Salta al contenuto principale
Mauro Giorico, allenatore, Arzachena
«Grande primo tempo, potevamo fare male con Cecconi e Sanna»

L'Arzachena ancora ko, Giorico: «Abbiamo dato il massimo ma non è bastato, il Novara ha giocatori di qualità e vanno applaudito»

Una sconfitta per 2-0 come all'andata nel punteggio ma meglio sul piano della prestazione. L'Arzachena perde a Novara l'11esima gara esterna, colpita due volte in 6' ad inizio della ripresa dopo aver sfiorato il vantaggio nei primi 20' di gioco. C'è rammarico nelle parole di Mauro Giorico a fine gara ma il tecnico degli smeraldini applaude anche la forza e qualità dei piemontesi tra le compagini più forti del girone. «Abbiamo fatto un grande primo tempo concedendo poco ad una squadra di prim'ordine e avendo un paio di situazioni favorevoli per fare male con Cecconi, di testa, e Sanna. Quest'ultimo si è fatto ingolosire dalla palla che gli è rimasta nei piedi calciando addosso al portiere ma se fosse caduto sarebbe stato rigore e la gara poteva cambiare senz'altro. Nella ripresa abbiamo preso il primo gol e lì potevano fare meglio, nel secondo invece c'è soltanto da applaudire Buzzegoli che ha messo la palla sotto l'incrocio. Bisogna dire bravi e applaudire gli avversari quando hanno queste qualità, non li scopriamo certo noi giocatori come Cacia, Gonzalez, Buzzegoli. Il Novara vinse all'andata ma non fecero un tiro in porta fino al 75', ora sono cresciuti tanto. L'Arzachena ha dato il massimo di sé ma non è bastato per portare a casa un risultato positivo». Anno nuovo e vecchie assenze ma Giorico spera i qualche colpo del direttore Antonello Zucchi: «Avevamo recuperato Nuvoli e Loi dopo diversi mesi di sosta e li abbiamo subito ripersi nella gara contro l'Entelle, due giocatori che ci mancano na andiamo avanti così anche se penso che arriveranno un difensore e un centrocampista». 

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019