Salta al contenuto principale
Stefano Udassi, allenatore, Latte Dolce
«Guardia alta, dobbiamo ancora migliorare in tante cose»

Latte Dolce, dalla Tim Cup al campionato, Udassi: «Una bella esperienza per tutti, ora carichi e concentrati per Arzachena»

Da Salò ad Arzachena. Il Latte Dolce getta il ponte tra la gara di Tim Cup di martedì scorso contro il Sudtirol e l'esordio in campionato di domani in casa degli smeraldini. Torna il campionato a quasi sette mesi dallo stop per l'emergenza sanitaria e i sassaresi di Stefano Udassi sono attesi ad un torneo di avanguardia. «Ci siamo - dice il tecnico dei biancocelesti - Abbiamo aspettato tanto questo momento. Ripartiamo con nuovi giocatori e alcuni nostri giovani ad innestarsi in un gruppo già rodato. Abbiamo lavorato bene, ora il lavoro fatto dovrà trovare riprova sul campo. Ripartiamo anche dalla gara di martedì a Salò. Da calciatore ho avuto la fortuna di vivere per tanti anni situazioni del genere a contatto con realtà come il Sudtirol, ora lo faccio da allenatore. È stata una bella esperienza per tutti, per me, per i ragazzi e per la società. Abbiamo incrociato la strada con il professionismo, anche questi sono step importanti per chi vuole crescere. Senza patemi, assilli o proclami di sorta. Un passo alla volta, senza mai perdere di vista che l’obiettivo primario è sempre la prossima partita in calendario. Sotto l’aspetto tecnico è stata la gara che mi aspettavo. Bisognava soffrire e l’abbiamo fatto. Ma allo stesso tempo, quando avevamo palla, abbiamo cercato di proporre la nostra idea di gioco: bersaglio centrato in pieno, sono contento della prestazione dei ragazzi e ho raccolto molte indicazioni positive in vista del campionato. Guardia alta però, perché dobbiamo ancora migliorare in tante piccole cose che però possono fare la differenza. Non ci siamo fermati a riposare, abbiamo subito cominciato a preparare la partita d’esordio in questa nuova stagione di serie D».

 

Sulla gara di Arzachena: «Avversario da affrontare stando carichi, concentrati e senza concederci alcuna distrazione. Ci sono tre punti in palio: serviranno testa, cuore e gambe per affrontare al meglio questo primo impegno. E l’intero campionato».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2020/2021