Salta al contenuto principale
Francesco Loi, allenatore, Muravera
Stefano Boi al vertice del club sostenuto da ex presidenti e imprenditori

Il Muravera risolve la crisi societaria e vara subito un programma ambizioso: per la panchina anticipa la Nuorese e si assicura Francesco Loi

Rapidi, decisi e con le idee chiarissime. Il Muravera non lascia ma raddoppia, cancella subito la stagione appena trascorsa e conclusa col settimo posto in classifica, sgombra le voci di un futuro a rischio dopo le dimissioni del presidente Roberto Plaisant e del vice Gianfausto Perra e rilancia con ambizione i programmi per il prossimo campionato. Ieri sera è stato eletto il nuovo consiglio direttivo: il presidente è Stefano Boi, già responsabile della scuola calcio del Muravera, la carica di vice presidente passa a Marco Nibbio, da anni fisioterapista della squadra, nel ruolo di segretario è stato confermato, Franco Palleschi. Ma ciò che conta è che, a sorreggere economicamente la società, ci sono una serie di ex presidenti (a partire da Giampaolo Aresu, che nel quinquennio 2012-2017 ha portato a casa la Coppa Italia di Eccellenza, la vittoria del campionato di Eccellenza e due stagioni in serie D, e Antonello Carta, in carica nel biennio precedente a quello di Aresu), e una nutrita schiera di solidi imprenditori radicati nel territorio sarrabese riuniti con il sostegno e l'opera del sindaco Marco Falchi che si è intensificata nelle ultime settimane.

 

La consolidata compagine societaria si è mossa immediatamente e ha concluso un'operazione clamorosa, quella relativa al nuovo tecnico: si tratta di Francesco Loi, da radio mercato dato come il primo nome per la ripartenza della Nuorese. Ed in effetti, il tecnico di Loceri, ha avuto dei contatti sommari con il club barbaricino ma, quando tutti pensavano che il presidente Michele Artedino potesse sferrare il colpo finale, ecco a sorpresa l'inserimento deciso del Muravera che si è assicurato un allenatore vincente. Il "triplete" di due anni fa con il Tortolì in Eccellenza è ancora fragoroso, dopo aver ottenuto una storica promozione in serie D anche nell'altra piazza ogliastrina, Lanusei, nel 2014-15. Ma, mentre coi biancorossoverdi ha poi ottenuto la salvezza nella quarta serie (ai playout contro il Castiadas), in questa stagione è stato esonerato dai rossoblù ad inizio dicembre con la squadra fuori dalla zona playout. Francesco Loi è come sempre motivato anche perché va ad iniziare una esperienza al di fuori dell'Ogliastra (in carriera ha portato anche il Cardedu in Promozione), in questi mesi di riposo forzato non è stato a digiuno avendo seguito le gare del Lanusei e il campionato di Eccellenza nel quale, da dicembre in poi, sono finiti diversi ex Tortolì tra i quali Maurizio Floris (portiere) e Marco Nieddu (attaccante) verso i quali è facile pensare ad una riconferma. Ma se l'accordo Muravera-Loi è una profonda scossa in questo piatto e dormiente valzer delle panchine, vien da pensare che il mercato dei gialloblù sarà scoppiettante, con altre conferme importanti e, magari, con dei ritorni eccellenti.

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018