Salta al contenuto principale
Calangianus
Mister Terrosu, Forzati e Del Soldato promettono battaglia

Il Calangianus al traguardo salvezza: «Ma continueremo a dare il massimo fino alla fine»

Non c'è ancora l'aritmetica perché mancano ancora otto partite da giocare (sette per alcune) ma il Calangianus, di fatto, ha tagliato il traguardo salvezza. Con la vittoria per 2-0 in casa del Sant'Elena, i giallorossi sono saliti a quota 42, con 14 lunghezze di vantaggio proprio sui quartesi e possono ora puntare anche al quinto posto distante solo 4 punti. Il tecnico Ferruccio Terrosu, che da quando ha preso in mano i galluresi ha conquistato 35 punti in 20 partite, inquadra il finale della sua squadra attesa dal match odierno con la Tharros:

«Cercheremo di onorare il campionato, dobbiamo dare una certa risposta a noi stessi e capire quale è la nostra identità e dove vogliamo collocarci. Questa è una squadra nuova che ha faticato e in certe trasferte fallito qualche prestazione ma, nel complesso, posso ritenermi soddisfatto dei ragazzi che si stanno dimostrando eccezionali. Hanno capito che era fondamentale uscire da una situazione critica che si era presentata all'inizio, dimostrando sin da subito il carattere e, unito ai risultati, ne siamo venuti fuori. Adesso rimane da far vedere quale posizione la squadra merita di ritagliarsi in un campionato ancora molto aperto, con risultati a volte eclatanti perché ogni squadra si sta dimostrando attrezzata per la categoria».

 

Matteo Forzati, portiere Calangianus

«La nostra caratteristica è mettere il cuore, dare tutto e lottare per la maglia, questo ci fa dare quel qualcosa in più per portare a casa la partita. Abbiamo fatto fatica all'inizio, squadra nuova con molti ragazzi per la prima volta in Sardegna e non conoscevamo il campionato. Alla lunga ne siamo usciti fuori anche perché ci sono ragazzi con caratteristiche tecniche importanti. Ci siamo guadagnato la tranquillità sul campo, non so se siamo già salvi, la nostra intenzione è di non mollare e dare tutto fino alla fine, per molti di noi il calcio è lavoro ed è giusto non regalare nulla a nessuno».

 

Leo Del Soldato, centrocampista offensivo Calangianus

«Abbiamo preparato benissimo la partita col Sant'Elena, ci mancavano tre-quattro giocatori e quelli che sono entrati hanno dato l'anima, una grandissima vittoria e speriamo che questi tre punti ci abbiano aiutato per centrare la salvezza, il nostro obiettivo principale. Il gruppo è la nostra forza, qualcuno di noi ha cambiato ruolo ma abbiamo dimostato di avere la volontà e la forza per farlo. Contro la Tharros recuperiamo tre giocatori, daremo il massimo per vincere di nuovo di fronte al nostro pubblico».

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2022/2023
Tags:
30ª giornata