Salta al contenuto principale
Antonio Lai, Marco Piras, Guspini Terralba
Il tecnico e il mediano: «Col Ghilarza uno spareggio da vincere»

Il Guspini a velocità doppia, Piras: «Cammino straordinario ma ci aspettano altre gare durissime». Lai: «Abbiamo svoltato, i risultati arrivano e ci salveremo»

I numeri, quando non sono definitivi, raccontano una verità ancora parziale ma sono quelli che fotografano al meglio il momento e illuminano una tendenza. Nella corsa salvezza c'è una squadra, il Guspini Terralba, che sta avendo una velocità doppia rispetto alle avversarie. Nove giornate fa, la matricola mediocampidanese era all'ultimo posto con 6 punti dopo 13 turni e con una lunga astinenza da gol di 8 partite, con l'arrivo in panchina di Marco Piras la svolta con 18 punti conquistati, recuperando terreno su tutte le avversarie: 15 al Taloro, 11 all'Orrolese, 10 a Valledoria e Tonara, 7 a Calangianus e Ghilarza, 6 al Monastir. Quest'ultima affrontata e battuta 3-0 domenica sul proprio campo.

«Abbiamo incontrato una squadra che vale i playoff - dice il tecnico Marco Piras - non li abbiamo fatti ragionare prendendoli alti e soffocando le loro fonti. Abbiamo fatto tre gol, il portiere Zanda ha fatto alcune parate ma siamo stati bravi a non farli calciare in porta. Non possiamo cullarci sugli allori, dobbiamo giocare sempre al calcio e attaccare, se perdiamo perché gli avversari sono più forti di noi ci sta ma noi dobbiamo sempre metterci cuore, anima e organizzazione. Ci alleniamo duramente per ottenere questi risultati, Sono contento che i ragazzi mettano in pratico ciò che proviamo». Il Guspini, dopo tanti mesi, si trova fuori dai playout: «Stiamo facendo un cammino straordinario, per certi versi impensabile. Solo il Castiadas ha fatto meglio di noi nelle ultime 9 giornate però non abbiamo fatto ancora niente, siamo lì nelle sabbie mobili e dobbiamo stringere i denti per mantenere quello che abbiamo conquistato. Non sarà facile perché ci aspettano partite durissime come quella col Ghilarza, un altro spareggio. Alleno un bel gruppo di giocatori che al più presto vuole uscire da questa situazione di classifica».

 

Antonio Lai è il perno del centrocampo: «È stata la miglior gara di tutta la stagione, ce la siamo giocata per vincere, sono contento per i tre punti avendo recuperato terreno su molte avversarie. Col Ghilarza ora abbiamo uno scontro fondamentale, vincendo può cambiare il nostro campionato. La squadra c'è sempre stata, giocavamo bene anche con mister Spini ma le cose non andavano bene, con l'arrivo di Piras abbiamo trovato la strada giusta, ci alleniamo bene, il gruppo è bellissimo, sono arrivati poi Corona, Damiano e Pillitu che stanno facendo benissimo così come gli ultimi due giovani, i gemelli Floris. È importante anche subire pochi gol, stiamo dimostrando di avere valori e ottimi giocatori. Abbiamo svoltato, i risultati arrivano e ci salveremo. Non è ancora finita ma penso che ci toglieremo altre belle soddisfazioni».

In questo articolo
Giocatori:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
7 Ritorno

Archivio articoli in evidenza