Salta al contenuto principale
Campionati di calcio
Secondo tempo fatale per gli uomini di Perra

Cus, sconfitta amara per i cagliaritani

Una partita ricca di emozioni e colpi di scena. Questo è il modo più semplice per descrivere la partita di ieri, 11 Maggio, che ha visto di fronte le formazioni universitarie di Cagliari e Parma. Gli emiliani si sono imposti sui sardi in rimonta con il risultato di 2-3 dopo che i cagliaritani avevano chiuso il primo tempo sul 2-0 con due reti di Tronu. Andiamo però con ordine. La gara è stata combattuta sin dai primi minuti con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto con l'intento di portare a casa il gustoso bottino. Il primo squillo è degli ospiti con Melegari che a tu per tu con Rassu si fa ipnotizzare dal portiere di Casa, ottimo nell'uscita sui piedi dell attaccante parmigiano. Al 20° arriva la prima svolta del match, Atzori sguscia in area e a tu per tu con il portiere ospite viene abbattuto da quest'ultimo. L'arbitro Deiana non ha dubbi e decreta il calcio di rigore che Tronu trasforma spiazzando il portiere avversario. Sulle ali dell'entusiasmo e sostenuti da un ottimo equilibrio tattico, i ragazzi di Virgilio Perra si riversano in avanti alla ricerca del raddoppio. Prima Aiana sfiora il gol su suggerimento di Tronu, poi lo stesso Tronu, imbeccato al 30° da un passaggio filtrante di Callai, non lascia scampo al portiere ospite con un preciso diagonale mancino. Il primo tempo si conclude poi senza grandi sussulti, con i padroni di casa che amministrano la gara fino al duplice fischio. La ripresa parte sulla falsa riga del primo tempo, con i Ragazzi di Perra che propongono gioco e si muovono bene, ma le energie sono ormai poche (complice il fatto che i campionati regionali isolani siano ormai finiti da 3 settimane) e dal 15° i sardi iniziano ad accusare la stanchezza. Salgono dunque in cattedra gli ospiti che prima si vedono annullare giustamente un gol, poi al 22° beneficiano di un calcio di rigore concesso per atterramento ai danni di Melegari che va sul dischetto e trasforma la preziosa palla in gol. Il gol del pari arriva 8 minuti più tardi con Fyda che a tu per tu con Rassu è freddo e insacca la sfera. Al 34° gli ospiti replicano con un' azione fotocopia con Pellacini che porta la partita sul 2-3. L'ultima emozione è di marca sarda con Garau che da 30 metri trova un gran tiro che sfiora di poco la traversa. Il risultato non cambia più e gli emiliani, rendendo merito ai sardi per l'ottima prestazione, possono festeggiare il passaggio del turno e la qualificazione agli ambitissimi CNU.

 

Cus Cagliari: Rassu, Nepitella, Garau, Corongiu, Musio, Farci, Aiana, Callai, Tronu, Pilosu, Atzori.

Reti: Tronu(R) (C), Tronu (C), Melegari(R) (P), Fyda (P), Pellacini (P).

In questo articolo
Allenatori:
Argomenti:
Stagione:
2015/2016