Salta al contenuto principale
Enrico Verachi, centrocampista, Nuorese
Espulso Strumbo, ad inizio ripresa la doppietta di Cissè

La Nuorese tutto cuore e orgoglio, batte il San Teodoro giocando in 10 per un'ora e spera nella salvezza

Era sull'orlo del baratro e ha tirato fuori gli artigli per azzannare una vittoria pesantissima. La Nuorese risorge dalle ceneri di un inspiegabile 7-0 rimediato in casa dell'Atletico e batte 3-2 il San Teodoro con orgoglio e cuore in uno scontro diretto giocato per un'ora con l'uomo in meno per l'espulsione di Strumbo quando la gare era sul punteggio di 1-1 per via del botta e risposta tra Guarino e Bonati. Ad inizio ripresa arriva l'uno-due decisivo firmato da Cissè perché rende nullo il gol di Spano, un successo che sancisce la rinnovata unione tra il presidente Artedino e il gruppo degli ultrà dopo il chiarimento che ha riportato il mondo verdazzurro ad essere un tutt'uno per arrivare alla salvezza. Con lo spirito messo in campo dalla squadra di Fraschetti anche la salvezza diretta può essere ancora acciuffata. Per i viola di Sanchez è l'ennesima occasione persa per fare punti, come già capitato in altre occasioni, ma anche la conferma di una candidatura alla corsa per evitare la retrocessione diretta.

 

La gara. Più di mille spettatori al Frogheri grazie anche ai numerosi tagliandi gratuiti che la società ha messo a disposizione nelle scuole di Nuoro. I verdazzurri partono bene e si rendono pericolosi al 2' con il tiro di Cissè, debole e respinto da un avversario, e al 4' con la conclusione di Compagno da fuori che si spegne sul fondo. Altri sessanta secondi e la stessa punta ex Argentina Arma impegna Salvietti. Al 12' la Nuorese passa in vantaggio: angolo di Verachi, palla a centroarea per Guarino che stacca più in alto di tutti e insacca alle spalle di Salvetti. Il San Teodoro reagisce e pareggia 3' dopo nella stessa maniera: angolo di Raimo e Bonati risolve la mischia in area. Si ritorna al punto di partenza con le squadre belle calde e rodate. Tanti capovolgimenti di fronte, ci provano Infante e poi Compagno, anticipato al momento del tiro, per i padroni di casa e poi Spano al 21' ma Carboni c'è. Primo cambio al 27': Infante, toccato dura da un avversario, lascia il posto a Goh. Al 29' Spano calcia di poco fuori su assist di Varela. Superata la mezz'ora la Nuorese resta in dieci per l'espulsione di Strumbo e il probabile calcio di rigore al San Teodoro che l'arbitro Di Graci poi non accorda. La squadra di casa non demorde e attacca con Compagno (palla fuori), i viola rispondono con Varela (para Carboni) e l'ex Masocco (tiro al lato). Prima del riposo c'è un doppia cambio ordinato da Fraschetti, fuori Tobaldo e Compagno per Bilea e Cadau, un rientro importante del capitano dopo tante giornate di assenza. Al 44' Rosano chiama Salvietti alla parata e poi tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa accade quello che in pochi si aspettano. La squadra in inferiorità numerica prende il largo grazie allo scatenato Cissé. Prima costringe Salvetti a rifugiarsi in angolo e poi lo "uccella" al 3' sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Verachi con la sponda decisiva di Guarino. L'attaccante francese concede il bis 3' dopo battendo Salvetti in contropiede su perfetto lancio di Verachi. Il San Teodoro non si dà per vinto, al 7' Masocco costringe Carboni a deviare la palla in angolo. Sanchez manda in campo il nuovo acquisto Mauro Ragatzu, esperto attaccante classe 1982 fratello di Daniele ex Cagliari e ora all'Olbia. Al 15' i viola sfiorano il gol con Varela, palla respinta dal palo. La rete la trova Spano al 26' con un gran tiro da fuori area, Carboni è superato. Torna la paura in casa Nuorese e Fraschetti infoltisce la difesa con l'ingresso di Lazazzera per Verachi e poi quello di Gallo per Cissè. Il finale è tutto in sofferenza con i verdazzurri a respingere gli ultimi disperati attacchi dei galluresi. Al triplice fischio scoppia la gioia in casa Nuorese che ora andrà all'attacco anche sul campo dell'Anzio. Il San Teodoro dovrà cercare punti importanti nel match casalingo contro l'Ostia.

 

NUORESE: Carboni, Rosano, Sana, Mira, Guarino, Strumbo, Bilea (40' pt Cadau), Verachi (31' st Lazazzera), Cissè (40' st Gallo), Compagno (40' pt Tobaldo), Infante (27' pt Goh). A disp. Ferrara, El Otmani, Bengala, Palma. All. Fabio Fraschetti.

SAN TEODORO: Salvetti, Bagattini (11' st Ragatzu), Raimo (45' st Fanti), Masocco (38' st Rapone), Bonati (36' pt Franca), Russo, Congiu (20' st Caldarelli), La Vista, Varela, Spano, Doddo. A disp. Fil. Uccheddu, Fed. Uccheddu, Ferraro, Musu. All. Carlo Sanchez

ARBITRO: Alberto Di Graci di Como

RETI: 12' pt Guarino, 15' pt Bonati, 3' st Cissè, 6' st Cissè, 26' st Spano.

NOTE: Espulso al 32' pt Strumbo. Ammoniti: Spano, Doddo, Varela, Caldarelli, Rosano, Guarino. Angoli: 2-6. Recupero: 4' +3'. Spettatori: 1300 circa

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
6 Ritorno

Archivio articoli in evidenza