Salta al contenuto principale
Il Castelsardo acciuffa un punticino, prima vittoria per il Porto Rotondo

Lo Stintino demolisce l'Ozierese, Patteri e Colombo regalano altri tre punti alla Macomerese, tris dell'Usinese in rimonta, solo un pari per Sorso e Tempio

Stintino e Macomerese si godono l'aria d'alta classifica al termine dell'ennesima domenica da incorniciare: i primi fanno la voce grossa, di fronte al proprio pubblico, battendo con un sontuoso 4 a 1 la malcapitata Ozierese, i second regolano la pratica Luogosanto con un due a zero all'inglese che vale per la terza vittoria di fila, momento d'oro per Pia e i suoi uomini.
Perde il passo il Tempio, costretto al pari dall'ottimo Cus Sassari, e il Sorso, che in casa non va oltre l'1 a 1 contro un gagliardo Fonni.
In coda, primo punticino per il Castelsardo di mister Muroni.

Luci puntate, doverosamente, sulle due capoliste: la Macomerese manda in scena l'ennesima prestazione importante sul piano della solidità e della compattezza, contro un avversario che si presenta all'impegno con la chiara intenzione di vendere cara la pelle.
Prima occasione per i locali dopo appena 5 minuti, ma Cossu non inquadra il bersaglio grosso da buona posizione. Il Luogosanto non sta a guardare: ci prova Secchi, ma Sechi fa buona guardia, con il numero uno locale costretto a ripetersi poco dopo su un'iniziativa di Spano. Alla mezz'ora, una discesa di Di Angelo manda in affanno la difesa ospite, palla per Patteri, anticipato di un soffio. La Macomerese ci crede e aumenta i giri del proprio motore: ci provano Scarfò, su calcio da fermo, e Colombo, ma per i gol occorre aspettare la ripresa: al quinto la premiata ditta Di Angelo – Patteri ci riprova, e questa volta la combinazione è quella giusta. La replica del Luogosanto porta la firma di Pirodda che si incunea nelle maglie della difesa locale ma poi non è abbastanza lucido per battere Sechi.
La Macomerese si affida alle iniziative dell'ispiratissimo Di Angelo, Sechi ha comunque il suo bel da fare per respingere gli assalti degli ospiti, che si proiettano in avanti con Spano e Madeddu. La Macomerese spegne il sogno di rimonta degli avversari a cinque dal finale: Colombo ci prova prima di testa, poi colpisce, sempre di testa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Di Angelo.

Splende decisamente il sereno in casa dello Stintino di mister Udassi, che rinnova il suo primato in classifica grazie al rotondo successo, 4 a 1, maturato nella sfida interna contro l'Ozierese: i padroni di casa forniscono l'ennesima prova di qualità al cospetto di un avversario ostico e concentrato che tiene bene il campo ma si deve arrendere allo strapotere dei bianco-azzurri, apparsi davvero in ottima forma. La partita si accende al 35, quando Doukar trova la rete del vantaggio; raddoppio servito da Serra, cinque minuti più tardi, su assist di Muglia. Lo stesso cala il tris ad inizio ripresa su calcio di rigore, espulso nell'occasione Manchia. Nonostante l'inferiorità numerica, l'Ozierese accorcia con Darboe, ma il baby Gadau nel finale si regala una domenica da incorniciare chiudendo di fatto la contesa.
L'Usinese di mister Salaris si aggiudica l'attesissimo confronto con il Bonorva e riparte di slancio dopo il pari rimediato otto giorni fa e la sconfitta in Coppa: a passare per primi sono gli ospiti con Fresi, alla mezz'ora, ma il vantaggio si squaglia nella ripresa: calcio di rigore trasformato da Piredda che impatta; raddoppio di Delizos, con gli ospiti ridotti in dieci uomini, di prima intenzione sul bel pallone di Mura. Nel finale, Delizos trova la sua personalissima doppietta.
Il Tempio si deve accontentare di un punto nel match interno, delicatissimo, contro il Cus Sassari: mister Cassitta in settimana aveva presentato la sfida sottolineandone le tante insidie, e in effetti l'impegno non è stato affatto semplice per i locali, che ad inizio ripresa sono costretti a rincorrere, vantaggio ospite con Riu, a caccia del pari che arriva soltanto a due dal termine, con Rusani che trasforma un calcio di rigore.
Medesimo punteggio, 1 a 1, per il Sorso che in casa sbatte contro il muro del Fonni di Coinu: gli ospiti scendono in campa con grande determinazione e sfondano dopo 15 minuti con Biscu, direttamente su punizione. Il Sorso, colpito a freddo, non ci sta, ma a rendersi pericolosi sono ancora i fonnesi con Tolu che sciupa da posizione invitante. Poco prima del riposo, Altea mette i brividi a Canu.
Nella ripresa, il Sorso preme a caccia del gol, ma i tentativi di Schieda e Tribuna non vanno a buon fine; ci prova anche Altea, ma Canu dice no. Alla mezz'ora, gli sforzi dei ragazzi di Leoncini vengono premiati: Saba inventa un assist al bacio per Bonetto che realizza. L'espulsione di Schieda, tra le fila dei locali, smorza l'assalto finale del Sorso, con il Fonni che può tornare a casa con un ottimo punto in tasca.

La Dorgalese si presenta in forma smagliante all'impegno con il Lauras e mette le mani su tre punti preziosissimi, aprendo una piccola crisi in casa dei locali, alla seconda sconfitta stagionale. Gli ospiti partono subito fortissimo con il piede giusto: Congiu apre le marcature dopo due minuti. Il raddoppio arriva solo nella ripresa, con Congiu ancora grande protagonista. Alla mezz'ora, sale in cattedra Patteri che serve il tris. Di Cadau, a tempo ormai scaduto, il gol che chiude definitivamente la contesa.
Primi sorrisi in casa del Porto Rotondo, che non lasciano scampo al Siniscola: nel primo tempo, i padroni di casa giocano bene e mettono grande pressione a Boccucci e compagni, con il numero uno che si salva anche grazie ad un pizzico di fortuna e all'aiuto dei legni, ma nulla può ad un minuto dal riposo, quando Putzu trasforma in gol l'assist di Degortes. Nella ripresa, Mascia su rigore, concesso per fallo su Piccinnu, mette al sicuro il risultato.
Primo punticino per Castelsardo e Porto Torres, che smuovono la classifica e raccolgono le prime soddisfazioni, con i padroni di casa che però puntavano ovviamente al bottino pieno. La gara si mette in salita per gli uomini di Muroni quando Fabrizio Serra trova il punto del momentaneo vantaggio, siamo al 25'; bisogna aspettare la mezz'ora della ripresa per registrare la replica del Castelsardo, in gol con Abozzi, ma il punteggio non cambia più.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
promozione
girone B