Salta al contenuto principale
Simeon Ezeadi, centrocampista, Monteponi
Sotgiu al P. Torres, Degortes torna al Luogosanto

Mercato: colpo Ezeadi per il Terralba, la punta Pazzola va al Sennori

Da venerdì 1° luglio è partita la prima finestra dei trasferimenti di calciatori e calciatrici “giovani dilettanti” e “non professionisti/e” tra Società partecipanti ai Campionati organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti e si terrà aperta fino a venerdì 16 settembre 2022 (ore 19). Il successivo periodo di mercato partirà da giovedì 1 dicembre a venerdì 23 dicembre 2022 (ore 19) con le modalità previste per i trasferimenti suppletivi (art. 104 delle N.O.I.F.). Le società di Promozione, in attesa dei format e composizione dei gironi, si stanno muovendo da diversi giorni e continueranno a farlo nelle prossime settimane.

 

FRANCESCO BELLU TERRALBA

La squadra del riconfermato mister-promozione Alessandro Deplano non vuole fare da comparsa inserisce in Promozione e inserisce un altro elemento di spicco nella rosa. Si tratta di Simeon Ezeadi, esperto centrocampista nigeriano classe 1987 che ha fatto della Sardegna la sua nuova casa laureandosi in Economia aziendale, trovando lavoro mentre vestiva le maglie di diversi club isolani. È reduce dalla vittoria del campionato con la Monteponi e dalla precedente esperienza quadriennale al Guspini col quale ha ottenuto il salto in Eccellenza. Categoria che ha con Muravera e Orrolese mentre in serie D è stato con Progetto Sant'Elia e Budoni. 

Ezeadi ritrova Manuel Uliana, difensore centrale classe 1998 piede sinistro che ha lasciato il Guspini dopo 5 campionati al punto da diventare anche il capitano dei biancorossi nella sfortunata ultima stagione culminata con la retrocessione. Un bel colpo come quello dell'attaccante Manuele Porru, esterno classe 1998 nelle ultime stagioni alla Villacidrese dopo l'esperienza fatta col Castiadas vincendo il campionato di Eccellenza e disputando alcune gare in serie D. Dai canarini torna il giovane attaccante Nicolò Zedda (2005).

Sul fronte conferme ci sono quelle di Luca Abis, capitano dei gialloblù, Alessio Costella, ex capitano della Tharros, di Giacomo Melis (2000), dei fuoriquota Massimiliano Pili (2003), Davide Porcu (2003), Nicola Melsi (2004), sull'esterno sinistro ci saranno ancora le progressioni e i cross di Nicola Manca, giunto a dicembre dall'Asseminese ma con esperienze in serie C con l'Olbia, in serie D col Castiadas. A centrocampo sono rimasti Davide Aramu, David Volpe, Mattia Pala e Mattia Scanu (2003). Protagonista della cavalcata in Prima categoria è stato senz'altro il bomber Mattia Gallon, 17 reti nel girone B e all'ottavo campionato vinto in una carriera partita con l'esordio in serie A col Cagliari di Allegri (contro la Samp nel 2010), poi le vittorie in C2 con Treviso e Savona, poi il rientro in Sardegna con l’Olbia in D e a dicembre il trasferimento alla Nuorese in Eccellenza dove vince il terzo campionato, torna in serie D e vince con Siracusa, Sicula Leonzio, AZ Picerno e Lucchese nella stagione fermata dal Covid nel marzo 2020 coi toscani al primo posto e promossi in serie C. Confermati in attacco anche il 40enne Luca Peddoni (8 gol nell'ultimo campionato) e il classe '98 Michael Serpi (reduce dai 7 gol in Prima).

 

SENNORI

Il club del presidente Gianni Desini rinforza l'attacco con l'acquisto di Emanuele Pazzola, classe 2001, lanciato in Eccellenza dal tecnico Scotto al Sorso e reduce dai tre anni all'Usinese con cui si è distinto per aver deciso la finale di Coppa Italia di Promozione contro la Macomerese.

Confermato il tecnico della vittoria del campionato Massimiliano Nieddu e mantiene il portiere highlander Domenico Magliona, classe 1974, capitano alla sesta stagione in biancoceleste, affiancandolo al domenicano Josesito Vasquez Henriquez, classe 2003, due anni fa esordiente in Eccellenza con l'Atletico Uri che ha vinto il campionato a otto e l'anno scorso all'Usinese. Importanti le conferme dei perni della squadra, con trascorsi in categoria superiore, come l'attaccante Fabio Nuvoli, il centrocampista Antonio Bonetto e dei difensori Luigi MonacoMarco Cacace.

Il primo acquisto della matricola sassarese era stato quello dell'attaccante Victory Igene (1995) reduce da 4 stagioni alla Lanteri (vittoria in Prima e tre anni in Promozione) con la quale ha segnato oltre 40 gol considerando che due campionati sono stati fermati dal Covid. I romangini si sono assicurati anche le prestazioni di Simone Capra, trequartista classe 2000 con un passato nei settori giovanili di Cagliari e Olbia, l'Eccellenza con l'Atletico Uri mentre l'anno scorso ha segnato 7 gol con la maglia del Bonorva, di Alessandro Spillo (2001) difensore centrale ex Siligo, Atletico Uri e Li Punti ma reduce dal campionato con il Valledoria, e del baby Emanuele Sotgiu (2005) scuola Latte Dolce e Cus Sassari.

 

PORTO TORRES

Chiusa l'esperienza con il tecnico Tore Porqueddu, la panchina turritana è stata affidata a Gabriele Porcu (ex Stintino) che torna in rossoblù dopo qualche stagione e lo fa con al fianco Roberto Congiata. Il primo acquisto è quello di Stefano Sotgiu, centrocampista classe 2001 reduce dal campionato al Tempio ed ex Atletico Uri.

Tanti i riconfermati: Mattia Masia (difensore) e Nicolò Carrozzi (attaccante), Gabriele Falchi (portiere), Andrea Pala (centrocampo), Federico Bernardini (centrocampo), Roberto Marongiu (attaccante), Alessandro Canu (difensore), Marco Fois (difensore). 

 

THIESI

Dopo l'addio a Gianmario Rassu, squadra affidata al thiesino Lorenzo Uneddu che avrà come vice Ciro Iacomino. I volti nuovi riguardano quelli di Gabriel Pinna (2000), centrocampista ex capitano della Macomerese; Antonio Mastino (1998) esterno sinistro che ha vestito le maglie di Torres, Castelsardo, Li Punti e Usinese; Marco Magli (2001), cresciuto nel Latte Dolce fino ad esordire in serie D mentre nell'ultima stagione è stato alla Lanteri. 

Tra i confermati ci sono gli attaccanti Mariano Solinas (1996), Mirko Sanna (2000) e Andrea Fadda (2002), che hanno segnato rispettivamente 14 e 12 gol nello scorso campionato; i centrocampisti Salvatore Budroni (2000, capitano), Fabrizio Alberti (2003), i difensori Gianmarco Casule (1991), Alessandro Piga (1997), Giovanni Piu (1999), Christian Moretti (2002). Tra i fuoriquota restano anche Enrico Tavera (2003), Jacopo Demartis (2003), Luca Olianas (2005), Martino Piga (2005), Roberto Musina (2005).

 

ARBOREA

Cambio in panchina per i gialloblù. A Federico Trudu, nel frattempo impegnato con lo staff dei Centri Federali Territoriali della FIGC a Castel di Sangro, è stato sostituito da Nunzio Falco, reduce dalla positiva stagione alla guida dell'Arbus nella quale ha ricevuto un esonero e poi il richiamo del club per completare l'opera di una salvezza in Eccellenza. Il tecnico emiliano ma residente a Pula da tanti anni sta già lavorando su conferme e nuovi arrivi per creare una squadra che darà fastidio alle big del girone come nell'ultimo campionato.

Sul fronte conferme c'è quella del portiere Roberto Petucco (1990) e del capitano-bandiera Paolo Atzeni, classe 1988, come sempre puntuale anche in zona-gol con 12 centri nell'ultimo campionato. E si riforma la coppia con Marco Atzeni (1990), fino a quattro a formare un temibile duo prima delle esperienze fatte con Arbus e Taloro in Eccellenza e, l'anno scorso, a vincere il campionato con la Tharros (12 gol all'attivo).

 

GUSPINI 

Ultimi due colpi e campagna acquisti chiusa per il Guspini che tenterà il ritorno immediato in Eccellenza. Il direttore sportivo Matteo Zanda ha concluso positivamente la trattativa per l'attaccante esterno-seconda punta Carlos Ezequiel Cordoba, argentino classe 1995 ma con nazionalità italiana, lo scorso anno in forza alla Civitanovese (Promozione Marche). Baricentro basso, tecnicamente dotato, forte nell'uno contro uno e preciso nelle conclusioni, in carriera ha vestito le maglie di Deportivo Maipu, Leonardo Murialdo, Independiente Rivadavia, nella Primera Nacional (serie B argentina), e quella dell'Andes Talleres (quinto livello). Il secondo colpo si tratta di una conferma importante, quella di Kevin Congiu, esterno offensivo classe 2000 giunto in biancorosso nella parte finale dello scorso campionato dopo i trascorsi in serie D con San Teodoro, Legnago Salus, Budoni e Arzachena.

Il tecnico Nicola Manunza, lo scorso anno protagonista di un gran campionato con il Monastir in Eccellenza, aveva visto arrivare altri giocatori importanti. Dalla Villacidrese sono arrivati il difensore centrale Gigi Pinna (tanti anni in D con Arzachena, Muravera, Pianese, Budoni, Olbia e Villacidrese), il faro di centrocampo Marcello Angheleddu (in D con Muravera, Lanusei, Selargius, Torres, Arzachena, Sanluri, Atletico Calcio) e Mattia Cordeddu, esterno di grande corsa e precisione nei cross che ha condiviso coi primi due arrivati diverse avventure (col primo alla Villacidrese anche in Lega Pro, col secondo al Tortolì in Eccellenza e all'Atletico), la penultima delle quali col Carbonia quando vinsero il campionato di Eccellenza fermato dalla pandemia a marzo 2020. Nella squadra sulcitana faceva parte il difensore Matteo Saias, altro nuovo arrivato reduce dall'ottimo campionato al Monastir. Ed è un grande colpo anche l'altro attaccante, Sergio Alberto Alvarez Castellano, centravanti venezuelano di 188 centimetri classe 1991 che torna in Sardegna dopo quattro anni e mezzo. Nel 2017-18 il Lanusei lo prelevò dalla Spagna (giocò con Centre Excursionista Farners e Unió Esportiva Olot) per utilizzarlo in serie D nella prima parte di campionato (11 gare e 1 gol) prima di cederlo a dicembre all'Acireale col quale ha avuto un ottimo impatto segnando 6 gol in 19 partite avendo come compagno di reparto l'olbiese Aloia (ultima stagione al Carbonia). La stagione successiva fu chiamato dall'Unipomezia (giocò con Spinola) e segnò 5 reti in metà campionato prima di far ritorno in Spagna e disputare i campionati di Tercera Division RFEF (quinto livello spagnolo che è una sorta di serie D/Eccellenza italiana con le maglie di CF Peralada, UE Figueres, CF Igualada, Vilassar de Mar e CE Júpiter. Il 31enne di Maracaibo, ad inizio carriera ha giocato col Trujillanos FC, prima divisione venezuelana, disputando anche il primo turno della Copa Sudamericana segnando un gol nel doppio confronto con gli ecuadoriani dell'Independiente del Valle. Fabrizio Frau, esterno tuttafascia classe 1995 reduce da un ottimo campionato a Villasimius nel quale ha fatto anche la prima punta nelle ultime giornate. Cresciuto nelle giovanili del Cagliari, ha giocato in Eccellenza con Serramanna, Castiadas, club col quale ha fatto il bis dopo le esperienze al Sant'Elena e Selargius.

Tra i riconfermati figra il portiere Antonio Fortuna, che ritrova i tre ex compagni al Carbonia, e il centrocampista Michele Fadda, 5 gol nell'ultimo e un eurogol proprio al Monastir di Manunza. Nuovo volto anche nel parco fuoriquota: Marcello Piras, esterno basso classe 2004 alto quasi 190 centimetri ed ex Cagliari ma nell'ultima stagione ha vinto il campionato di Seconda categoria con il Decimoputzu.

 

CASTIADAS

Alto innesto in casa sarrabese e si tratta di un ritorno sebbene un po' datato perché Andrea Massessi, difensore classe 1990, aveva vestito la maglia biancoverde otto campionati fa prima di tornare al Porto Corallo, poi al Muravera in serie D ed Eccellenza e, infine, al Villasimius. Originario di Villaputzu, ha fatto un giro completo tra i maggior club del Sarrabus e ora porterà grande esperienza e professionalità in seno al gruppo guidato dal nuovo allenatore Cristian Dessì, reduce dall'ottimo campionato alla guida del Sant'Elena in Eccellenza. E proprio dal club quartese ha tratto l'ossatura della rosa che inizierà la preparazione il 22 agosto. Ha firmato, infatti, anche Mattia Casciello, centrocampista offensivo di sinistra del 2002, che si unisce ai difensori Marco Capelli e Sergio Tamburini, agli esterni tutta fascia Matteo Sitzia e Stefano Mura, al centrocampista Alessio Cappai (rientrato dal prestito della Ferrini e girato ai sarrabesi) e all'attaccante Daniele Pilosu. Arriva dal Selargius il centrocampista Christian Testa (1996) ma per lui si tratta di un ritorno dopo diversi anni quando giunse nel club sarrabese da fuoriquota per poi fare esperienze con Sant'Elena, Villasimius, Aritzo e, l'anno scorso, coi granata di Giordano. In porta ci sarà Marco Aramu, lo scorso anno al Quartu 2000 e in passato vincitore con l'Arzachena del campionato di serie D per poi continuare altre esperienze con Samassi, Sant'Elena, Gonnos, Arbus. Per arricchire il parco fuoriquota sono arrivati i centrocampisti Nicola Tomasi (2003), Antonio Xaxa (2003, in prestito dalla Ferrini) e Lorenzo Tesio (2004, lo scorso anno al Villasimius).

 

PAULESE

Chiusa l'esperienza bis con Massimiliano Pinna, il tecnico che ha portato i gialloblù in Promozione e che, nello scorso campionato, era tornato in panchina al posto di Cristian Lai per conquistare la salvezza, la società ha puntato su Antonio Podda, ex giocatore della Torres e guida nel settore giovanile rossoblù, l’anno scorso tecnico del Pozzomaggiore.

Incuriosiscono i primi movimenti in entrata come il centrocampista Silvio Semedo Nunes, classe 2000 e alto 192 centimetri, nazionalità portoghese-lussemburghese, proveniente dall’U.S. Folschette, club della quarta divisione del Gran Ducato, e il classe 1999 Emre Ozekinci, che provene dai compionati regionali tedeschi (TuS Wickrath) e francesi (Jeunes Citoyens en Action di Toul). Ma il colpo è in difesa con l'acquisto di Giuseppe Silvetti, esperto difensore classe 1985 proveniente dal bel campionato al Tempio (miglior difesa del girone C di Promozione) e prima ancora col Li Punti in Eccellenza. In carriera ha giocato col Sorso, l'Atletico Uri (vince in Promozione e raggiunge la finale playoff in Eccellenza), Taloro (con vittoria della Coppa Italia e prima qualificazione ai playoff dei gavoesi), Barisardo e Nuorese. Torna nell'Oristanese dopo le tre stagioni al Ghilarza di inizio carriera (dal 2005 al 2008).

 

BARISARDO

La matricola ogliastrina continua la campagna di rafforzamento ripartendo da una base di squadra formata da calciatori di categoria superiore (anche se ha perso il superbomber Ferrari) che, sotto la guida di Alberto Cavasin, ha dominato il girone C di Prima. 

Il presidente Roberto Ibba si dedica al mercato e ufficializza l'arrivo di Mattia Muggianu, attaccante classe 1996, ex Tortolì e Lanusei ma reduce da un bel campionato all'Atletico Lotzorai con 12 reti all'attivo utili per la salvezza degli ogliastrini. 

In difesa è stato preso Gennaro Milone, centrale classe 1995, ex Sarnese e Ctl Campania che arriva dal Mgarr United (Serie B maltese) ma che già fu in Ogliastra due anni fa quando la stagione si fermò per il Covid dopo appena 5 giornate. Si unisce a Mabo Madou Othniel Manasse, possente centrocampista franco-ivoriano (alto 1,84 metri per 83 chili), classe 1998, che ha giocato le ultime stagioni al Saint-Jean-le-Blanc nel campionato National 3 (quinta divisione francese) e prima ancora (2019-20) nel Castelneuvienne. L'altro acquisto è Joseph Dennis Kwabena Yeboah, difensore esterno destro ghanese-italiano (è nato a Modena) classe 1999 formatosi nel settore giovanile del Sassuolo (40 presenze in Primavera come compagno di squadra di Giacomo Raspadori e Davide Frattesi) e una esperienza in serie D nel 2018-19 col Gavorrano (8 presenze e 1 gol) mentre nel 2020-21 è stato nell'Eccellenza prima friulana con il Lumignacco e, nella ripartenza dopo il blocco Covid, in quella veneta con San Martino Speme.

 

TORTOLÌ

Il club ogliastrino non lascia nulla d'intentato e, contestualmente alla procedura di iscrizione al campionato di Promozione, ha presentato anche la richiesta di ripescaggio in Eccellenza essendo in testa nella graduatoria tra le seconde classficate nei tre gironi rispetto a Villasimius e Tempio. Se mai ci fosse la necessità di integrare il massimo campionato regionale il Tortolì è pronto. E riparte dal confermato tecnico Alberto Piras, che ha sfiorato il clamoroso ritorno in Eccellenza col sorpasso mancato in classifica alla Tharros nei recuperi sotto Pasqua. Sarà in panchina per la quarta stagione di fila e nello staff saranno presenti anche il vice Enrico Cuccu, il preparatore dei portieri Maurizio Mulas e il massofisioterapista Giuseppe Piludu.

Sul fronte entrate, invece, si registra quella del portiere Nicola Carta, classe 2000, che rientra in rossoblù dopo le stagioni trascorsi all'Atletico Lotzorai e Terteni. Altro gradito ritorno è quello di Simone Orrù - centrocampista-difensore classe 1996 - che ha giocato con l'Idolo in Eccellenza nell'ultima stagione ma vanta oltre 200 presenze coi rossoblù collezionate in Promozione, Eccellenza e Serie D. Sul fronte fuoriquota arriva Gabriele Agus, esterno classe 2003, reduce da un'ottima stagione con l'Atletico Lotzorai dopo la prima parte di stagione al Lanusei.

Tra le riconferme diversi punti fermi: il difensore centrale Santiago Pendin, argentino classe 1992 in rossoblù dal 2019 dopo i due campionati all'Orrolese; il centrocampista e capitano Federico Serra, a 25 anni vanta già oltre 200 presenze col Tortolì tra Serie D, Eccellenza e Promozione; l'attaccante Marco Boi, classe 1993, arrivato lo scorso dicembre dal Villasimius e con trascorsi importanti con le maglie di Muravera, Taloro, Lanusei, Tonara e Progetto Sant'Elia. 

 

STINTINO

Nuova guida tecnica per il club della Nurra che ufficializza Michele Pulina, alla sua prima esperienza in panchina ma già punta di diamante dei biancocelesti nella stagione 2019-20. In carriera, infatti, è stato un grande bomber in diverse categorie, dalla serie C2 ai tanti anni in serie D, specie lontano dalla Sardegna, e poi molta Eccellenza con Tergu, Calangianus, Sorso, Ossese e anche Promozione con l'ultima esperienza fatta nell'Usinese. Da bomber a bomber il passo è fatto perché lo Stintino ha strappato ad una folta concorrenza il cannoniere argentino Maximiliano Timpanaro, reduce dai 29 gol con la maglia del Tortolì.

Vestirà la maglia biancoceleste l'attaccante italoargentino Marcos D'Amico (classe 1989) lo scorso campionato tornato coi nurresi dopo la prima parte della stagione in forza al Chiesanuova. In Sardegna ha giocato con Valledoria, Ilva (sua miglior performance con 17 reti nel 2018-19) e Tortolì. Confermato anche il connazionale Augusto Colaneri, esterno destro classe 1997 giunto al club nurrese lo scorso febbraio proveniente dal San Venanzo (Promozione umbra). 

 

TEMPIO

Continua la sfavillante campagna acquisti dei galletti che annunciano la firma di Salvatore Pittalis, portiere classe 2000 proveniente dall’Atletico Uri cpm cui ha disputato tre campionati con il salto in serie D, categoria che aveva frequentato con il Latte Dolce esordendo a 16 anni. Benché 22enne darà sicurezza al reparto dall'altro di circa 60 gare disputate in quarta serie.

Il tecnico Giuseppe Cantara, che lo scorso anno ha condotto i barbaricini ai playoff di Eccellenza dopo la triennale esperienza all'Ossese (leggi qui), ha visto la rosa formarsi giorno dopo giorno. Il club del presidente Salvatore Sechi non si sta certo risparmiando sul mercato con tanti acquisti importanti: Giovanni Bulla, esterno, classe 2002, ripresosi dal grave infortunio al ginocchio che ebbe nel match di Villacidro (13ª giornata) dopo un ottimo inizio di campionato in verdazzurro in cui confermava quanto di buono fatto negli anni al Porto Rotondo con cui esordì in Eccellenza a 16 anni; l'argentino Felipe Josè Roccuzzo, interno di centrocampo classe 1995 reduce dalla positiva stagione in Eccellenza coi barbaricini garantendo interdizione e qualità all'interno di un campionato in cui è stato presente 33 volte su 34 giornate. In carriera ha militato un anno con gli svizzeri del Bellinzona salvo tornare in patria e vestire la maglia dell’Everton (Federal B); l'attaccante esterno classe ’93 Paolo Palmas, reduce da 6 stagioni in serie D con la maglia del Latte Dolce con 34 gol in 154 gare di campionato ma a secco nelle ultime due stagioni e, perciò, con la motivazione giusta per tornare ad essere prtoagonista sottoporta; Paolo Arca e Luca Sabino provenienti dall'Ossese (leggi qui), Luca Tedde e Alessandro Pinna provenienti da Latte Dolce e Atletico Uri (leggi qui). Nel contempo i galletti hanno operato alcune importanti conferme come quelle del bomber argentino Sergio Valenti, del compagno di reparto Antonio Mossa (richiestissimo in Eccellenza), dell’esterno d’attacco, classe 1998, Giovanni Spezzigu e dei centrocampisti Francesco Bianco (classe 2000, ex Torres e con 80 partite disputate in serie D), Giovanni Moro (2001) e Ivan Coradduzza (2001) e dei difensori Luca Erittu e Cristiano Latte (2000).

 

MACOMERESE

Non si ferma il mercato del club del presidente Sau che mette a segno un altro grende colpo. Per l'attacco arriva Federico Ferrari, bomber argentino classe 1990, reduce dal super campionato col Barisardo (46 reti segnate) proveniente dall'Amatrice. Sulle sue tracce si erano messe anche Bonorva, Stintino e Tortolì. Classica prima punta col fiuto del gol, in Italia è giunto giovanissimo (dopo aver fatto l'esordio a 16 anni con l'Huracan nella serie A argentina) per giocare in serie D col Boca San Lazzaro e il Boca Pietri Carpi (compagno di squadra del brasiliano Leo Del Soldato ex San Teodoro e Tonara e ora al Calangianus). Tornato in patria ha giocato col Club Atlético Central Córdoba (nella Primera C argentina), club nel quale è stato Messi prima di passare al Newell's Old Boys.

Trova in biancoceleste il connazionale Diego Gabriel Giachero, esperto centrale di difesa classe 1989 alla sua seconda esperienza in Italia dopo quella fatta con la Vis Artena (Eccellenza laziale) nel girone di ritorno della stagione 2017-18. Arriva dai tedeschi dell'FC Süderelbe che partecipava all'Oberliga Hamburg (quinta divisione del calcio tedesco, la massima categoria dilettantistica regionale). Cresciuto nel settore giovanile del Lanus, in patria ha vestito le maglie del Racing Club, Huracan e Ferroviario alternandole ad importanti esperienze internazionali in Sudamerica con club del Venezuela (Lara), Perù (Real Garcilaso), Messico (Ballenas Galeana Morelos), Paraguay (Club Sol de América) e in Europa con club della terza divisione spagnola (Racing Murcia, Guadalajara) e greca (Ethnikos Skoulikadou). Una guida sicura e di qualità per la difesa biancoceleste.

Un altro giocatore di spessore per il tecnico Pierluigi Scotto (nel suo staff anche Pierpaolo Pisano, preparatore dei portieri, e Roberto Sai, collaboratore di campo) dopo Marco Ruggiu, centrocampista classe 1988 che, nelle ultime due stagioni era rientrato col Bosa in Eccellenza dopo il campionato alla Macomerese nella stagione fermata dal Covid a marzo 2020. Una roccia nella mediana che ha visto la regia consegnata al play di categoria superiore Agustin Acosta, classe 1996 uruguaiano originario di Montevideo e cresciuto nel Penarol ma con trascorsi in Spagna nel Madridejos e CF La Solana. Lo scorso gennaio l'arrivo in Sardegna per vestire la maglia del Castiadas (Eccellenza), poche presenze e il nuovo trasferimento in chiusura di mercato ad inizio febbraio al Tempio (Promozione girone C). Altro gran colpo è stato quello del portiere Matteo Trini con un bagaglio di esperienza maturato in C e D (leggi qui). Il primo acquisto era quello del difensore Federico Bassanetti, classe 1999, ultime 4 stagioni con la maglia dello Stintino ma ex Torres e Porto Torres. In dirittura d'arrivo altri acquisti che innalzeranno ulteriormente il livello tecnico della squadra. Il pacchetto dei fuoriquota viene rinforzato da Mattia Barria, mezz'ala classe 2004 macomerese doc e nipote di Mariano Barria ex bandiera del Macomer.

Della rosa dell'ultimo campionato sono stati riconfermati il capitano Marcello Colombo, gli altri difensori Edoardo Caria, Lorenzo Pes e Nanni Fois (2003), gli attaccanti Nino Pinna (ex Bosa), Oscar Foddai (10 gol), Alberto Sanna (6 reti) e il 2002 Aziz Nachet (2 gol), più i giovani Alessandro Puggioni, Lorenzo Oggianu, Andrea Cocco, Federico Bachis.

 

USINESE

Proseguono le novità in casa rossoblù che sta costruendo il gruppo da affidare da Gianmario Rassu (reduce da quattro anni alla guida del Thiesi con la promozione dalla Prima e i playoff in Promozione) dopo l'avvicendamento con Luca Calledda. A rinforzare l'attacco arriva Roberto Galante, classe 1999, lo scorso anno divisosi tra Li Punti (Eccellenza) e Porto Torres (Promozione) mentre è stato nel Bosa nel campionato della ripartenza a otto dell'Eccellenza. Da fuoriquota ha giocato col Latte Dolce in serie D e Atletico Uri in Eccellenza.

Un grosso acquisto e anche un gradito ritorno quello di Pablo Gutierrez, centrale difensivo argentino classe 1982 ma sardo di adozione visto che sull'isola gioca da quasi un ventennio. A Usini era giunto due anni fa ma la pandemia fermò il campionato dopo 5 giornate e la squadra allora allenata da Loriga in testa con lo Stintino. L'anno scorso il ritorno in Eccellenza con il Ghilarza e la solita certezza nel guidare la difesa. In Sardegna arrivò nel 2003-04 per giocare nella Nuorese, poi Ghilarza (2004-06), Castelsardo (2006-08), Olmedo (2008-10), San Teodoro, Taloro (2011-13) prima dell'incontro con il tecnico Loi col quale un triennio al Lanusei non pieno (2013-16 ma andò a dicembre a Tergu) con il doppio salto dalla Promozione alla serie D, un biennio al Tortolì non pieno (2016-18 ma passò a dicembre al Sorso) con il triplete in Eccellenza e mezzo campionato di serie D e, infine, un biennio al Muravera (2018-20) con la vittoria in Eccellenza e la stagione in D.

Gli altri arrivi riguardano quelli di Mirko Delrio (anche per lui un ritorno dopo due anni), lo scorso anno salito in corsa all'Ossese per trovare un po' di spazio nel finale di stagione ma con esperienze in D all'Arzachena e Lanusei, in Eccellenza con Tonara, Taloro, Sorso e Nuorese; di Alessio Delrio, un rientro in rossoblù dopo la stagione di sei anni fa (con Peppone Salaris in panchina) che lo rilanciò per andare nello Stintino di Udassi e nel Sorso di Scotto. Lo scorso anno era alla Macomerese dopo aver iniziato col Li Punti e, prima ancora, ha partecipato col Bosa alla ripartenza dell'Eccellenza a otto squadre nel post pandemia. Ad inizio carriera si distinse con Calangianus e Olbia, poi Arzachena e Porto Torres in serie D e il ritorno in Eccellenza all'Olbia e al San Teodoro. Dal Thiesi arriva Vittorio Spanu, difensore centrocampista classe 1997 che però vanta esperienze in Eccellenza col Tergu Plubium e Torres, prima di passare al Bonorva, Sennori, Sorso e i neroverdi di Rassu. Tra i riconfermati spiccano l'immortale Gianni Piredda (1979) ancora efficace nel prendere in mano la squadra, la punta Domenica Saba e il centorcampista tuttofare Nicola Sanna (un passato nell'Atletico Uri, Alghero, Calangianus e Fertilia).

 

SELARGIUS

Parola d'ordine è consolidare quanto fatto nel buonissimo campionato scorso (chiuso al quinto posto nel girone A e il premio di 6.500 euro per l'utilizzo dei giovani) coi frutti raccolti dall'intero anno di lavoro fatto sul campo dal tecnico Franco Giordano e fuori dal campo dal diesse Denis Fercia. Quest'ultimo, inoltre, ha anche aggiunto la bella soddisfazione di guidare la Juniores e portarla alla vittoria del titolo regionale nella finalissima con l'Ossese. Per la prima squadra non cambia lo "schema" vincente: rispetto del budget e operazioni oculate sul fronte "senior" in parallelo alll'arrivo di tanti giovani 2004 e 2005. Di conseguenza, all'addio del portiere Jacopo Angioni è arrivato il colpo Alessandro Arrus (leggi qui), a quello del regista Nicola Lai (tornato nella sua Ussana che milita in Seconda categoria) è seguito l'acquisto di Michele Medda, reduce dalla positiva stagione al Villasimius dopo aver partecipato due anni fa con la San Marco alla ripartenza dell'Eccellenza. Una  categoria che il classe 1992 ha frequentato nelle avventure con La Palma, Ferrini e Monastir. Dalla sua l'esperienza e la capacità tecnica per far girare una squadra che avrà ancora in difesa il capitano Pancotto, insieme con Salis, Virdis e Prefumo, a centrocampo c'è De Vita e in attacco Mainas. Tra i tanti partenti anche l'attaccante William Tronu, che ha avuto un positivo impatto sulla squadra nel girone di ritorno dopo la prima parte passata alla Sigma, vicino la sua sostituzione con una punta proveniente dall'Eccellenza.

 

FONNI

Confermato il tecnico Sergio Cucca (ex Dorgalese) insieme con il collaboratore di campo Salvatore Murroccu e qualche novità nella rosa della scorsa stagione. Salutano Luca Pili, De Souza Ferreira Vinicius e Joaquin Motura, le trattative già portate a termine coi nuovi acquisti riguardano l'attaccante Gino Noli e il difensore Enrico Poddie (entrambi ex Tonara), e il centrocampista Mauro Patteri dopo l'esperienza fatta al Ghilarza in Eccellenza e prima ancora alla Ferrini. Confermati Andrea Sini, Emiliano Patteri, Tore Ruiu, Nicola e Raffaele Biscu, Mauro Mele e i fonnesi doc come Antonio Malgari, Nicola Tolu, Giuseppe e Marco Nonne, Beniamino Lai, Luca Murroccu, Salvatore Mattu, Stefano Puddu, Michele Catta, Antonio Sorighe, Antonio e Michele Coinu, Enrico e Riccardo Meloni.

 

LUOGOSANTO

Il club del presidente Mauro Massenti è ripartito con la conferma in panchina di Pasquale Malu mentre la direzione sportiva è stata affidata a Piergiuseppe Pittorru, lo scorso anno a Posada e in passato già diesse degli azzurri dopo la pluriennale esperienza al Calangianus. 

In attacco rientra Marco Degortes (1989) reduce dai 10 gol segnati con la maglia dell'Oschirese ma con 16 gol in maglia azzurra nei due campionati fermati dal Covid. Presi i difensori Hernan Lillo, argentino ex Tempio e Idolo, il fuoriquota Riccardo Deiana (2003) ex Porto Cervo, il centrale maddalenino Nicolò Sanna (1999), con un passato in D da fuoriquota col Latina, il centrocampista Danilo Lollia (1993), di rientro dall'esperienza al Calangianus, e l'attaccante Massimo Cosseddu, protagonista sottorete col Porto Cervo sia in Prima che Promozione dopo i gol segnati col Monti di Mola.

Confermati gli attaccanti Romino Kozeli (10 gol), Marco Addis, il portiere Mattia Marzeddu, i centrocampisti Antonio Secchi, Gigi Deriu, Francesco Fresi e Giuseppe Fossati (2002 e non più fuoriquota), l'esterno Rajhi Dhiaa Mohamed (ex Ilva), il difensore scuola Olbia Luca Melgari, i giovani Antonio Ortu ed Edoardo Donati, col parco fuoriquota arricchito dai 2004 Gabriele Asara (ex San Teodoro), Roberto Pileri, Gabriele Cabitza, e dal 2005 Samuele Truddaiu. 

 

IDOLO

Dopo la retrocessione e l'addio al tecnico Mario Masia (passato al Lanusei), il club arzanese ha affidato la panchina a Luigi Ladu, ex giocatore e capitano dei biancoblù e da tecnico già artefice della promozione in Prima categoria. Il primo acquisto è di gran spessore perché torna a centrocampo Antonio Pili, tonarese classe 1990 già perno degli ogliastrini in Eccellenza ma l'anno scorso distintosi col Villasimius (Promozione) nel quale è stato il cannoniere con 12 reti.

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Argomenti:
Stagione:
2021/2022