Salta al contenuto principale
stintino festeggiamenti
La Lanteri supera il Porto Torres, lo Stintino continua a correre, pari spettacolo tra Posada e Oschirese

L'Ilvamaddalena non sbaglia contro il Valledoria: doppietta per Vuanello; il Thiesi replica con quattro reti al Fonni

Le prime quattro della classe rispettano il pronostico della vigilia e si aggiudicano i tre punti in palio nei rispettivi confronti: tutto come da programma dunque, a partire dall'Ilvamaddalena, con la capolista che difende il primo posto dall'attacco del Thiesi grazie al roboante 3 a 0 interno rifilato al Valledoria di Falchi. I padroni di casa scendono in campo con la testa e il piede caldissimi e mettono la sfida sui giusti binari sin dalle prime battute, con una prestazione attenta, brillante e molto intensa. Al 15' Vuanello vola in cielo e insacca sugli sviluppi di un corner; ancora Vuanello grandissimo protagonista poco dopo con l'assist per Pisano che manca il raddoppio per una questione di centimetri. L'Ilva continua ad attaccare a testa bassa, il Valledoria fatica a contenere tutte le iniziative degli avversari e al 36' capitola ancora: Valenti e Bazzoni combinano bene prima di innescare l'incornata di Vuanello, doppietta da applausi per lui. A cinque dallo scadere ci pensa Danieli a chiudere virtualmente il discorso con una cannonata dal limite, di collo pieno, che non lascia scampo a Murru. L'Ilva chiude la prima frazione in attacco, ma la capocciata di Chiappetta si perde sul fondo per una questione di millimetri. Nella ripresa, come era lecito aspettarsi, l'Ilva abbassa un po' i ritmi della propria manovra, concedendo così un po' di respiro ai rosso-blu che si affacciano dalle parti di Esposito con Ngangue; replica sul fronte opposto di Bazzoni, sempre pericolosissimo. Con il passare dei minuti il Valledoria molla la presa sull'incontro, alla capolista non resta altro da fare che condurre la partita in porto.

Il Thiesi risponde presente grazie al netto 4 a 2 rifilato, di fronte al proprio pubblico, al Fonni, e si mantiene a sole due lunghezze dal vertice, con il primo posto sempre nel mirino. Ennesima giornata da incorniciare per i ragazzi di mister Rassu, che scendono in campo con l'approccio perfetto e dopo appena 14' sbloccano il punteggio grazie al calcio di rigore trasformato da Aloia, ma il Fonni non ci sta e alla mezz'ora impatta con Puddu. Nella ripresa però il Thiesi riparte con rinnovata foga e nel giro di un minuto sigla l'allungo con Aloia, doppietta per lui, e poi con Spanu. Di Pintus il gol che spezza definitivamente le gambe ai fonnesi, che nel finale si possono consolare soltanto con la rete di Tolu.
Colpo in trasferta per la Lanteri di mister Giuliano Robbi che mette sotto scacco un Porto Torres agguerrito e sfortunato allo stesso tempo, che perde Carrozzi, per espulsione, già al 20' della prima frazione; l'episodio risulterà decisivo per le sorti del match. Allo scadere del primo tempo, Sotgiu trova il gol per i sassaresi. Il Porto Torres nella ripresa tenterà il tutto per tutto nel tentativo di acciuffare il pari, ma l'espulsione rimediata da Cossu spegne definitivamente le velleità di rimonta dei locali, che nel finale perdono anche Pittalis, infortunato, chiudendo l'incontro con soli otto uomini in campo.
Battaglia doveva essere e battaglia è stata quella tra Luogosanto e il combattivo Siniscola di mister Matzuzzi: alla fine dei 90' la spuntano i padroni di casa, con il punteggio di 4 a 3, ma le emozioni non sono di certo mancate. I baroniesi si presentano in ottima forma, tengono brillantemente il campo e poco prima del riposo sfondano addirittura per due volte di fila con lo scatenatissimo Allegria. Nella ripresa il copione non cambia: Allegria trova la terza rete in una domenica da incorniciare, per gli ospiti sembra quasi fatta ma a dieci dal termine il Luogosanto manda in scena una reazione che sa di incredibile: Giovanni Secchi accorcia le distanze, poi Mossa sforna una doppietta da capogiro e in 4' la partita è rimessa in perfetto equilibrio. In pieno tempo di recupero arriva il gol di Antonio Secchi per una rimonta stratosferica.
Giornata senza problemi invece per lo Stintino, che si abbatte senza pietà sul fanalino del torneo San Teodoro, sconfitto con un sonoro 5 a 0. Per la prima rete però occorre aspettare la mezz'ora, quando Oggiano sblocca il punteggio in favore dei suoi con un preciso colpo di testa, su assist di D'Amico. Poco prima del riposo il raddoppio, sempre di Oggiano, sugli sviluppi di un lunghissimo lancio proveniente dalle retrovie. Ad inizio ripresa arriva subito il sigillo di D'Amico, che insacca ispirato da Arenoso, poi la conclusione dalla distanza di Delrio su cui Nesta non può nulla. Chiude i giochi bomber Pulina, con un assolo allo scadere.
Punti salvezza pesantissimi per il Bonorva di mister Frau, che in casa la spunta nei confronti dell'Usinese, battuto di misura, per 3 a 2. Deriu regala il vantaggio ai suoi trasformando un calcio di rigore al 25', poi il forte attaccante concede il bis poco prima del riposo. Nella ripresa Marielli cala il tris. L'Usinese a quel punto è costretta a reagire: gol di Saba, poi a segno Usai, che riapre i giochi ma il punteggio non cambierà più. Da segnalare le espulsioni, una per parte, rimediate da Saba e Dedola.
Successo numero sei in stagione per la Macomerese, che si prende i tre punti in palio nel confronto con il Calangianus, dopo un confronto combattutissimo e a tratti decisamente spettacolare: ci provano soprattutto Gargiulo e Sambiagi, da una parte, Urgias, Sini e Puddu per i locali. La rete che decide l'incontro arriva dunque soltanto nella ripresa, quando Marco Mura trova la combinazione vincente per scardinare la retroguardia avversaria, battendo Gobbi su assist di Manuele Mura.
Si chiude invece in parità, per 3 a 3, il match tra Posada e Oschirese, in un confronto ad altissima tensione con ben 10 ammoniti in totale e due espulsi. A Fabrizio Murgia bastano appena 4' per portare i padroni di casa in vantaggio, ma Marras ribalta tutto con una doppietta, a segno a cavallo del 23' e poi con il secondo centro, direttamente su calcio di rigore, allo scadere della prima frazione. Nella ripresa lo spettacolo non manca: momentaneo 2 a 2 firmato da Zela dopo un quarto d'ora di gioco, sugli sviluppi di un penalty; di Vargiu, invece, il nuovo allungo dei granata. Chiude la contesa il gol di Marco Murgia, che rimette definitivamente tutto in equilibrio.

 

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2019/2020
Tags:
Promozione
Girone B