Salta al contenuto principale
Pierpaolo Garau, portiere, Latte Dolce
Il portiere sassarese era destinato allo Stintino in Eccellenza

Il Latte Dolce non cambia guardiano, Garau: «Far parte ancora del progetto è motivo d'orgoglio, campionato tosto ma salvezza con meno patemi»

Era al passo d'addio e invece vestirà ancora la maglia del Latte Dolce. Pierpaolo Garau resterà un altro anno a difesa della porta biancoceleste dopo esser stato un grande protagonista delle ultime due storiche stagioni con la vittoria del campionato di Eccellenza e la prima salvezza in serie D. Perciò dietrofront Stintino ed Eccellenza e ancora Latte Dolce e campionato nazionale per l'ex Calangianus, Nuorese, Tavolara, Olbia e Ploaghe. «Sono contentissimo di rimanere al Sassari calcio Latte Dolce - dice Garau - perché è casa mia e c'è un bellissimo progetto per il futuro. Mi ha fatto un piacere immenso che la società abbia fatto di tutto per trattenermi, ci tengo anche a dire che dopo essermi scusato con lo Stintino, ho chiarito tutto con Stefano Udassi che ha rispettato la decisione perché è un grandissimo allenatore ed è una splendida persona». Il 34enne portiere sassarese resta un pilastro del progetto biancoceleste: «Per me è motivo di grande orgoglio, sono sicuro che ci sono tutti i presupposti per fare un buon campionato. Quindi si riparte con grande entusiasmo, pronti a questa nuova avventura». Che vede i rinforzi "pesanti" di Demartis, Cabeccia e Bianchi: «Sarà una squadra con una forte identità, come è sempre stato qui al Latte Dolce, formato da quasi totalmente giocatori locali che daranno tutto per questa maglia e per questi colori. Sono sicuro che ci toglieremo grosse soddisfazioni e, personalmente, darò il mio contributo in campo e fuori, come ogni anno». Prematuro parlare di girone e avversarie ma si parte da una certezza: «Sarà un campionato tosto, come sempre e questa non è una novità. Per capire quali potrebbero essere gli equilibri, per farsi una idea più chiara delle forze in campo bisognerà aspettare la composizione dei gironi. Sicuramente faremo di tutto per disputare un campionato più tranquillo, con meno patemi, senza fronzoli per la testa e consapevoli che se vogliamo possiamo fare davvero bene». 

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017

Archivio articoli in evidenza