Salta al contenuto principale
Pierpaolo Garau, portiere, Latte Dolce
Per il portiere problemi irrisolvibili, possibile rientro al L.Dolce

Dietrofront Garau, niente più Stintino: «Dispiace dover disattendere ad una parola data, mi scuso col club e mister Udassi». Il tecnico: «C'è tanta delusione e amarezza»

Niente Eccellenza, niente Stintino e, quasi certamente, farà ritorno al Latte Dolce. Per Pierpaolo Garau la prossima stagione non sarà quella del calcio con meno stress per conciliare meglio gli orari d'allenamento con il lavoro e la famiglia o, perlomeno, non lo sarà difendendo la porta dello Stintino perché la scelta fatta tre settimane fa non può essere portata fino in fondo. «Non mi è mai capitato in tanti anni di carriera di dover disattendere ad una parola data - dice il 34enne portiere sassarese - di questo me ne scuso profondamente con la società Stintino e con il tecnico Udassi, Stefano mi aveva cercato a fine campionato e mi aveva convinto ad accettare questa avventura in Eccellenza. Che ora non posso nemmeno iniziare per sopraggiunti problemi familiari e per incompatibilità negli orari di allenamento con quelli di lavoro benché mister Udassi stava cercando di risolverli. So di arrecare un danno ma ho dovuto fare questo passo». A questo punto per Pierpaolo Garau potrebbero riaprirsi le porte del Latte Dolce che sarebbe ben lieto di riaccogliere il portiere col quale ha ottenuto la vittoria del campionato di Eccellenza e la salvezza storica in serie D. «Il Latte Dolce mi ha fatto sempre sentire uno di casa», chiosa Garau.

Lo Stintino si trova improvvisamente a dover affrontare un vuoto in un ruolo delicato che pensava di aver colmato giocando d'anticipo sulle avversarie. «C'è tanta delusione e amarezza da parte mia e della società - dice il tecnico Stefano Udassi - credo tantissimo in certi valori ma evidentemente mi sbaglio. Noi avevamo puntato tutto su Garau per la persona e per l'aspetto tecnico investendo molto a livello economico, di conseguenza le scelte successive fatte sul mercato sono state in funzione della spesa fatta per il portiere. Forse non si è reso conto del danno che ci ha creato». Il club del Golfo dovrà cercare un altro portiere sul mercato degli svincolati nel quale ci sono comunque giocatori di esperienza come Simone Deliperi, Matteo Trini e Antonio Secchi ma anche qualche giovane di valore come Massimo Fadda, classe '95, due anni fa con la Torres in serie D.

In questo articolo
Giocatori:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017