Salta al contenuto principale
Lamine Doukar, attaccante, Stintino
Doukar e Carboni fanno il sorpasso, biancocelesti soli in vetta

La Torres dura un tempo, lo Stintino rimonta e agguanta la quarta vittoria di fila

Continua il momento magico dello Stintino. La matricola del Golfo dell'Asinara si è tolta lo sfizio di battere anche la Torres con i suoi 114 anni di storia alle spalle e che per tanti anni ha rappresentato il nord Sardegna tra i professionisti. Una grande soddisfazione per la compagine del borgo marinaro di poche migliaia di abitanti, che ha scritto così un'altra pagina importante della sua storia calcistica, nata nel 1971. In uno stadio Devilla di Codrongianos, gremito in ogni ordine di posto, le due squadre hanno dato vita a un incontro molto bello e combattuto e ricco di occasioni da rete. Alla Torres non è bastato giocare un buon primo tempo, oltre all'incitamento, costante, assordante e caldissimo dei suoi oltre 400 tifosi giunti da Sassari. Al gol iniziale di Delrio, i rossoblù avevano risposto con i sigilli di Lo Coco e Sarritzu chiudendo i primi 45' in vantaggio. Nella ripresa, gli uomini di Udassi non si sono scoraggiati, hanno giocato in maniera straordinaria su tutti i fronti, costringendo la Torres a chiudersi nella propria metà campo e a spegnersi col passare dei minuti. A determinare la rimonta biancoceleste ci hanno pensato i sigilli di Doukar e Carboni, costringendo i rossoblù al primo dispiacere stagionale.

 

Formazioni. Entrambe le contendenti in campo col 4-2-3-1. Stefano Udassi schiera Secchi in porta, linea difensiva a quattro composta da Fois, Sini, Carrucciu e Tuccio, Gadau e Cardone sono i due mediani davanti alla difesa, Cherchi, Carboni e Delrio il tridente dei trequartisti dietro l'attaccante Doukar. Ivan Cirinà risponde con Pinna tra i pali, in difesa Patta, Pitta, Caterisano e Spanu, Piga e Scioni i due mediani a copertura, i trequartisti Diouf, Sarritzu e Cocco in appoggio all'unica punta Lo Coco.


Primo tempo. In avvio, i padroni di casa si rendono subito pericolosi. Dal cronometro sono appena trascorsi due minuti e Delrio calcia col destro un diagonale a incrociare che sfiora l'incrocio dei pali. La risposta torresina non si fa di certo attendere. Al 7' assolo di Diouf che sfrutta la sua corsia di competenza e prova ad impensierire Secchi con un tiro cross che si spegne sull'esterno della rete. Gli equilibri di questi primi minuti della contesa si spezzano al 10': Pinna respinge come può una conclusione all'interno dell'area di rigore di Doukar, sulla palla si avventa come un falco Delrio che insacca col più classico dei tap-in. La Torres reagisce immediatamente e dopo soli due giri di orologio perviene al pareggio: Caterisano porta palla ed effettua un passaggio filtrante sul quale Cocco fa il velo per favorire Lo Coco, che da solo in mezzo all'area non lascia scampo a Secchi con un destro angolato. Malgrado il gol subito lo Stintino non resta a guardare e stretto giro di posta, confeziona due buone opportunità per riportarsi in vantaggio. Al 15' Cherchi si accentra e da buona posizione calcia un destro che termina alto di poco oltre la traversa. Poco dopo, la Torres, corre un altro grosso pericolo: Doukar anticipa Pitta e tocca per il solito Cherchi il cui sinistro a fulmicotone all'interno dell'area di rigore, lambisce il palo alla destra di Pinna. La gara è vivace e divertente. La Torres sospinta dall'entusiasmo ed incitamento dei suoi calorosi sostenitori prova a prendere in mano il comando delle operazioni alzando il baricentro. Nella zona nevralgica del campo, il duo rossoblu Scioni-Piga appare più pronto e attivo di quello biancoceleste composto da Cardone e Gadau. Al 20' cross sulla sinistra di Spanu, la palla a centro area prima carambola sulla testa di Carrucciu, che rischia il più classico degli autogol per poi terminare la corsa in angolo. Sul susseguente tiro dalla bandierina di Cocco, Pitta tenta il colpo di testa vincente sottoporta senza esito e la sfera si perde sul fondo. Al 25' la Torres si rende ancora insidiosa su palla da fermo: Cocco batte un calcio d'angolo dalla sinistra, pescando il vivace Sarritzu a centro area, l'ex Castiadas anticipa tutti con un perentorio colpo di testa, mandando però alto sopra la traversa. Buon momento per la Torres, che però, al 29', non sfrutta un'altra occasione: Piga apre per Sarritzu che con una serie di finte prima si libera di Carrucciu per poi calciare un destro insidioso sul quale Secchi si oppone respingendo col piede. Al 35' Sarritzu, uno dei migliori tra le fila dei rossoblù, prova ancora a creare scompiglio nella retroguardia biancoceleste, tenendo prima palla per poi servire Piga che dal limite, arriva a rimorchio e prova la botta diretta in porta, ma il muro difensivo biancoceleste respinge. Lo Stintino prova a scuotersi dal momento favorevole della Torres e al 39' Carboni ruba palla ad un ingenuo Piga nella propria trequarti per poi effettuare un assist filtrante che consente a Doukar di presentarsi solo davanti a Pinna che, a sua volta, resta in piedi fino all'ultimo e respinge in uscita il tiro del senegalese. Gol sbagliato e gol subito e così al minuto 42 la Torres passa in vantaggio: bello spunto di Cocco sul settore di sinistra, palla in mezzo per l'accorrente Sarritzu che a centro area, calcia al volo all'altezza del dischetto del rigore e batte inesorabilmente Secchi. Tra l'euforia e l'esultanza degli oltre 400 tifosi rossoblù, la Torres chiude in vantaggio la prima frazione.

 

Secondo tempo. Lo Stintino esce dagli spogliatoi carico a mille e con un unico intento: ribaltare il risultato. I biancocelesti premono fin dai primi minuti e, al 4', dopo una serie di rimpalli, Cherchi dal limite prova la battuta col destro, palla alta sopra la traversa. Poco dopo, Udassi decide di effettuare il primo cambio togliendo Cardone ed inserendo al suo posto Gianni. All'8' biancocelesti ancora in avanti: Cherchi batte un angolo dalla destra, trovando pronto Doukar allo stacco di testa, ma la sfera termina alta, con Pinna che controlla agevolmente la traiettoria. Col passare dei minuti, i biancocelesti guadagnano metri, sopratutto a centrocampo, grazie al dinamismo e alla fluidità della manovra del neo-entrato Gianni. Al 15' lo Stininto acciuffa il pareggio: lungo lancio con i piedi di Secchi a scavalcare il centrocampo rossolbù, Doukar prima evita la trappola del fuorigioco e poi supera l'uscita di Tore Pinna con un pallonetto depositando la sfera in fondo al sacco nella porta sguarnita. La Torres reagisce al contraccolpo del pari al 21' quando Scioni libera con un lancio Diouf che all'interno dell'area di rigore, controlla e calcia col destro, ma Secchi dice di no intervenendo con una parata plastica. Passa appena un minuto ed è lo Stintino a rendersi pericoloso: Cherchi batte una punizione con una cucchiaiata a circa 30 metri dalla porta difesa da Pinna, che a sua volta, devia in angolo con un miracolo sulla semi-rovesciata di Doukar. I biancocelesti sono in costante crescita, con un Carboni più pimpante rispetto al primo tempo, dove non aveva trovato sblocchi, e anche Doukar e Delrio appaiono imprendibili con le loro sgusciate. Proprio Delrio va via a Spanu al 25' con una discesa sulla destra ed effettua un cross che Pinna smanaccia togliendo la sfera tra i piedi di Doukar e Marco Carboni pronti alla battuta vincente. Cirinà, prova allora a rendere il centrocampo più solido con l'inserimento di Gancitano al posto di Fabio Cocco. Il cambio effettuato dal tecnico sassarese però non dà i suoi frutti perché al 30' i biancocelesti ribaltano completamente la situazione grazie a Marco Carboni: bella serpentina a superare Patta e Pitta e poi batte Pinna in uscita con un piatto angolato. La rete galvanizza i biancocelesti, che si mantengono in proiezione offensiva, rischiando in un paio di circostanze, di incrementare il bottino. Al 37' apertura di Carboni sulla sinistra per Doukar che punta Pitta e trova spazio per un cross basso sul quale è lo stesso Carboni ad infilarsi tra i due centrali della Torres tentando la deviazione vincente sottoporta, ma Pinna interviene coprendo lo specchio della porta e devia in angolo. Al 40' altra azione sull'asse Carboni–Doukar e questa volta è il numero dieci ad effettuare un bel suggerimento per il bomber senegalese la cui conclusione a colpo sicuro è respinta dal solito Pinna. Nel finale, la Torres prova a reagire ma senza convinzione e mordente. I rossoblu confezionano soltanto un'opportunità per pareggiare quando, su una punizione calciata da Gancitano, Scioni viene completamente dimenticato dalla difesa stintinese e non trova sottoporta il guizzo vincente. Dopo 4' di recupero giunge il triplice fischio dell'arbitro Scifo che sancisce la quarta vittoria in altrettante partite per lo Stintino. Non solo, la squadra di Udassi grazie anche al pari interno del Castiadas contro l'Atletico Uri, balza al comando solitario della classifica nel campionato di Eccellenza. Dopo una vittoria e due pareggi di fila, arriva la prima sconfitta in campionato per la Torres 1903, che in questo inizio di stagione, vede al momento lontana la zona alta della classifica. Andrea Benenati

 

STINTINO: Secchi, Gabriele Fois (10' st Viale), Tuccio, Sini, Carrucciu, Gadau, Delrio (42' st Sias), Cardone (6' st Gianni), Doukar, Cherchi (39' st Mulas), Carboni. A disp. Falchi, Desole, Serra. All. Stefano Udassi.

TORRES 1903: Pinna, Patta, Spanu, Piga (43' st Palmisano), Pitta, Caterisano, Sarritzu, Scioni, Lo Coco (23' st Fideli), Cocco (26' st Gancitano) , Diouf (35' st Galante). A disp. Sechi, Borrielli, Bianco. All. Ivan Cirinà.

ARBITRO: Giampaolo Scifo di Nuoro.

RETI: 10' pt Delrio, 12' pt Lo Coco, 42' pt Sarritzu, 15' st Doukar, 30' st Carboni.

NOTE: Ammoniti: Gianni, Carrucciu, Caterisano, Fideli, Spanu. Angoli: 7-3. Spettatori: 500 circa.

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
4 Andata

Archivio articoli in evidenza