Salta al contenuto principale
Eccellenza
Dopo la sconfitta a Tortolì

Lorenzoni scuote la Torres: «Subito un cambio di passo»

La Torres è tra coloro che stanno sospesi, in attesa di definire il suo ruolo nell’attuale campionato di Eccellenza, di trovare la nuova identità che alla materia rossoblù cercherà di dare il neo tecnico Hervatin, di riassaporare il gusto della vittoria che manca da quattro gare (ultima il 3 gennaio in casa col Samassi) e non fa stare bene. A Tortolì l’ultimo ko, che inchioda Sassari a 31 punti, +6 sulla zona playout e -9 da quella play off. Mancano all’appello ancora 10 giornate, con 30 punti in palio che possono cambiare i destini di quasi tutte le contendenti, ma per evitare l’anonimato, per non rischiare un pericoloso sprofondamento, occorre innestare la marcia ed inforcare la salita, il prima possibile. «Sono molto dispiaciuto per come è andata domenica scorsa a Tortolì, e in modo particolare per la delusione data ai tanti tifosi che hanno fatto un lungo viaggio per sostenere la Torres. Una sconfitta da archiviare subito. Mi aspetto un immediato cambio di passo». Sintetico ma esaustivo il pensiero del presidente Antonello Lorenzoni, che richiama all’ordine la squadra e la sprona ad un’immediata reazione.

Ieri ripresa sulla terra battuta del Punto Tores – Sacra Famiglia. Tutti presenti, compresi i recuperati Chergia e Auzzas, gli squalificati Russo e Maninchedda. Differenziato per Tribuna e Mura. Oggi la truppa rossoblù si trasferirà sul sintetico di Carbonazzi, per una doppia seduta in vista del match domenicale. Al “Vanni Sanna” arriva il derelitto fanalino di coda Villasimius, ultimo e disperato fanalino di coda, sicuramente abbordabile ma, come insegna il calcio, da non sottovalutare per evitare brutte sorprese.

Intanto, in un anno sempre più all’insegna della transizione, si spera indolore e propositiva, la società guarda con interesse al suo settore giovanile, da migliorare e strutturare in maniera adeguata, ma comunque presente e foriero di indicazioni e piccole soddisfazioni. La Juniores di mister Giovanni Mallau ha strappato un importante 1-1 (gol di Monti, 11 reti in 12 gare) al San Teodoro, risultato utile a confermare la mini Torres nelle zone alte della classifica del campionato regionale. Ed è pareggio, anche se velato d’amarezza, anche per gli Allievi guidati da Sandro Soro. In casa del Quartieri Riuniti Porto Torres i rossoblù passano in vantaggio con Sechi, sono poi raggiunti e superati dai ragazzi turritani, trovano il pari ancora una volta con Sechi, vanno ancora sotto e solo al 78’ con Murru chiudono i conti portando a casa un buon punto ed il rammarico per i tanti errori difensivi gratuiti commessi, le occasioni fallite ed un arbitraggio probabilmente non all’altezza.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2009/2010
Tags:
Sardegna
7 Ritorno