Salta al contenuto principale
Nuorese
Buona gara dei sarrabesi ma senza guizzi, aggancio dei barbaricini

Colpo da biliardo di capitan Cocco e la Nuorese espugna il campo del Castiadas

Un colpo da biliardo: palla sul palo e poi in fondo al sacco. Fabio Cocco decide il big-match della 10ª giornata rilanciando quotazioni, autostima e carica della Nuorese, alla quinta vittoria di fila, ed impone un argine al Castiadas che, dallo scontro diretto, cercava risposte sulla sua consistente marcia nella corsa al primo posto. La squadra sarrabese fa costantemente la partita ma non trova la chiave giusta per scardinare la difesa collettiva dei barbaricini che, costretti dagli infortuni a scendere in campo con 5 fuoriquota, hanno scelto la strada più intelligente per arrivare al successo: due linee da quattro compatte, fasce ben presidiate e ripartenze ficcanti con l'imprevedibile Caboni (assai più pericoloso nella ripresa) e l'esperto Ragatzu. La squadra di Cotroneo ha profuso tante energie e pagato a caro prezzo due errori: il diagonale al lato di Seck ad inizio ripresa per il quasi vantaggio, e la palla giocata male in uscita da Olivieri che genera la ripartenza sul gol di Cocco.

 

La gara. Cotroneo in formazione tipo con Galantini in porta, difesa a tre con Sylla, Carboni, Olivieri, esterni Usai e Manga, a centrocampo Seck, Cuccu e Malandra, in attacco la coppia da 10 gol Tesfai-Caraccio. Prastaro perde anche Manca nel riscaldamento, oltre a Chessa e Meloni, e schiera Buoniconti in porta, Secchi, Sau, Piga e Piriottu in difesa, Illario, Corda, Aiana e Cocco a centrocampo, Caboni e Ragatzu in avanti. Il tema iniziale è una caratteristica del Castiadas, giro palla in difesa, cambio gioco con Olivieri per Usai che entra dentro il campo e cerca l'imbucata bassa o alta. Quella della Nuorese, invece, è recuperare palla sulla propria metà campo e fare una transizione immediata per l'attacco. Al 3' Caboni sparacchia col destro. I neroverdi cercano l'affondo un po' a destra e un po' a sinistra, da questa fascia al 10' arriva il cross di Malandra per la girata di testa di Caraccio respinta da Buoniconti. Primo vero squillo. Al 19' è Manga a trovare lo spiraglio da sinistra (sul raddoppio di Illario) per il cross un pelino alto per Seck. Passano 2' e Usai arriva a calciare con la punta dopo un incursione centrale ma Buoniconti para a terra. Al 23' Piga, che svolge bene il ruolo di centrale di difesa, chiama Galantini alla deviazione in angolo con una gran botta da oltre 25 metri. La gara sale di tono, Caboni - già ammonito - interviene duro su Sylla e rischia l'espulsione ma Casula lo perdona. Così non fa per l'incursione in area di Cocco punito col giallo per simulazione. Il Castiadas tiene alto il ritmo ma non sfonda, in attacco Tesfai non si vede quasi mai e Caraccio ci prova con un destro, ma al lato. Al 34' va al tiro anche Sylla e Buoniconti risponde deviando in tuffo. Gol annullato a Caraccio al 38' quando l'argentino arpiona in area la palla calciata da Seck su punizione e la scaraventa in rete, il primo assistente tiene alzata la bandierina. Pochi secondi dopo è centrale il sinistro di Malandra ma conferma lo strappo che tentano di dare i padroni di casa prima del riposo. La prima frazione si chiude col destro di Carboni, su punizione, di poco alto sulla traversa. Manca il guizzo risolutivo al Castiadas, accorta e ordinata la Nuorese.

 

Ad inizio ripresa la squadra di Cotroneo non sfrutta l'unica pecca difensiva degli ospiti: al 5' perfetto cambio gioco di Olivieri a scavalcare Piriottu, Seck stoppa di petto e in diagonale scarica un missile di destro che sfiora il palo, con meno potenza si sarebbe arrivato Tesfai per il tap-in. La risposta Nuorese è altrettanto pericolosa: all'8' Caboni calcia da fuori, Galantini non è perfetto nella respinta, si avventa Ragatzu sulla palla ma fallisce la mira da pochi passi. Grande il rammarico per uno dei tanti ex in campo. Al 15' si vede finalmente Tesfai, spunto a sinistra del vice-capocannoniere e cross sul primo palo per Caraccio chiuso benissimo da Piga. Caboni cresce in vivacità e crea scompiglio; al 18' Cuccu lo atterra in una percussione centrale, la palla va ad Olivieri che sbaglia l'appoggio, Corda serve in modo rapido Ragatzu che allarga subito a Cocco, sinistro di prima intenzione non forte ma preciso e il capitano può festeggiare dietro la porta dove sono assiepati gli ultrà verdazzurri che non hanno trovato posto in tribuna in conseguenza dell'ordinanza del sindaco (solo 99 ingressi di cui 20 per gli ospiti). Il gol è un colpo inatteso per il Castiadas, Cotroneo toglie prima Malandra e poi Olivieri (infortunato) per Angelucci e Carubini. La Nuorese capisce che può fare il colpaccio e moltiplica le forze. La gara si fa più maschia e tesa. Dentro anche Frau per Usai. Al 36' è debole il colpo di testa di Tesfai e Buoniconti blocca a terra, il portiere poi smanaccia la palla destinata per la testa di Manga. Gara frenetica, Prastaro perde anche Ragatzu (problemi ai flessori) ed entra il giovane Rattu, sesto fuoriquota. Al 38' Caraccio ci prova su punizione ma Buoniconti fa buona guardia e si rifugia in angolo. La Nuorese difende con forza, Sau colpisce ogni palla di testa. Al 44' Caboni potrebbe chiudere i conti, si infila in area e scarica il diagonale col sinistro respinto da Galantini. Il finale è accesissimo, il Castiadas reclama vivacemente prima per un tocco di mano sul tiro di Sylla e poi per un fallo in area su Cavallaro. L'arbitro Casula lascia correre ed espelle il tecnico Cotroneo e il vice Stenbock. Arriva il triplice fischio dopo 6' di recupero, primo ko casalingo per i sarrabesi e quinta vittoria di fila per i barbaricini festanti con gli ultrà. Le due squadre appaiate a quota 20, a 4 punti dalla capolista Carbonia.

 

CASTIADAS: Galantini, Sylla, Manga, M. Carboni, Olivieri (25′ st Carubini), Usai (31′ st Frau), Tesfai, Seck (38′ st Cavallaro), Caraccio, Malandra (23′ st Angelucci), Cuccu (38′ st Idili). A disp. Aceto, Pecci, Cauli, Diaz. All. Carlo Crotoneo.

NUORESE: Buoniconti, Secchi, Piriottu, Illario, Corda, Sau, Aiana, Piga, Ragatzu (38′ st Rattu), Cocco, Caboni. A disp. Monni, Pellegrini, Nurra, Santoro, Musu, Piredda. All. Antonio Prastaro

ARBITRO: Marco Casula di Ozieri

RETI: 18′ st Cocco

NOTE: Ammoniti: Caboni, Cocco, Tesfai, Seck, Caraccio, Carubini, Corda. Recupero: 1' + 6'. Spettatori: 100 circa.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2019/2020
Tags:
10ª giornata