Salta al contenuto principale
Marco Boi, attaccante, Muravera
Il presidente Verlezza: «Salvezza col bel gioco e dando spazio ai nostri giovani»

Tonara, quante novità: Tamponi in panchina, salutano Calaresu e Littarru, arriva Marco Boi e tornano Saias e Spanedda

Anno nuovo e vita nuova, e tanti cambiamenti in seno al Tonara. A partire dalla guida tecnica, salutato Antonio Prastaro e il suo ottimo biennio con due ottavi posto e una storica Coppa Italia di Eccellenza, al suo posto è arrivato Michele Tamponi, ex calciatore della Torres e in carriera alla guida di Tavolara, Calangianus (portate dall’Eccellenza alla Serie D), San Teodoro (centrando i playoff), Dorgalese, Torres e Tortolì, torna su una panchina di Eccellenza dopo alcune stagioni nei settori di giovanili di Olbia e Porto Rotondo.  

 

Chi parte e chi resta. Le novità riguardano anche la squadra, con gli addii di Matteo Forzati, Peter Nnamani, Leo Del Soldato. Luigi Usai e Giuseppe Cocco ai quali si aggiungono quelli dolorosi dei tonaresi Simone Calaresu (bomber e trascinatore) e Filippo Littarru (ultimo anno da fuoriquota), destinati al Taloro Gavoi. Le conferme importanti riguardano quelle del capitano Antonio Pili, dei difensori Fabio Boi, Claudio SauEnrico Poddie, del jolly Emanuele Fois e del fantasista Cristian Sanna che deve recuperare dall'infortunio che lo ha messo ko per tutto il girone di ritorno. Più i fuoriquota cresciuti con mister Prastaro come Gian Marco Trogu ('99, centrocampista), Francesco Succu (2000, attaccante), Enrico Moro ('99, difensore), Lorenzo Lecca ('98, centrocampista), Filippo Tore ('98, portiere) più i 2001 Antonio Fadda, Matteo Tore, Daniele Sansone e Nicolò Ghiani. Torna al Cagliari per fine prestito il difensore Simone Sau (2000).

 

Sono già quattro i nuovi arrivati in rossonero. Per rinforzare l'attacco c'è Marco Boi, classe '93, lo scorso anno a Muravera (nella foto in un match contro il Tonara) e due anni fa al Taloro ma in passato col Progetto Sant'Elia (serie D) e con il Lanusei. Il tecnico Tamponi crede molto in Fabrizio Murgia, '97 scuola Olbia, che ha concluso la sua fase da fuoriquota dopo aver giocato in Eccellenza con il Calangianus e in Promozione con Porto Rotondo e Castelsardo. In difesa ci sono i ritorni di Matteo Saias ('95), centrale ed esterno sinistro reduce dalla vittoria del campionato col Castiadas, e di Matteo Spanedda ('97), portiere lo scorso anno in forza al Sorso ma con trascorsi al Fertilia (Eccellenza) e Lanusei (serie D).

 

Il presidente Vincenzo Verlezza spiega la linea societaria. «Per Tonara il campionato di Eccellenza è un trampolino di lancio per i nostri ragazzi. Puntiamo a confermarci in questa importante categoria, facendo un bel gioco e ottenendo una tranquilla salvezza dando spazio ai giovani che sono stati impiegati lo scorso anno e altri provenienti dalla Juniores che mister Tamponi ha già individuato. Non abbiamo altra possibilità che rispettare un budget contenuto ben sapendo che per noi fare mercato è difficile, perché a Tonara devi arrivarci e non è di passaggio come per altre piazze. Perciò siamo aperti a nuovi ingressi nella dirigenza perché la società è della comunità e non del singolo, siamo un gruppo che lavora per fare il bene di Tonara». Capitolo mercato in uscita e entrata: «Ringraziamo i giocatori che sono andati via, è stata una stagione bella per noi. Discorso a parte per Calaresu e Littarru che ci hanno chiesto di fare una esperienza fuori da Tonara e, di comune accordo, abbiamo deciso per la separazione. A noi dispiace moltissimo per Simone, per l'importanza come persona nello spogliatoio e come giocatore in campo, e per Filippo, che si è fatto sempre valere in questi anni da fuoriquota. Diamo il benvenuto ai nuovi arrivati, per alcuni si tratta anche di un ritorno, convinti che faranno bene con noi. Siamo in fase di trattativa per una prima punta e altri fuoriquota che arriveranno del circondario».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Argomenti:
Stagione:
2017/2018