Salta al contenuto principale
Giuseppe Cocco, attaccante, Tonara
Diaz segna su punizione, Nnamani risponde di testa

Coppa Italia, il Tonara riprende lo scatto del Muravera: l'accesso in finale si deciderà in casa dei barbaricini

Un gol per tempo e finisce in parità il primo round delle semifinali di Coppa Italia tra Muravera e Tonara. Un pareggio giusto perché se è vero che i sarrabesi hanno avuto nella ripresa la palla del 2-0 con Diaz (già autore alla mezzora della punizione-capolavoro del vantaggio) poco prima di subire l'1-1 di Nnamani (perfetto stacco di testa), è altrettanto vero che i barbaricini hanno avuto alcune occasioni nel primo tempo con Sanna e Succu e nella ripresa con Pili (piatto destro fuori misura da distanza ravvicinata) e Cocco (salvataggio sulla linea di Massessi). Perciò l'accesso alla finale è rimandato alla gara di mercoledì 29 novembre al "Su Nuratze" con i ragazzi di Prastaro in leggero vantaggio se non altro perché premiati dallo 0-0 in partenza.

 

La gara. Oliveira non rischia Totò Bruno e non può disporre dell'infortunato Piccarreta, per di più in precarie condizioni fisiche ci sono Satta, mediano con Madeddu, e Todde, al centro della difesa con Massessi, mentre gli esterni bassi sono Zugliani e Lampis, quelli alti Diaz e Legname, in porta c'è Pioli e il duo d'attacco è Garcia-Boi. A Prastaro manca da diverse settimane il centrocampista Alessio Bruno e il jolly Fois, sceglie in mediana Pili e Trogu, sulla trequarti ci sono Sanna, Succu e Littarru in appoggio a Calaresu, i quattro di difesa sono Boi, Sau, Nnamani e Poddie, in porta Forzati. Pronti-via e Satta sfiora lo specchio di porta impattando la palla calciata da Boi su punizione. Subito dopo arriva una pioggia torrenziale che fa scivolare il pallone rendendo più veloce il gioco e frenetica la partita. Al 7' Sanna va via a destra e mette in area un insidioso cross abbrancato da Pioli. Marco Boi si dà da fare e cerca spazi per la conclusione, che arriva al 19' dai venti metri, la palla angolata rimbalza sul tuffo di Forzati bravo e reattivo a deviarla in corner. Passano 10' di leggera supremazia del Tonara (bene in mezzo al campo il '99 Trogu spalleggiato da capitan Pili) e il peperino Sanna imita Boi scoccando un destro dal limite, la palla indirizzata all'angolino è deviata in corner da Pioli. D'improvviso si sblocca il match, Garcia viene messo giù da Poddie ai sedici metri, sulla palla ci va Diaz - già a segno su calcio piazzato domenica contro il Valledoria - e l'argentino si ripete spedendo la palla sopra la barriera e alle spalle di Forzati. Il Tonara non ci sta e reagisce immediatamente, Fabio Boi spinge a destra e crossa all'indietro per l'accorrente Succu, il classe 2000 calcia di prima intenzione con potenza ma la palla esce di un soffio. La gara sale ancor di più di tono, i barbaricini spingono concedendo qualche metro in più ai sarrabesi, in chiusura di tempo Legname si accentra da sinistra e calcia col destro, para Forzati; mentre Sanna sta per approfittare di un controllo difettoso della palla da parte di Lampis ma l'azione sfuma. Sul duplice fischio si fa male Calaresu (torsione al ginocchio), il bomber tonarese torna in campo dopo il riposo ma deve cedere il posto dopo 4' a Cocco. Alcuni pericoli nascono dai calci piazzati di Sanna e Marco Boi con palloni in area che sono lavoro per Pioli e Forzati. Si gioca in trenta metri perché le difese prevalgono, nel ring si esaltano i giocatori di lotta. Al 16', però, il Tonara crea una colossale palla-gol: il merito è di Littarru che approfitta di un intervento a vuoto di Zugliani (sbagliata la lettura sul cambio gioco), l'esterno rossonero rientra superando in dribbling il difensore, palla in mezzo per Cocco, che appoggia per l'accorrente Pili, il capitano apre il piatto e manda clamorosamente al lato. Sul ribaltamento di fronte, spunto in area di Legname con conclusione in diagonale di sinistro, palla alzata sopra la traversa da Forzati. Sul tiro dalla bandierina Satta manda fuori di testa. Al 20' ancora barbaricini vicinissimi alla marcatura, palla in verticale per Cocco, che di punta tocca la palla anticipando l'uscita di Pioli, arriva come un fulmine Massessi che in scivolata salva sulla linea di porta. A metà ripresa Oliveira manda in campo Onano per Garcia, il belga ha avuto qualche buono spunto ad inizio gara ma poi ha inciso poco contro Sau e Nnamani. Il difensore nigeriano, al 28', si rende invece protagonista di una leggerezza facendosi soffiare palla da Diaz che poi sfrutta il blocco di Onano su Sau per infilarsi in area fin sotto Forzati, bravo a chiudere il destro in diagonale dell'argentino mentre a centro-area Legname reclamava la palla da spingere in rete. Al 32' Diaz lascia il campo per Zinzula, passano 2' e Littarru calcia in diagonale col sinistro, palla deviata in angolo. Dalla bandierina Sanna pesca la testa di Nnamani che trafigge Pioli. L'ex Budoni festeggia il suo primo gol in maglia rossonera con la solita capriola, come fece nel 2013 quando militava nella Nuorese e segnò ai sarrabesi nella stessa porta. Il pareggio appaga il Tonara mentre il Muravera non ha la forza di un ultimo assalto. Il duello è rimandato alla gara di ritorno, 4 giorni prima quella di campionato con le stesse squadre e sullo stesso campo. Domenica i ragazzi di Oliveira avranno l'affascinante derby sarrabese in casa del Castiadas, i rossoneri di Prastaro ospitano il Calangianus alla ricerca della quinta vittoria nelle ultime sei giornate.

 

MURAVERA: Pioli, Massessi, Lampis, Garcia (24' st Onano), Todde,  Madeddu, Legname, Luca Zugliani, Diaz (32' st Zinzula), Satta, Marco Boi. A disp. Cogoni, A. Oliveira, Mirco Zugliani, Mura, Atzori. All. Luis Oliveira. 

TONARA: Forzati, Poddie, Fabio Boi, Pili, Nnamani, Sau, Littarru, Trogu (28' st Moro), Succu (24' st Falchi), Sanna, Calaresu (4' st Cocco). A disp. Tore, Pintus, Pala, Fadda. All. Antonio Prastaro. 

ARBITRO: Francesco Cozzolino di Oristano.

RETI: 32' pt Diaz, 34' st Nnamani.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
Coppa Italia semifinali