Salta al contenuto principale
Davide Carrus, centrocampista, Castiadas
Il Guspini vince e divide l'ultima piazza con Orrolese e Valledoria

Il Castiadas vira in testa, il Sorso rallenta e l'Atletico Uri agguanta lo Stintino, la Torres va ko a Tonara

È un titolo platonico ma che nasconde il suo significato, il Castiadas si aggiudica il titolo di campione d'inverno vincendo la difficile gara con il Samassi e staccando di tre lunghezze il Sorso fermato in casa dal Valledoria. Lo Stintino non va oltre il pari a Monastir e si ritrova addosso l'Atletico Uri - vittorioso con la Ferrini - capace di rimontare 10 punti in 5 partite alla squadra di Udassi. Il Muravera pareggia senza segnare a Orroli ma consolida la quinta piazza perché la Torres cade a Tonara e viene agganciata dai barbaricini. Importantissima la vittoria del Guspini contro il Taloro e ultimo posto non più in solitaria per i mediocampidanesi. Un infortunio all'arbitro fa rinviare il match-salvezza tra Ghilarza e Calangianus.    

 

CASTIADAS-SAMASSI 2-1

Per chi guarda la classifica poteva sembrare un match dall'esito scontato ma se si guarda al valore dei giocatori messi in campo dal Samassi quello che ha vinto il Castiadas è un vero e proprio scontro diretto per il primo posto. La squadra di Busanca ha confermato che le tre vittorie di fila valevano un principio di guarigione e ha condotto la gara per i primi 20' cercando la via del gol con Nurchi, Passoni e Angheleddu, i sarrabesi hanno risposto con i tentativi di Figos e Carrus. Nel finale di tempo deflagra la capolista, al 38' Mesina gira imparabilmente in rete di testa una palla crossata da Pinna (classe 2000), 2' dopo D'Agostino si procura un calcio di rigore che Carrus trasforma e al 43' Figos spedisce sul palo la palla del 3-0. Nella ripresa un frangente di grande calcio per i sarrabesi devastanti a destra con Cordeddu, poi l'ingresso di Sogus ridà coraggio ai mediocampidanesi che accendono l'ultima parte di match quando Vignati fa l'attaccante aggiunto. L'ex Tortolì accorcia le distanze e, 1' dopo, fallisce il 2-2 mandando di poco al lato la palla colpita di testa in anticipo su Mereu. La squadra di Seba Pinna vira al primo posto a metà percorso con il doppio delle gare vinte (10) rispetto ai pareggi (5), il terzo miglior attacco (30) e la miglior difesa (11).

 

SORSO-VALLEDORIA 1-1

Cercava la sesta vittoria in casa e, con l'aiuto del Samassi, anche il primato al giro di boa ma il Sorso incappa in una prestazione incolore e non va oltre il pari col Valledoria. Che i suoi meriti ce li ha perché dal mercato di dicembre si è rifatto un po' il look non dando quei riferimenti agli avversari come l'aver fatto esordire l'argentino D'Amico autore dell'1-1 su calcio di rigore dopo che Pulina aveva firmato il vantaggio sfruttando al meglio una cavalcata palla al piede di Delogu di 40 metri. La gara era stata aperta dall'occasione di Caddeo sventata da Deliperi, poi i rossoblù di Ventricini si sono fatti intraprendenti e pericolosi con Simone Scotto, pronto a dare un dispiacere al papà Pierluigi. Spettacolari ma imprecise le conclusioni di Falchi (rovesciata) e Pulina (girata di destro). Nella ripresa la vice-capolista resta in dieci per l'espulsione di Pes, ci provano Scotto e Pitruzzello per i rossoblù, poi Cherchi anticipa Sougou (altro esordio) al momento del tiro, i biancocelesti più vivi nel finale con Cacace che impegna l'ex Deliperi che poi si salva nel recupero quando Caddeo spara alle stelle un calcio di rigore. Il Sorso scende a -3 dal Castiadas, per il Valledoria un punto di speranza.

 

KOSMOTO MONASTIR-STINTINO 2-2

Monastir due volte avanti e Stintino due volte a rimediare, la seconda in pieno recupero con il capocannoniere Doukar costretto a rispondere alla magnifica punizione di Emiliano Melis che aveva fatto secco Secchi a 4' dal termine. Nel primo tempo era stato Chessa, uno dei volti nuovi della Kosmoto insieme con Cocco e Muzzu, con un perentorio colpo di testa al quale aveva replicato Delrio approfittando dello spazio lasciatogli da Bratzu sulla corsia di destra. La vittoria manca da troppo tempo in entrambi i fronti, la squadra di Cordeddu non esulta da 7 turni (2-1 all'Atletico Uri l'1 novembre) e quella di Udassi da 5 (3-0 al Guspini) durante i quali ha sempre pareggiato perdendo contatto (e 8 punti) dalla capolista.   

 

ATLETICO URI-FERRINI 4-1

Continua inarrestabile la marcia dell'Atletico Uri alla sesta vittoria di fila che vale l'aggancio al terzo posto. La Ferrini resta in gara finché può arginare il gioco offensivo dei ragazzi di Salaris, passati in vantaggio con Matteo Tedde già al 3' di gioco e ripresi una decina di minuti dopo con il rigore trasformato da Fabio Argiolas. Poi è Puddu, con un sinistro a giro, a riportare i giallorossi avanti già al 22' mentre Tronci evita il tris opponendosi a Mura prima del riposo. Nella ripresa Sotgia si oppone ad Argiolas e salva il vantaggio minimo prima che Puddu e il neo-entrato Cuccu portino il risultato a distanza di sicurezza. Piras e compagni si fanno minacciosi e promettono battaglia per il primo posto nel girone di ritorno. 

 

ORROLESE-MURAVERA 0-0

Le scorie della Coppa Italia si fanno sentire addosso ai sarrabesi che rischiano di lasciare le penne sul campo dell'Orrolese. Senza Satta squalificato, Bruno e Diaz infortunati e Todde svincolato, i sarrabesi devono rivedere la formazione ma si rendono pericolosi con Onano (colpo di testa fuori) e Gueye sul tiro del quale salva Aramu. I sarcidanesi impegnano Pioli prima Podda e poi con Caddeo. Nella ripresa la squadra di Zottoli ci tenta con Melis (appena arrivato dal Budoni) e Caddeo (tiro al lato), i gialloblù con Onano impegnano Piroddi (all'esordio e pure ex) chiamato alla deviazione in angolo ma chiudono in riserva: l'occasionissima capita nei piedi di Moi che calcia centrale una volta di fronte a Pioli. 

 

TONARA-TORRES 2-1

Vittoria e aggancio a quota 22 per un Tonara gasato dall'ingresso in Coppa Italia e dalla storica sfida contro i sassaresi fermati ancora una volta nella loro tappa di avvicinamento al quinto posto. Gara sbloccata al 14 da Pili che si procura un rigore e trasforma riscattando l'errore contro il Muravera. Il capitano però è protagonista in negativo 8' dopo nel pareggio di Scioni per aver causato il rigore trattenendo Merenda. Poi Sanna impegna Pinna e il fantasista di Belvì piazza il sorpasso su calcio di punizione aiutato da una deviazione che inganna Pinna. I sassaresi rispondono con Fideli (para Forzati) e Scioni ma è Cocco a mancare il tris calciando addosso al portiere da pochi passi. Nella ripresa rossoblù in dieci per l'espulsione di Scioni (fallo su Cocco lanciato in porta), con l'uomo in meno la squadra di Tortora ci prova con Mannoni su punizione ma vola Forzati, poi il neo-entrato Superchi sciupa due importanti occasioni con in mezzo la para di Forzati sul colpo di testa di Chelo. I rossoneri di Prastaro, stanchi per la gara di Coppa stringono i denti e portano a casa tre punti d'oro. La Torres non decolla e sabato sarà di scena a Monastir.

 

GUSPINI TERRALBA-TALORO GAVOI 1-0

La cura Marco Piras fa bene al Guspini che dopo il ritorno al gol (al punto) contro la Ferrini ritrovano la vittoria battendo di misura l'ostico Taloro. Decide il match l'attaccante Giuseppe Corona, all'esordio in maglia biancorossa e subito determinante in un campionato come l'Eccellenza dopo due stagioni e mezzo fatte in Promozione. La squadra di casa comanda il gioco, Serpi si fa ipnotizzare di fronte a Tilocca, i gavoesi non danno spazio ma restano in dieci per l'espulsione di Biscu (fallo su Marci) prima del riposo. Nella ripresa possesso palla accentuato ma Corona e Viani non riescono a sbloccare il match. Anzi, i rossoblù tentano il colpaccio con la girata volante di Falchi, palla sulla traversa, Il gol-partita lo confeziona Viane e lo esegue Corona. Il finale si infiamma, il portiere Pillitu (ottimo esordio) nega il pari a Falchi mentre i biancorossi falliscono alcune ripartenze ma portano a casa una importante vittoria che serve a non sentirsi più soli all'ultimo posto.  

 

GHILARZA-CALANGIANUS 1-1

È durata poco più di mezz'ora circa la partita al Walter Frau, interrotta e poi sospesa per l'infortunio all'arbitro Cozzolino. Il punteggio era stato smosso dal gol di Stefano Serra, esordiente proveniente dallo Stintino, e l'immediata risposta di Tronu. I guilcerini puntavano al sorpasso ai galluresi che così mantengono il punto di vantaggio con la gara che potrebbe recuperarsi sabato 30 dicembre. 

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
15 Andata