Salta al contenuto principale
posada
Il Luogosanto si regala una goleada, primi sorrisi per Macomerese, Stintino e Lanteri

Thiesi bello e spietato a Fonni, l'Ilva perde il passo e scivola al secondo posto, Posada nei quartieri alti; il Bonorva acciuffa l'Usinese in extremis

Dopo 180' di gioco c'è già una sola squadra al comando della classifica: si tratta della corazzata Thiesi, che si prende i tre punti in palio, davvero pesantissimi, nel confronto con il Fonni, battuto di misura, 3 a 2 il finale, al termine di una gara in cui succede veramente di tutto. Rallenta invece la sua corsa l'Ilvamaddalena di mister Acciaro, stoppato sullo 0 a 0 dal Valledoria; continua a correre forte il Posada, che nell'anticipo del sabato supera in trasferta, per 2 a 1, l'Oschirese e sale così a quota 7 in classifica, al secondo posto.
Domenica da incorniciare per il Luogosanto, che straripa, con un tennistico 6 a 2, in casa del Siniscola; primi successi per la Macomerese, che piazza il blitz perfetto contro il Calangianus, e per la Lanteri di mister Robbi che di fronte al proprio pubblico colpisce e affonda il Porto Torres, con un secco 2 a 0. Si sblocca finalmente anche lo Stintino, che passa per 2 a 0 contro il San Teodoro. Si chiude in perfetta parità, con il punteggio di 1 a 1, la contesa tra Usinese e Bonorva.

Il torneo ha già la sua capolista, in solitaria: si tratta del Thiesi di mister Rassu, con i nero-verdi che viaggiano a punteggio pieno dopo le prime tre uscite del campionato e possono godersi l'aria di alta quota, con la bella prestazione offerta nella delicatissima trasferta di Fonni che aumenta l'autostima e l'entusiasmo della truppa, anche perchè tra le due squadre è stata partita vera, bella e combattuta; un confronto che ha dato dunque indicazioni importanti ai due tecnici. Il Fonni parte con il piede pigiato sull'acceleratore: Nonne scalda immediatamente i guantoni di Cossu con una conclusione dal limite; la replica del Thiesi non si fa attendere, al decimo infatti Aloia ha la grande chance per sbloccare il punteggio con un calcio di rigore che però Ruiu intercetta alla grande. Sull'altro fronte ci prova ancora Nonne, ma Cossu è attento. Il Thiesi cresce nelle ultime battute della prima frazione: Ruiu chiude con tempestività su Foddai lanciato a rete, ma poco prima del riposo il punteggio si sblocca: Aloia confeziona una parabola imprendibile dal limite e manda i suoi negli spogliatoi con il vantaggio in tasca. Ad inizio ripresa arriva addirittura il raddoppio: percussione di Lumbardu che guadagna il fondo, la palla arriva a Foddai che da ottima posizione non ha nessun problema ad insaccare. Il Fonni reagisce e cambia marcia, puntando forte su Tolu e Cadau; è proprio quest'ultimo ad offrire al compagno di reparto un assist al bacio che il primo, di testa, spedisce alle spalle di Cossu. I padroni di casa ci credono e si buttano in avanti a caccia del pari, ma offrono il fianco per le ripartenze del Thiesi, con Lumbardu che riceve bene in area di rigore e ripristina le distanze per il momentaneo 3 a 1. Il Fonni però rimane in partita grazie alla prodezza acrobatica di Tolu, che corregge con un colpo di tacco spettacolare il corner calciato da Nonne. Il Thiesi arretra il proprio baricentro a difesa del vantaggio, per Cossu il pomeriggio si complica, con il portiere che deve sventare la conclusione di Nonne e poi si ripete a tempo ormai scaduto su Cadau, per un intervento che vale quasi come un gol fatto. L'espulsione di Nonne, negli ultimi secondi di gara, spegne definitivamente le velleità di rimonta dei locali.

Tutto bloccato invece nel match tra Valledoria e Ilvamaddalena: le due squadre danno vita ad un confronto molto equilibrato, a mancare però sono i gol, con lo 0 a 0 iniziale che non si schioda nel corso dei 90' di gioco. Nella prima frazione il Valledoria controlla bene le sfuriate della compagine ospite e prova a pungere con Milia, ma le sue due conclusioni non inquadrano lo specchio della porta. Alla mezz'ora, il direttore di gara annulla una rete a Vuanello per fuorigioco millimetrico. La ripresa si apre con il botta e risposta tra Danieli, bella la parata di Jackson, e il solito Milia; l'occasione più ghiotta parte dai piedi di De Santis che fa tremare la traversa della porta difesa dall'estremo difensore di casa. Gli ospiti chiudono il match in inferiorità numerica, espulso Gallo, ma hanno le forze per costruire due nitide palle gol con Valenti, ma Jackson si conferma attento e insuperabile.
Al secondo posto, a quota sette, sale dunque il Posada, che nell'anticipo di sabato ha avuto la meglio ai danni dei padroni di casa dell'Oschirese, 2 a 1 il finale: partenza brillantissima per i granata allenati da mister Fogu, che dopo appena quattro minuti si portano in vantaggio grazie alla rete siglata dal solito Davide Budroni, ma poco prima del riposo Fabrizio Murgia regala il pari ai suoi. L'espulsione di Luca Deledda complica le cose agli ospiti, che però trovano le forze per centrare il sorpasso con Salvatore Melino, che ad inizio ripresa sfrutta al massimo un corner e mette la firma sul successo numero due dei bianco-celesti.
Seconda vittoria anche per il Luogosanto che si gode una domenica da incorniciare grazie al tennistico 6 a 2 rifilato a domicilio al Siniscola di Farina: i padroni di casa partono bene, con la rete di Allegria alla mezz'ora del primo tempo, ma poi subiscono il pari di Mossa. Nella ripresa invece sale in cattedra Degortes che con una doppietta lancia la volata dei suoi; a segno anche Del Soldato e Pilo, allo scadere del match, con due gol che arrotondano ulteriormente il punteggio. Di Arrica il secondo punto del Siniscola.
Dopo due pareggi di fila arriva il primo successo in campionato per la Macomerese, che si aggiudica l'intera posta in palio nel confronto in esterna contro il Calangianus, grazie all'1 a 0 maturato al termine dei 90' di gioco: i ragazzi di mister Mura hanno mandato chiari segnali di crescita, con un buon primo tempo, decisamente propositivo; al 26' Cabras batte Mariani e porta i suoi in vantaggio. Nella ripresa c'è il ritorno del Calangianus, che sbatte però sul reparto arretrato avversario: Ladu e soci rischiano in più occasioni ma alla fine reggono bene all'urto.
Primo successo e primi tre punti della stagione anche per i sassaresi della Lanteri, che battono il Porto Torres con un secco 2 a 0: i ragazzi di mister Robbi trovano il vantaggio dopo appena 12' grazie alla complicità del difensore avversario Valenti, per uno sfortunatissimo autogol. La partita si mette in discesa per i locali che raddoppiano in contropiede con il solito, imprendibile Igene, con l'attaccante che poco dopo sciupa l'occasione per calare il tris, perdendo il duello dagli undici metri con Sotgiu. Nella ripresa il Porto Torres prova il tutto per tutto per riaprire la gara, ma i tentativi di Valente e Carrozzi, su tutti, non producono gli esiti sperati.
Per il quotatissimo Stintino la prima vittoria in stagione era ormai soltanto una questione di tempo: al terzo tentativo i ragazzi di mister Ivan Cirinà fanno finalmente centro, battendo con un secco 2 a 0 il San Teodoro dei giovani, che nel frattempo è stato affidato alle cure di mister Ciarolu. Il vantaggio arriva al quarto d'ora, grazie alla bella giocata di Pulina; poco prima del riposo il raddoppio di Sias che mette in ghiaccio la contesa, con i padroni di casa che non riescono a riaprire il confronto e lo Stintino che tiene bassi i giri del proprio motore.
Sfuma sul più bello il primo successo stagionale dell'Usinese, che non riesce ad avere la meglio su un Bonorva mai domo, con i bianco-rossi che collezionano il terzo pari consecutivo. Buon primo tempo per Bagniolo e soci, che occupano bene il campo e cercano di mettere in difficoltà la difesa avversaria, che comunque regge piuttosto bene e concede poco. Ad inizio ripresa i padroni di casa sfondano con Saba, ma il Bonorva ci crede sino all'ultimo e vede i suoi sforzi premiati dal gol di Deriu, allo scadere.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2019/2020
Tags:
Promozione
Girone B