Salta al contenuto principale
Dramane Cissé, attaccante, Taloro Gavoi
Gavoesi avanti due volte, nel finale il giallo sul recupero accorciato

Il Samassi rinvia l'appuntamento con la vittoria, il coriaceo Taloro porta a casa un punto prezioso

Quattro reti per un bel pareggio, perché giocato a viso aperto dal Samassi, che cercava il ritorno alla vittoria dopo 5 turni, e dal Taloro, che attraverso un atteggiamento propositivo voleva dare continuità all'ottima vittoria contro il Sorso. L'annoso problema del campo ha portato i mediocampidanesi a trovare ospitalità nell'impianto della Ferrini, una settimana dopo il 3-1 rimediato contro i cagliaritani. La partita è stata sempre in bilico e ben giocata dai ventidue in campo, un vero peccato per lo spettacolo che la ripresa sia stata accorciata di almeno 8' per un errore di conteggio da parte dell'arbitro sui tempi di interruzione della gara per soccorrere Falchi (almeno 11' fermi) e il recupero accordato (7' senza considerare le sostituzioni fatte). Un aspetto che ha fatto infuriare il presidente del club dei mediocampidanesi, Francesco Setzu, intervenuto nel dopogara: «Credo che il direttore di gara abbia preso un colossale abbaglio, avremmo dovuto giocare ancora una decina di minuti in più di gara, ho fatto la chiamata al 118 e so benissimo quanto tempo siamo rimasti fermi. Per come stavamo costringendo il Taloro alla difensiva quei minuti sarebbero stati fondamentali per cercare di agguantare la vittoria. Ad ogni modo, la squadra che ho visto in campo rispecchia il valore dei ragazzi, non ho niente da rimproverare loro, hanno fatto un'ottima gara e ho fiducia per il futuro».

 

La gara. Busanca deve rinunciare allo squalificato Sani e, dopo l'addio a Porcu, ha l'emergenza in difesa ma rientra Frongia e gioca con Angheleddu al centro, i due Massa sono sugli esterni, a centrocampo il perno è Argiolas con Sogus e Nonnis interni, in attacco tridente formato da Dessena, Nurchi e Congiu. Marchi risponde con un undici offensivo, Cissè - autore della doppietta nella gara col Sorso - è l'esterno i centrocampo insieme con Bonicelli pronto ad aiutare l'attacco composto da Falchi e Mele (Manca va in panchina), in mezzo al campo Corona con Isoni, in difesa ci sono Daniel e Roberto Mastio, Secchi e Zedda davanti al portiere Ruggiu. 

Il Samassi prova a fare la gara, Sogus, Dessena e Nurchi si cercano spesso, in virtù di una conoscenza perfetta affinata in tre anni di Muravera, con la speranza di affondare tra le maglie della difesa avversaria che spesso resta alta e rischia sulle imbucate per il furetto Nurchi. Al 9' Ruggiu esce al limite dell'area e anticipa di testa la punta ex sarrabese. Che, 1' dopo, trova il canale giusto per presentarsi di fronte a Ruggiu, bravo a chiudergli lo specchio di porta. La risposta del Taloro è micidiale, all'11' palla sulla trequarti per Mele che se l'aggiusta e scaglia un destro di rara potenza e precisione, la palla si infila sotto l'incrocio dei pali con Manis vanamente proteso in tuffo. Eurogol del capitano e simbolo di una squadra con più partecipazioni in Eccellenza. Palla al centro e Samassi subito vicino al pareggio: verticalizzazione di Sogus per Nurchi, l'attaccante si presenta solo davanti a Ruggiu che vince il secondo duello personale con una parata in due tempi. Marchi chiede attenzione ai difensori, non vuole che si dia campo a Nurchi; Busanca inverte gli esterni d'attacco e Dessena, spostato a destra, subito si incunea e cerca il tiro, deviato però in angolo. Al 26' è Sogus a penetrare lungo l'out di destra, il suo cross è chiuso in scivolata da R. Mastio. Il Taloro non sta mica a guardare, alla mezzora Cissè si libera per il diagonale potente, Manis respinge e salva un gol sicuro. Gol fallito e gol subito, come da tradizione nel calcio. La terza folata di Nurchi questa volta si traduce in un destro sul primo palo e al 31' per Ruggiu non c'è scampo. Neanche il tempo di assestarsi e il Samassi torna in svantaggio, Deviazione di Dramane Cissè a centroarea, Manis respinge e poi si salva ancora sul tiro ravvicinato di Mele ma per il secondo assistente la palla aveva varcato la linea di porta già al primo tentativo. Protestano i giocatori di casa ma la "var" non c'è e non può mettere d'accordo tutti. Intanto l'ivoriano arriva già a quota 7 centri, un bottino ragguardevole per un classe 2000 (nella foto l'esultanza con Corona). Non c'è tregua perché 2' dopo il Samassi va di nuovo in gol con il bel diagonale di Nurchi ma per il primo assistente l'attaccante era già in fuorigioco sull'assist di Dessena deviato da un avversario. Mani nei capelli per il numero undici e niente "var" che possa chiarire i dubbi ai tifosi di casa. La gara è bella e aperta, Falchi tenta subito la girata da centroarea ma il piedino di Argiolas contrae la conclusione della punta nuorese. Fuori misura la punizione di Frongia al 39', stessa sorte per quella calciata da Falchi al 42'. Allo scadere del tempo Ruggiu manda in angolo un tiro di Nonnis. Nella ripresa il Samassi spinge per riequilibrare le sorti dell'incontro, Busanca cerca nuova linfa con l'ingresso di Placentino al posto di Congiu. La gara ha una lunga pausa, Falchi è a terra e necessita dell'intervento dell'ambulanza. Si riprende dopo 13' e l'ingresso in campo di Manca. I padroni di casa trovano la via del gol con Sogus, sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Si torna in parità, la squadra di Busanca produce un ulteriore sforzo per cercare il gol-vittoria, i rossoblù di Marchi lottano su tutti i palloni ben consci dell'importanza di un punto in trasferta e, per di più, contro un avversario che vale molto di più dell'attuale classifica. La chance migliore per il sorpasso capita nei piedi del solito Nurchi, la punta quartese angola il tiro e la palla incoccia il palo. La pressione dei "tuttoneri" è costante, il portiere Manis diventa spesso un giocatore di movimento in aggiunta per impostare l'azione. Quando si entra nell'ultima fase di gara ecco che arriva il "taglio" dei minuti sul recupero operato dall'arbitro Pani. Non c'è spazio per altri attacchi del Samassi. Il 2-2 finale soddisfa i gavoesi che portano a sei i punti di vantaggio sulla zona playout e mantengono i tre di distanza dai mediocampidanesi che rinviano l'appuntamento con la vittoria.

 

SAMASSI: Manis, Alberto Massa, Riccardo Massa, Argiolas, Angheleddu, Frongia, Congiu (8' st Placentino), Sogus, Nonnis, Dessena, Nurchi. Allenatore: Paolo Busanca.

TALORO GAVOI: Ruggiu, Daniel Mastio, Zedda (40' st Delussu), Secchi, Roberto Mastio, Isoni (44' st Sedda), Cissè, Corona, Falchi (10' st Manca), Bonicelli (30' st Ladu), Mele. Allenatore: Romano Marchi.

ARBITRO: Andrea Pani di Sassari.

RETI: 11' pt Mele, 31' pt Nurchi, 33' pt Cissè, 22' st Sogus.

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
10 Andata

Archivio articoli in evidenza