Salta al contenuto principale
Roberto Ogunseye, attaccante, Olbia 1905
La punta entra e stende il Siena dopo il gol a Pistoia

L'Olbia fa il bis di vittorie e spera nella salvezza diretta, l'uomo della provvidenza è ancora Ogunseye

In volata come sette giorni fa. E ancora decisivo Robertone Ogunseye. L'Olbia vince la seconda gara di fila agli ultimi minuti e può sperare ancora nella salvezza diretta. La squadra di Mereu ha avuto pazienza e costanza per un'ora di gioco, poi ha piazzato il colpo vincente con il 22enne mantovano. Un vittoria di importanza vitale alla luce delle sconfitte di Tuttocuoio e Carrarese mentre il Prato ha battuto il Giana Erminio.

 

La gara. Mereu non dispone dell portiere Ricci del centrocampista Tetteh, torna Cossu che prende il posto di Capello in attacco con Ragatzu e Kouko, a centrocampo Muroni, Feola e Piredda, in difesa Pinna, Iotti, Dametto e Cotali, in porta Van Der Want. Scazzola schiera il tridente Jawo, Marotta e Saric, in mediana Ciurria, Guerri e Vassallo, in difesa Panariello, Terigi, D'Ambrosio e Iapichino davanti al portiere Moschin.

Gara bloccata nei primi minuti, il Siena ha bisogno di un punto per la certezza aritmetica della salvezza, l'Olbia deve vincere ma non può commettere passi falsi. Al 7' brivido per i tifosi galluresi quando, sul cross da sinistra di Iapichino, va Marotta impatta dal limite dell'area piccola sbagliando mira. Sospiro di sollievo per Dametto e compagni che si fanno ancora più attenti. A metà tempo aumenta il ritmo la squadra di Mereu. Alla mezzora Panariello ferma Ragatzu pronto a battere a rete in diagonale, poi c'è il bel cross di Cotali per Feola, inserimento perfetto del centrocampista e colpo di testa da posizione favorevole ma non trova lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude con il sinistro a giro di Ciurria con palla deviata in angolo. Sugli sviluppi del corner si accende una mischia ma nulla più. Dagli altri campi notizie positive per

L'inizio della ripresa non è molto diverso dai primi 45' di gioco. I due tecnici provano a cambiare qualcosa inserendo gli attaccanti Steffè e Ogunseye al posto di Ciurria (14') e Ragatzu (18'). L'Olbia vuole il gol e lo trova al 26' con Kouko ma, sulla punizione di Cossu, l'attaccante segna in posizione regolare. Per i bianchi c'è però l'uomo della provvidenza, come sette giorni fa Ogunseye si trasforma nell'uomo del match quando al 37' insacca in tuffo la palla di Cossu crossata da sinistra. Esplode il Nespoli. La squadra di Mereu serra le fila e non concede nulla al Siena portando in porta la seconda vittoria di fila targata anche questa volta Ogunseye. Terzo risultato di fila dei galluresi con il nuovo mister che ha collezionato 7 punti. Superate Tuttocuoio e Carrarese ma avendo vinto anche il Prato i toscani sono in vantaggio negli scontri diretti. L'ultima giornata vedrà i bianchi in casa dell'Arezzo che ha perso il terzo posto a vantaggio del Livorno.

 

OLBIA 1905: Van Der Want; Pinna, Iotti, Dametto, Cotali; Muroni, Feola, Piredda (43' st Benedicic), Cossu; Ragatzu (18' st Ogunseye), Kouko. A disp. Deiana, Idrissi, Geroni, Capello, Murgia, Pisano, Senesi, Quaranta. All. Bernardo Mereu

ROBUR SIENA: Moschin; Panariello, Terigi, D'Ambrosio, Iapichino; Saric (29' st Gentile), Guerri, Vassallo (33' st Grillo); Jawo, Marotta, Ciurria (14' st Steffè). A disp. Di Stasio, Rondanini, Ghinassi, Bunino, Bordi, Stankevicius, Freddi, Ivanov, Secondo. All. Cristiano Scazzola

ARBITRO: Alessandro Pietropaolo di Modena

RETI:37' st Ogunseye

NOTE: Ammoniti: Guerri, Piredda, Dametto, Vassallo, Muroni.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
18 Ritorno
Girone A