Salta al contenuto principale
Andrea Satta, centrocampista, Muravera
Fasi decisive nei trofei tricolore, altro mercoledì di grandi sfide

Coppa Italia, in Eccellenza parte la corsa alla finale tra Atletico Uri-Valledora e Muravera-Tonara, in Promozione restano le migliori otto

La Coppa Italia entra nelle fasi decisive, il mese di novembre decreterà le finaliste per la competizione dell'Eccellenza e le semifinaliste in quelle di Promozione. Tante protagoniste dei vari campionati si sono perse per strade, le gare avranno inizio alle ore 15.

 

ECCELLENZA (andata semifinale)

ATLETICO URI-VALLEDORIA arbitra Giampaolo Scifo di Nuoro (Vincenzo Puggioni di Sassari e Francesco Madeddu di Ozieri)

L'Atletico Uri punta a ripetersi centrando la seconda finale di fila per poi ottenere quel trofeo tricolore sfuggito l'anno scorso nella gara contro il Tortolì. I giallorossi di Peppone Salaris hanno eliminato lo Stintino e il Ghilarza e ora fiutano la possibilità di superare anche il terzo turno. Ma non possono sottovalutare il Valledoria che, sebbene arrivi da un prolungato momento-no in campionato è stato capace di eliminare nel turno precedente nientemeno che la Torres, con un sconfitta di misura nella gara d'andata. Non sarà facile per entrambi i tecnici spremere i propri giocatori sapendo che domenica ci saranno delle gare importanti da giocare, l'Uri ospita il Samassi in uno scontro diretto per i playoff mentre i doriani di Ventricini ospiteranno il Taloro con l'intento di interrompere la striscia di sei sconfitte di fila con il gol che manca da tre partite.  

 

MURAVERA-TONARA arbitra Francesco Cozzolino di Oristano (Riccardo Loi e Davide Mele di Oristano)

Entrambe vogliono la finale, prestigiosa in ambito regionale ma che regala poi un'opportunità di salto di categoria nella fase nazionale. Entrambe hanno vinto la Coppa tricolore, il Muravera nella stagione 2012-13 con in panchina Lulù Oliveira (2-0 all'Olbia), il Tonara nella stagione successiva ma in Promozione (8-6 dcr al Lanusei). I sarrabesi hanno compiuto la loro impresa nel primo turno quando, con una squadra in allestimento e diversi giovani in campo, hanno vinto 1-0 sul campo del Castiadas ottenendo poi il passaggio del turno ai calci di rigore. Contro la Ferrini è successo quasi l'inverso rischiando l'eliminazione contro una squadra cagliaritana molto giovane in campo, la rete di Massessi al 90' ha portato i gialloblù a questa nuova doppia sfida. I barbaricini, dopo aver superato il Taloro nel derby di inizio settembre, si sono presi il loro bello scalpo avendo fatto fuori il Samassi nell'ultimo turno grazie al 2-0 a Su Nuratze sufficiente a neutralizzare l'1-0 in casa dei medio-campidanesi. 

 

PROMOZIONE (andata quarti di finale)

CUS SASSARI-PORTO ROTONDO arbitra Gian Piero Gatta di Sassari (Maria Grazia Poddighe di Sassari e Giuseppe Alessandro Paolino di Alghero)

Una sfida che riporta la memoria alla prima di campionato quando il Porto Rotondo vinse in casa 2-1 ma poi ottenne la sconfitta per 3-0 a tavolino avendo schierato un giocatore squalificato (Christian Usai). Arrivano da due belle vittorie nell'ultima giornata e cercano di insidiarsi stabilmente nei quartieri alti di un girone altamente equilibrato 

 

DORGALESE-FONNI arbitra Daniele Marcello Bognolo di Olbia (Pierluigi Corda di Nuoro e Lorenzo Giordano di Olbia)

Un derby della Barbagia che si riproporrà fra un mese in campionato, sempre all'Osolai. I rossoblù di Bacciu vogliono riscattare la pesante sconfitta in casa contro l'Usinese mentre i ragazzi di Coinu hanno conosciuto la loro prima (e pesante) sconfitta in casa del Bosa ma che non ha fatto perdere la testa del girone. Marco Pinna e compagni stanno sono la sorpresa del campionato e puntano a fare bene nella Coppa che vinsero nella stagione 2011-12.

 

MACOMERESE-CARBONIA arbitra Carlo Achenza di Sassari (Giacomo Sanna di Cagliari Giuseppe Ladu di Nuoro)

Un incrocio tra gironi che farà bene ad entrambe le squadre per un confronto che non si rivedrà in stagione salvo un arrivo ai playoff. Un'occasione dunque per conoscersi sul campo e, probabilmente, tenere apertissima la qualificazione per la gara di ritorno con l'obbligo per i biancocelesti di Andrea Pia di prendere un vantaggio sfruttando il fattore campo. Ma i minerari visti demolire l'Arbus nel turno precedente sono da prendere con le pinze.   

 

SAN MARCO ASSEMINI 80-SANT'ELENA arbitra Francesco Mulargia di Cagliari (Andrea Porcu di Oristano e Paolo Manca di Cagliari)

Per la San Marco è la seconda quartese di fila dopo aver incontrato e battuto il 2000 domenica scorsa. La squadra di Paolo Ledda è imbattuta in stagione, l'unica tra le 32 squadre della Promozione, e attraversa un buon momento a differenza dei biancoverdi di Pier Paolo Piras che non vince da 5 turni in campionato anche se ha fatto fuori agli ottavi un avversario importante come il La Palma. Si gioca al comunale di San Sperate.

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
Coppa Italia

Archivio articoli in evidenza