Salta al contenuto principale
Sebastian Puddu, diesse, Carbonia
L'ex Carbonia riparte dai sarrabesi

Muravera, accordo raggiunto con Sebastian Puddu: è il nuovo direttore sportivo

Dopo l'accordo per la conferma del tecnico Francesco Loi e del difensore Davide Moi, il Muravera mette a segno un altro colpo. Non si tratta di un nuovo acquisto ma di colui che dovrà aggiustare la rosa per la stagione 2020-21. Si tratta, infatti, del direttore sportivo Sebastian Puddu, reduce dall'esperienza col Carbonia conclusa una decina di giorni fa dopo aver contribuito alla costruzione della squadra sulcitana che ha riconquistato la serie D a trent'anni di distanza dall'ultima partecipazione.

 

Una opportunità che il Muravera non si è lasciata sfuggire inserendo in organigramma un tassello importante. Puddu è un conoscitore del calcio regionale, con un passato da presidente (col Quartu 2000 sfiorò l'accesso in Eccellenza) e con la capacità di relazionarsi coi giocatori e i procuratori in maniera ottimale. Lavorerà a stretto contatto con il tecnico Loi per rivisitare una rosa che ha fatto molto bene nei trequarti di campionato disputato fino alla sospensione per l'emergenza sanitaria (9° posto con 34 punti in 26 giornate) ma che, necessariamente, sarà ritoccata dal punto di vista numerico nel rispetto di un budget che risentirà degli effetti post lockdown.

 

Gli interventi saranno fatti anche nel parco fuoriquota, sia per l'aggiornamento delle classi che compongono il quartetto da mettere in campo obbligatoriamente (1 del 2000, 2 del 2001 e 1 del 2002), visti i rientri dei prestiti al Cagliari dei 2002 Tommaso Spanu (difensore) e Massimiliano Manca (attaccante). Il primo, titolare dall'inizio del campionato e sempre presente nelle 26 giornate, ha avuto anche la soddisfazione di segnare in serie D (contro l'Aprilia); il secondo, giunto a fine gennaio, è stato sempre impiegato nelle 5 gare disputate dai sarrabesi prima dello stop segnando 2 gol. Soddisfatto per la loro valorizzazione, il Cagliari girerà al club del presidente Boi altri rossoblù da far crescere mentre, nel contempo, il diesse Puddu valuterà nuovi profili di giovani sardi ricordando che nell'ultimo campionato hanno dato il loro apporto - chi con diverse presenze da titolare e chi con spezzoni di gara - altri fuoriquota come Kalifa Kujabi (2000, centrocampista, 7 presenze), Mattia Zinzula (2000, attaccante, 6 presenze), Nicola Mereu (2001, attaccante, 18 presenze), Yann Fangwa (2001, attaccante, 5 presenze), Stefano Lampis (2002, centrocampista, 4 presenze), Elias Atzori (2002, portiere, 4 presenze in panchina). 

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2019/2020