Salta al contenuto principale
Marco Carboni, presidente, Monastir
Il sostituto tra Zaccheddu, Pani, Mannu e Antinori

Il Monastir al quarto ko di fila e salta Cordeddu, il presidente Carboni: «Decisione sofferta e dolorosa, dovevamo dare una scossa»

Quarta sconfitta di fila e il Monastir cambia tecnico. Dopo l'1-3 casalingo di domenica scorsa contro il Tonara il club campidanese esonera Claudio Cordeddu, con la squadra che ha ancora un punto di vantaggio sulla zona playout quando mancano sei giornate alla fine. La svolta, per certi versi inattesa, è arrivata nella serata di ieri sera dopo la riunione del direttivo che ha portato alla decisione di sollevare dall'incarico il giovane tecnico che nell'estate del 2016 aveva fatto il salto alla guida di una prima squadra dopo i numerosi successi ottenuti nel settore giovanile con il Selargius e la San Francesco Quartu.

 

«Un esonero che mi pesa tantissimo - dice il presidente Marco Carboni - perché Claudio è una persona leale e corretta che ha dato il massimo in questi quasi due anni alla guida del Monastir. Come società non possiamo che ringraziarlo per la grande professionalità e dedizione messa al servizio della squadra e gli auguriamo il massimo possibile nel suo futuro. Ci siamo trovati a prendere questa decisione molto dolorosa per dare una scossa alla squadra dopo 4 partite in cui abbiamo fatto male e pagato un dazio pesante. Quando mancano 6 giornate dalla fine non vogliamo compromettere quanto di buono è stato fatto, specie dopo i rinforzi di dicembre. Infatti, stavamo facendo benissimo poi ci siamo fermati di colpo, in molto inatteso. Il sostituto? Stiamo vagliando diverse ipotesi, nelle prossime ore se ne saprà di più». Due anni fa il Monastir si trovò in situazione analoga, cioè di un cambio in panchina (in quel caso fu il quarto dopo Spini, Scotto e il ritorno di Spini) quando mancavano sette giornate al termine, fu chiamato Antonio Prastaro che centrò l'obiettivo. Ironia della sorte lo stesso tecnico che domenica alla guida del Tonara ha portato all'esonero di Cordeddu. 

Sulla piazza ci sono quattro allenatori che negli ultimi anni hanno guidato squadre di Eccellenza col profilo giusto per chiudere la stagione a Monastir: Giampaolo Zaccheddu, che portò il Castiadas nei playoff nazionali nel 2014-15, Massimiliano Pani, l'anno scorso ha condotto in salvo il Ghilarza, e Graziano Mannu, ad inizio della scorsa stagione col Castiadas dopo aver guidato Carbonia, Sanluri e Ghilarza. Bebo Antinori, ex La Palma guida la rappresentativa sarda Juniores. Curiosamente, due di questi tecnici hanno guidato il Castiadas, attuale capolista dell'Eccellenza e prossimo avversario del Monastir. 

 

In questo articolo
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018