Salta al contenuto principale
Eccellenza
Restano le bandiere Pinna, Corona e Mele

Taloro, quanti cambiamenti: torna il portiere Marchi, presi gli attaccanti Bonicelli e Boi, vanno via Arrais e il bomber Falchi, sfuma l'acquisto di Cocco

Sarà un Taloro profondamente rinnovato quello che il riconfermato Franco Cottu guiderà per la terza stagione di fila nel campionato di Eccellenza. Il club gavoese, che ha rischiato di sparire salvo poi rinnovarsi nel gruppo dirigenziale, ripartirà da alcune certezze: il difensore Marco Pinna, il centrocampista Corona e l'universale Roberto Mele, più tanti giovani che si sono messi in evidenza in questi anni come Agostino Massidda ('96) e Andrea Delussu ('97) su tutti. I volti nuovi sono quelli di Romano Marchi (1977), portiere che torna in rossoblù dopo 4 stagioni passate al Lanusei e Atletico Bono, gli attaccanti Edoardo Bonicelli (1993), di Villanova Strisaili, cresciuto nel Lanusei e poi esperienze nelle giovanili dell'Olbia, Vicenza e Cesena, la scorsa stagione alla Tharros (7 gol), e Marco Boi (1993), di Tertenia, cresciuto nelle giovanili del Cagliari e con un'esperienza in serie D col Progetto Sant'Elia prima di giocare nel Lanusei (Promozione) e Jerzu (Prima). Federico Sedda (1993), esterno nuorese che torna in rossoblù dopo che andò al Fertilia per seguire gli studi universitari a Sassari e un periodo di inattività. In dirittura d'arrivo la trattativa per l'acquisto di Roberto Mastio, difensore ex Castiadas, Lanusei e Sporting Siniscola. Sfumata la trattativa per l'arrivo di Fabio Cocco, trequartista-attaccante lo scorso anno tra Tortolì e Tonara. Diversi gli addii eccellenti come il difensore Carlo Arrais, colonna della difesa per due stagioni con 64 partite e 7 gol all'attivo, il centrocampista Tore Forma, e gli attaccanti Pierpaolo Falchi (17 gol in campionato più 8 in Coppa Italia) e Lamine Doukar che il Taloro prese a dicembre dal Tergu.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2015/2016
Tags:
Sardegna