Salta al contenuto principale
Andrea Carta, portiere, Ossese
Gli ex Ossese e Usinese in rossoblù con Ruiu e Ciaramitaro

Benzina verde e talenti alla Torres, arrivano il portiere Andrea Carta e l'attaccante Filippo Mascia

Infornata di fuoriquota per la Torres che non pensa solo ai senior che formeranno l'ossatura della squadra affidata a Gardini ma anche all'importante parco fuoriquota da implementare specie nelle classi d'età più basse. Il direttore sportivo Vittorio Tossi chiude quattro operazioni.

 

Andrea Carta, sassarese classe 2001 (nella foto), arriva da un'annata da titolare in Eccellenza di grande profitto a difesa della porta dell’Ossese rivelazione del massimo campionato regionale. Arrivava da una stagione con la maglia dell’Arzachena dove ha esordito in Coppa di Lega Pro e in Campionato e prima ancora con il Latte Dolce in serie D. È stato con la Torres prima di passare alla San Paolo dive ha terminato la trafila delle giovanili. «E’ una grande gioia per me poter nuovamente vestire la maglia storica della mia città – dice Carta – e se è vero che rispetto al passato arrivo alla Torres più maturo, l’orgoglio è sempre lo stesso. Sono reduce dalla mia prima stagione da titolare con l’Ossese ed è stata una grande annata per tutta la squadra. Nell’Arzachena ho fatto un anno di grande crescita umana e professionale e oggi mi sento pronto a lottare e a mettermi in gioco, con molta più responsabilità».

L'arrivo di Carta segue a ruota quello di Daniele Ruiu, classe 2003, dagli Allievi della Marzio Lepri (leggi qui). «Questa stagione trascorsa è stata molto importante per  me – le parole di Ruiu – perché posso dire di essere migliorato molto grazie al lavoro svolto nella Marzio Lepri e ringrazio per questo il presidente Antonello Milia che mi ha dato modo di poter realizzare un sogno. E devo dire grazie ai tecnici Simone Deliperi, che mi ha seguito tutto l’anno con attenzione, e mister Alex Frau. Entrambi miei punti di riferimento anche perché ex della Torres».

 

Sono attaccanti esterni, entrambi classe 2002, Alessandro Ciaramitaro e Filippo Mascia. Il primo è cresciuto nella Sacra Famiglia per passare poi alla Juventus Academy, Torres 2000 e Latte Dolce, prima del salto nei campionati nazionali con gli allievi dell'Olbia. Era fermo per motivi di studio e riparte dalla Torres. Il secondo è cresciuto sempre nella Sacra Famiglia per poi mettersi in evidenza negli Allievi dalla Monserrato e conquistarsi la chiamata all’Usinese, in Promozione dove, grazie anche alla fiducia di mister Loriga, ha potuto esprimersi al massimo segnando 6 gol.

 

 

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Argomenti:
Stagione:
2019/2020

Archivio articoli in evidenza