Salta al contenuto principale
Roberto Sini, difensore, Atletico Uri
Piras: «Non partiamo mai battuti, abbiamo carattere»

L'Atletico Uri c'è, Roberto Sini: «Al completo possiamo fare bella figura e giocarci le prime posizioni»

È l'Atletico Uri che non molla mai, che lotta fino all'ultimo minuto e che fa sudare le proverbiali sette camicie all'avversario. Lo ha capito anche il Castiadas che pensava di aver risolto l'incontro con il gol di Carrus ad 1' dal novantesimo ma la rete di Roberto Sini nel recupero ha dato il punto che i giallorossi cercavano (nella foto l'esultanza).

«Stiamo giocando delle buone partite - dice il difensore-goleador - è stata dura ma siamo stati alla pari di un Castiadas forte e costruito per vincere. Non meritavamo di perdere e fortunatamente è arrivato il gol che ha evitato la sconfitto. Alla fine è stato il mio piede a toccare la palla vagante in area ma l'importante era pareggiare, perché noi non molliamo mai, ci crediamo sempre e vogliamo divertirci». Sulla gara: «Era incanalata sullo 0-0, poi loro sono andati in vantaggio alla fine ma noi siamo stati fortunati a pareggiare subito. Il gol lo dedico a mio figlio che è nato l'anno scorso, speriamo di dedicargliene altri». L'Uri ha pagato le assenze di diversi giocatori di spessore: «Purtroppo Matteo Tedde e Puddu si sono stirati e Luca Tedde ha avuto dei problemi muscolari. Non abbiamo potuto sfruttarli, con loro in campo sarebbe stata per noi un'altra gara e avremmo potuto giocare in modo più offensivo ma i sostituti non hanno fatto sentire la loro mancanza. Con la squadra al completo possiamo fare bella figura e giocarci le prime posizioni». Ora la Coppa Italia: «Col Ghilarza una gara importante, vogliamo andare avanti, l'anno scorso abbiamo perso la finale giocando con l'uomo in meno, speriamo di ripeterci ma cercando di vincere il trofeo».

 

Alessandro Piras è stato il solito motorino del centrocampo giallorosso, capitano e anima di una squadra che non si arrende mai: «È stata la classica partita che poteva essere decisa dagli episodi. Credo che il pareggio sia giusto, voluto fortemente da noi e con una prova di carattere, siamo felici perché è arrivato in un campo difficile e contro una squadra attrezzata per vincere il campionato. Complimenti al Castiadas ma in campo c'era anche un grande Atletico Uri concentrato e sul pezzo, avevamo delle assenze ma chi ha giocato è stato all'altezza della situazione». L'Atletico Uri può rientrare nel gruppetto delle prime: «Stiamo lavorando bene, siamo un bel gruppo molto affiatato, a Sorso il pareggio poteva essere giusto ma se avessimo vinto non ci sarebbe stato nulla da dire, loro poi hanno beccato il jolly. Pensiamo a gara dopo gara, ogni domenica è una nuova sfida e credo di toglieremo delle soddisfazioni. Adesso siamo alle prime giornate, i valori veri e propri di tutte le squadre non sono ancora usciti, questo è un campionato molto equilibrato. Lo Stintino merita di stare in vetta, mi ha fatto una buonissima impressione in Coppa, il Sorso e il Castiadas meritano di stare lassù, noi non partiamo mai battuti e questo ci fa ben sperare». Testa alla Coppa Italia: «Ci teniamo molto, col Ghilarza avremo delle assenze ma non partiremo svantaggiati, sono fiducioso. C'è un conto aperto con la Coppa, nella finale dell'anno scorso contro il Tortolì meritavamo qualcosa in più».

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
4 Andata

Archivio articoli in evidenza