe le parti, divertendo e non poco la folta cornice di pubblico presente al Peppino Sau di Usini. All'Atletico Uri bastava non perdere o col pareggio fino al 2-2 mentre allo Stintino serviva la vittoria o il pareggio segnando almeno quattro reti e la squadra di Udassi non ha mollato un centimetro e nel finale ha sfiorato il colpaccio con Serra. Nell'arco dei 180' ai biancocelesti resta il rammarico di non aver sfruttato sia la doppia superiorità numerica negli ultimi venti minuti nella gara di andata, sia l'espulsione comminata a Matteo Tedde negli ultimi dieci minuti nella gara di ritorno.

 

Formazioni. Peppone Salaris, squalificato, guida i suoi dalla tribuna e privo degli squalificati Piras e Luca Tedde, prova a sfruttare le qualità tecnico-tattiche di Puddu e del capitano urese doc Giovanni Cuccu, schierando un 4-3-3 che ha visto Sotgia in porta, Pireddu, Roberto Sini, Michele Sechi e Fadda in difesa, Nicola Sanna, Mereu e Mura a centrocampo, Puddu, Cuccu e Matteo Tedde in attacco. Udassi punta sulla fisicità e la potenza di Doukar, articolando un 4-3-3 che vede Secchi tra i pali, Sias, Tuccio, Gabriele Fois e Stefano Sini in difesa, Gianni, Mulas e Gadau a centrocampo, Cherchi, Doukar e Marco Carboni in attacco.

 

Primo tempo. L'Atletico Uri si getta subito in avanti e al 7' il tiro di Cuccu è deviato in rete da Mura, ma l'arbitro, su segnalazione dell'assistente annulla. Lo Stintino non sta a guardare e al 12' Mulas risponde presente con un tiro-cross bloccato senza patemi da Sotgia. L'Atletico Uri si affida alle giocate di Mereu la cui apertura al 16' trova libero Fabio Mura che si libera di Sias ed effettua un passaggio per l'accorrente Matteo Tedde il cui tentativo in acrobazia si perde sul fondo. Gli ospiti tentano di affacciarsi in area di rigore giallorossa affidandosi ai tiri piazzati di Cherchi, ma Michele Sechi fa buona guardia e mette in corner. Dal successivo tiro dalla bandierina, Mulas raccoglie palla dal limite e spaventa Sotgia con un
destro che termina fuori non di molto. I padroni di casa giocano bene in velocità, con un possesso palla prolungato e triangolazioni veloci, mancando però l'ultimo passaggio, quello decisivo per andare a rete. Al 21' assolo di Fabio Mura che entra in area e dal fondo effettua un cross basso dove Cuccu fa il velo per la conclusione decisa di Puddu ma Antonio Sechi, d'istinto, respinge da campione e manda in angolo. Dal successivo tiro dalla bandierina è ancora l'estremo difensore ospite a mettersi in evidenza, dicendo di no a Cuccu. Lo Stintino, dal canto suo, è sempre insidioso, pronto a ribattere colpo su colpo. Al 26' Tuccio apre per Gianni che all'interno dell'area di rigore urese mette a centro area un invitante pallone ma né
Doukar , né Stefano Sini, trovano il tocco vincente. Al 29' azione corale guidata da Mulas e Gianni porta alla conclusione Marco Carboni che all'altezza dei quindici metri, calcia abbondantemente alto sopra la traversa. Poco dopo, Doukar prova a girare in rete una punizione di Cherchi, ma senza riuscirvi. Ci prova anche Gianni da distanza siderale, ma il suo missile a lunga gittata sfiora il palo della porta difesa da Sotgia. In chiusura di tempo è l'Atletico Uri ad andare vicino al vantaggio: Cuccu si trova a tu per tu con Secchi e ad avere la meglio è l'estremo difensore ospite che respinge il tiro con un'uscita davvero tempestiva.

 

Secondo tempo. Nella ripresa il copione non cambia. Gara giocata a ritmi alti: lo Stintino va alla caccia del gol-qualificazione mentre l'Atletico Uri cerca il sigillo per chiudere definitivamente il discorso. Al 10' Tuccio cerca la soluzione dalla lunga distanza, Sotgia blocca senza problemi. Al 15' occasionissima per l'Atletico Uri : Cuccu mette in mezzo un interessantissimo pallone a centro area, ma sottoporta né Puddu, né Mura trovano la stoccata finale. Poco dopo i padroni di casa provano la zampata vincente sull'asse Cherchi-Mereu ma senza successo. Intanto, tra le fila biancocelesti, Udassi decide di effettuare tre cambi contemporaneamente: Viale, Pilo e Serra prendono il posto rispettivamente di Sias, Tuccio e Gadau. Al 18' Atletico Uri in attacco: cross di Mura per Matteo Tedde che prova l'incornata di testa, mandando la sfera alta sopra la traversa. Lo Stintino prova a rispondere con rapidi scambi di gioco che però non danno i suoi frutti. Al 24' l'Atletico Uri sfodera un rapido contropiede guidato da Mura e Matteo Tedde che permette a Cuccu di effettuare un destro a giro dal vertice dell'area indirizzato nel sette della porta, Antonio Sechi esalta le sue qualità e con un balzo felino devia in angolo. Al 29' ancora Antonio Sechi si rende protagonista: l'estremo difensore ospite è attento sulla conclusione di Lupinu, subentrato da qualche minuto a Cuccu. Sul lato opposto del campo, Gianni effettua un bel cross dal settore di destra per Doukar che con un colpo di testa da posizione ottimale non trova la porta. Poco dopo Matteo Tedde, già ammonito, si lamenta per un corner non concesso e il signor Satta estrae un secondo giallo all'indirizzo del numero undici giallorosso mandandolo anzitempo negli spogliatoi. I padroni di casa restano così in dieci uomini. L'inferiorità numerica costringe al tecnico giallorosso di abbottonarsi ed ecco che Luiu prende il posto di Puddu. Finale palpitante di partita, con l' Atletico Uri che soffre l'uomo in meno e pochi minuti dopo l'espulsione di Matteo Tedde, rischia grosso quando Doukar da due passi alza troppo la mira con un colpo di testa. Al 38' ci prova Cherchi che batte una punizione da una delle sue mattonelle preferite, non trovando però il varco giusto. I giallorossi provano allora ad alleggerire la pressione biancoceleste affidandosi all'esperienza di Mereu; il numero quattro locale scocca da posizione interessante, il tiro che potrebbe significare qualificazione, ma il suo piatto destro finisce alle stelle. Nei minuti di recupero lo Stintino va a un passo dal gol qualificazione: su cross di Cherchi, Pilo, in area di rigore, anticipa il diretto marcatore e batte di destro all'angolino basso trovando pronto Sotgia che con un riflesso straordinario respinge da campione, l'azione prosegue e la palla giunge tra i piedi di Serra che manca il più classico dei tap – in vincenti, colpendo lo spigolo alto della traversa. Nell'ultimo disperato
assalto finale prodotto dai biancocelesti, anche Antonio Sechi lascia incostudita la propria porta, trasformandosi da attaccante sulle palle da fermo, ma il bunker urese regge e il triplice fischio di Satta è accolto come un ovazione dal nutrito numero di sostenitori giallorossi che, insieme ai propri beniamini, possono cosi festeggiare il passaggio del turno. Ai quarti di finale, l'Atletico Uri se la vedrà con il Ghilarza, che a sua volta, ha eliminato il Guspini Terralba ribaltando lo svantaggio dell'andata. Amarezza e delusione in casa Stintino sia per le occasioni sprecate e sia per aver subito qualche gol di troppo nella partita di andata giocata tra le mura amiche. Ma i 180' hanno dato comunque indicazioni più che positive agli uomini di Udassi, che pur essendo una matricola, hanno tutte le carte in regola di giocarsela ad armi pari con le altre avversarie del campionato di eccellenza. Andrea Benenati

 

ATLETICO URI: Sotgia, Pireddu, Michele Sechi, Mereu, Roberto Sini, Fadda, Mura (45' st Dalerci), Nicola Sanna, Cuccu (21' st Lupinu), Puddu (34' st Luiu), Matteo Tedde. A disp. Cabeccia, Casula, Puledda, Palitta. All. Giuseppe Salaris.

STINTINO: Antonio Secchi, Sias (6' st Viale), Tuccio (34' st Pilo), Gadau (6' st Serra), Gabriele Fois, Stefano Sini, Mulas, Gianni, Doukar, Cherchi, Marco Carboni (6' st Delrio). A disposizione: Falchi, Manunta, Desole. All. Stefano Udassi.

ARBITRO: Gianluca Satta della sezione di Ozieri.

NOTE: Espulso al 31' st Matteo Tedde per proteste. Ammoniti: Puddu, Cuccu, Fabio Mura, Sias. Angoli: 6-8. Spettatori: 400 circa.

In questo articolo
Giocatori:

Archivio articoli in evidenza