Salta al contenuto principale
Michele Pulina, attaccante, Sorso 1930
Lo scorso anno 19 gol da dicembre in biancoceleste

Il bomber Michele Pulina lascia l'Ossese e si riprende il Sorso, per l'esordio in campionato ritroverà il Calangianus

A pochi giorni dalla chiusura della prima finestra di mercato il Sorso 1930 piazza un grande colpo che va ad arricchire il reparto d'attacco. Il club di Antonello Zappino ha trovato l'accordo con Michele Pulina, attaccante sassarese classe 1980 che così fa ritorno in biancoceleste dopo un'estate passata come punta di diamante della neo-promossa Ossese (girone B Promozione). Una operazione in piedi da diversi giorni con l'attaccante lasciato libero oggi dal club bianconero che, nel frattempo, ha chiuso con Matteo Falchi, fratello di Fabrizio che milita proprio nel Sorso. Il tecnico Scotto non l'ha potuto utilizzare nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia vinta 1-0 dalla Torres ma sarà disponibile per la prima di campionato contro il Calangianus facendo così ritorno al Signora Chiara che l'ha visto l'anno scorso protagonista per metà stagione.

Pulina è stato infatti un trascinatore dei galluresi di Sassu, vice-capolista dell'Eccellenza per tutto il girone d'andata con 9 reti messe fino a prima dello scontro diretto col Tortolì che non giocò perché passato al Sorso in Promozione. Con i romangini ha segnato 19 reti con una media superiore al gol a partita, nella finale playoff col Guspini rimase però a secco. Sulle qualità del giocatore parla la carriera, fatta di campionati in serie C2 con la Torres e Gavorrano e tantissimi di serie D in giro per l'Italia (Frosinone, Casertana, Imperia, Uso Calcio, Cecina, Feralpi, Rapallo Bogliasco) ma anche in Sardegna (Tavolara, Tempio, Lanusei). Carisma, tecnica e fiuto del gol, tutte qualità confermate da quando cinque anni fa decise di rientrare in Sardegna dapprima contribuendo alla vittoria del campionato della Torres in serie D (5 gol in 19 gare) poi trascinando il Ploaghe in alto con 40 gol in due stagioni utili per il salto di categoria dei biancoblù guidati da Hervatin e l'anno dopo nel raggiungere le semifinali playoff con Cirinà in panchina. Due anni fa accettò la proposta del Lanusei, matricola della serie D, mentre a dicembre passò al Tergu per segnare 14 gol.

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Argomenti:
Stagione:
2017/2018
Tags:
1 Andata

Archivio articoli in evidenza