Salta al contenuto principale
Andrea Sanna, attaccante, Arzachena
Un ko nelle ultime 20 gare, miglior difesa e Sanna vice-capocannoniere

L'Arzachena migliora il suo record di punti andando in vetta, ecco perché può sognare la Lega Pro: calendario, stato di forma e numeri a suo favore

Comunque andrà a finire sarà un successo. L'Arzachena che conquista la vetta del girone G di serie D a sei turni dal termine è seriamente in corsa per andare in Lega Pro, lo dice ovviamente la classifica e lo dice il momento storico del campionato che vede la squadra di Mauro Giorico non sbagliare un colpo mentre il Rieti perde in casa al 90' contro l'Avezzano e il Monterosi essere rimontato dalla Nuorese. Con la "manita" al Città di Castello gli smeraldini hanno ottenuto il primo vero obiettivo stagionale, che non poteva essere la salvezza - viste le ultime due stagioni chiuse al settimo e sesto posto - e che necessariamente doveva essere la conquista di un posto nei playoff. Il sesto posto è ora lontano 8 lunghezze ma ciò che conta è che il 5-0 del Biagio Pirina ha portato l'Arzachena a quota 60, nuovo record di punti in serie D dopo i 59 dello scorso campionato. Mister Giorico ha confermato di sapersi migliorare stagione dopo stagione. A questo punto la domanda è: "Può realmente l'Arzachena conquistare la Lega Pro?". La risposta è, senza tema di smentite, sì perché intanto inizia la volatona di sei giornate con due punti di vantaggio sul Rieti, tre sul Monterosi e cinque sull'Ostiamare, con nessuna di loro deve più incontrarsi. Non è una corazzata e non è stata costruita per esserlo - così come lo si pensava per L'Aquila e Monterosi ad inizio stagione o per il Rieti con gli acquisti di dicembre - ma se si guarda allo scorso campionato dopo 28 giornate la Viterbese aveva 62 punti, appena 2 punti in più degli smeraldini. Che hanno costruito una consapevolezza della propria forza sempre crescente, sorretti e sostenuti da una società solida e organizzata, che ha creduto nelle potenzialità del gruppo evitando innesti onerosi prima di Natale come la classifica poteva imporre.  

 

Il calendario. Rispetto alle avversarie ce l'ha migliore. Domenica la trasferta è difficile in casa della Torres ma non proibitiva visto che i 41 punti di differenza qualcosa varranno e i sassaresi dovranno giocare per vincere trovandosi ancora una volta all'ultima spiaggia. Poi Bonacquisti e compagni incontrano tre squadre senza più obiettivi da raggiungere come Flaminia, Sansepolcro e Avezzano (il giustiziere del Rieti alla terzultima avrà meno voglia di stupire). I problemi più grandi sarebbero nelle ultime due giornate, il derby a Nuoro e la chiusura in casa con l'Albalonga, contro due squadre attualmente ai piedi della zona playoff ma se a maggio saranno ancora in corsa per gli spareggi allora vorrà dire che hanno strappato punti nelle prossime tre giornate sia al Monterosi che al Rieti (e anche all'Ostia).

Lo stato di forma. Ha perso una gara nelle ultime 20 giornate, nello stesso periodo il Rieti è caduto 5 volte, il Monterosi 3 e l'Ostiamare 4. Nel 2017 ha conquistato 28 punti in 11 giornate contro i 22 di Rieti, Monterosi e Ostiamare. Corre per 95' e ha vinto diverse partite negli ultimi 15' come contro Città di Castello (andata), Flaminia, Avezzano, Latte Dolce, Monterosi, Rieti, San Teodoro. Ha la rosa in ottime condizioni eccezion fatta per Carpentieri ('98) ko dalla prima di ritorno ma la cui assenza si è bilanciata con il recupero di Oggiano ('98) e La Rosa che però sta rimettendo piede in panchina e potrebbe avere l'opportunità di fare qualche minuto da qui alla fine del campionato dopo l'operazione al ginocchio. 

I numeri. Da quattro gare vince e non subisce gol, ha la miglior difesa del campionato con 17 reti subite contro le 20 del Monterosi, le 23 del Rieti e le 26 dell'Ostiamare. Una solidità che deriva da un portiere come Ruzittu sempre decisivo negli interventi come contro il Città di Castello e una difesa a volte irrobustita con l'arretramento di Bonacquisti se uno tra Brack e Sbardella deve rifiatare. In squadra ha il vice-capocannoniere Andrea Sanna con 16 gol che tallona il re dei bomber Pippi (Monterosi) a quota 17.

 

LA VOLATA PER LA LEGA PRO (in maiuscolo le gare in casa)

ARZACHENA 60 punti RIETI 58 punti MONTEROSI 57 punti OSTIAMARE 55 punti
Torres Flaminia Calcio Albalonga Sansepolcro
FLAMINIA CALCIO NUORESE SAN TEODORO ALBALONGA
Sansepolcro Albalonga Muravera Avezzano
AVEZZANO MURAVERA LATTE DOLCE NUORESE
Nuorese Latte Dolce Foligno San Teodoro
ALBALONGA SAN TEODORO SP. CLUB TRESTINA MURAVERA

 

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
11 Ritorno
Girone G