Salta al contenuto principale
 Francesco Aloia, attaccante, Thiesi
I neroverdi cambiano in tutti i reparti

Rivoluzione al Thiesi, resta il tecnico Rassu ma squadra rifatta: in attacco Pintus-Aloia, a centrocampo Lumbardu e Fois, in difesa gli ex Torres Depalmas e Spanu

Sarà un Thiesi profondamente rinnovato quello che guiderà ancora Gianmario Rassu dopo il raggiungimento dei playoff di Promozione. Il club del presidente Peppino Mannu è stato particolarmente al lavoro e tramite il lavoro del diesse Marco Marras ha chiuso diverse trattative.

 

Per quanto riguarda l'attacco i neroverdi pescano dall'Olmedo Davide Sancis, classe 1990, cresciuto nella Torres per poi andare a Castelsardo, Ottava e da 5 anni coi biancoverdi, e anche Carlo Pintus, classe 1993, cresciuto nel Cagliari e Brescia, poi serie D con Progetto Sant'Elia e Olbia, in Eccellenza San Teodoro e Tonara e poi in Prima con l'Olmedo. Il reparto viene completato da Francesco Aloia, classe 1990 (nella foto), lo scorso anno a segno 21 volte con la maglia del Tempio ma in passato ha giocato con da Olbia, Arzachena, Calangianus e Posada, e Andrea Simula, classe 1998 e con alla base il settore giovanile fatto con il Latte Dolce.

 

Per il centrocampo c'è il sassarese Stefano Lumbardu, classe 1996, arriva dopo la parentesi di mezza stagione all'Agropoli nell'Eccellenza campana mentre in Sardegna è stato con Usinese e San Paolo Apostolo. Importante l'innesto del "mastino" Emanuele Fois, classe 1997, da due stagioni in forza al Tonara in Eccellenza dopo esser stato a Lanusei in serie D, Ploaghe in Eccellenza e tre stagioni al Porto Torres quando esordì a 16 anni. Con spiccate doti offensive c'è il giovane Mirko Sanna, classe 2000 ed ex Bonorva figlio d'arte e thiesino. Pari età è Nicola Pilichi (2000) nell'ultima stagione in forza al Bonorva ma cresciuto nella Torres.

 

In difesa spiccano gli acquisti di Gavino Depalmas, classe 1998, nell'ultima stagione col Bosa in Eccellenza ma il cartellino è di proprietà dalla Torres. Alessandro Piga, classe 1997, è stato già in passato coi neroverdi. Sulla corsia di sinistra ci sarà Vittorio Spanu, classe 1997, nell'ultima stagione al Bonorva dopo esser stato con la Torres e il Tergu. Per la fascia destra si crede in Enrico Pes, classe 2001, ma con alle spalle due campionati con la prima squadra dell'Olmedo con la quale ha giocato 30 partite nell'ultima stagione. In porta, invece, ci sarà Andrea Cossu, classe 1995, nell'ultima stagione al Berchidda in Prima ma ex Ozierese e in passato anche con squadre importanti come Alghero e Budoni.


«Sono molto felice di aver scelto di giocare a Thiesi, per tante ragioni; — dichiara Carlo Pintus mi hanno voluto fortemente e si sono fatti avanti con molta determinazione, nonostante avessi ricevuto altre richieste da squadre peraltro molto blasonate che militano in categorie superiori».
Ma alla fine il forte attaccante non ha avuto dubbi. «Il loro progetto è ambizioso, hanno tante idee davvero importanti da sviluppare, a partire dalla prossima stagione, ma son convinto che sarà un discorso a lungo termine».
Le garanzie tecnico-tattiche offerte dal club sono risultate fondamentali. «Questa è una società composta da persone che hanno vissuto veramente il calcio, serie e professionali, sia dentro che fuori dal campo, partendo dal presidente Peppino Mannu, che mi ha sempre mostrato tutta la sua stima, passando per il direttore sportivo Marras e arrivando a mister Gianmario Rassu».
Pintus spende parole importanti per il suo nuovo tecnico: «Per me si tratta di un vero e proprio punto di riferimento, giocava nel mio stesso ruolo, sono davvero felicissimo di poter lavorare con lui. È stato uno dei giocatori sardi più forte degli ultimi venti anni, credo che avrebbe potuto raccogliere molto di più e, magari, calcare anche palcoscenici ben più importanti».

Ora sotto con il lavoro sul campo. «Cercheremo di farci trovare pronti per l'inizio del torneo: puntiamo a fare bene, a divertirci e ad esprimere un buon calcio, sperando di soddisfare le attese dei nostri tifosi e di tutto l'ambiente, ma senza assilli. Il nuovo impianto sportivo di Thiesi potrebbe rappresentare un punto ulteriore a nostro favore. Per il resto non vogliamo porci limiti: penseremo comunque ad una partita alla volta, cercando di migliorare giorno dopo giorno».
Dal punto di vista personale, gli obbiettivi sono chiari. «Per un attaccante il gol è la priorità, più ne segno e meglio è, ma al primo posto ovviamente vengono gli interessi della squadra».
L'organico a disposizione del tecnico, tra l'altro, è di primissimo livello. «Qualcuno lo conoscevo come avversario, con qualcuno ci ho già giocato assieme in passato; è il caso di Emanuele Fois, ad esempio: l'ho incontrato a Tonara che era un ragazzino ed ora, seppur ancora molto giovane, lo ritrovo con la maturità e la personalità dei più grandi».
Pintus formerà assieme a Davide Sancis un tandem d'attacco di sicuro affidamento. «Con lui c'è un'intesa davvero speciale, sia dentro che fuori dal campo. Ad Olmedo ci siamo scambiati tanti assist, segnando con buona regolarità: proveremo a ripeterci anche quest'anno».

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Argomenti:
Stagione:
2019/2020
Tags:
Promozione