Salta al contenuto principale
Andrea Pia, salvezza e addio: «Un sogno aver allenato il Ghilarza in Eccellenza, chiuso un ciclo di 15 anni»
Il tecnico: «Ci davano per spacciati, bravi tutti»

Andrea Pia, salvezza e addio: «Un sogno aver allenato il Ghilarza in Eccellenza, chiuso un ciclo di 15 anni»

Il suo campionato l'ha vinto, con una giornata d'anticipo, e nell'ultima gara stagionale il Ghilarza ha festeggiato al pari di chi, il Muravera, il campionato l'ha vinto realmente. La salvezza degli oristanesi vale tantissimo, specie per chi è stato ripescato ad agosto e ha avuto una partenza ad handicap con tre sconfitte di fila per via di una squadra che si stava costruendo per una salvezza in Promozione e che invece veniva proiettata nel massimo campionato regionale. E ha ottenuto il prestigioso traguardo il suo giovane tecnico Andrea Pia, alla prima esperienza in Eccellenza dopo 15 anni alla guida delle squadre del settore giovanile. «Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto - dice il tecnico norbellese - visto come siamo partiti, ripescati all'ultimo momento e costruendo la squadra in corsa. La salvezza è un traguardo quasi storico perché, solo in altre due precedenti esperienze in Eccellenza, il Ghilarza si era salvato. Perciò, mi posso ritenere orgoglioso e fiero del lavoro svolto, insieme al mio staff, con i giocatori. Raccogliamo i frutti di anni di programmazione della società e dei tecnici, siamo l'unica realtà ai massimi livelli regionali nell'Oristanese e, tra l'altro, neanche in Promozione ci sono squadre della nostra provincia. Ci tengo anche a ricordare i risultati della Juniores regionale del mio vice Alberto Cera con molti ragazzi che, per tutto l'anno, si sono allenati con la prima squadra e che ora disputano la semifinale nel triangolare con Latte Dolce e Porto Rotondo».

 

Andrea Pia, tecnico del Ghilarza salvo in EccellenzaNonostante l'obiettivo già raggiunto, la gara contro il Muravera è stata giocata dal Ghilarza, che voleva cancellare l'1-8 casalingo contro il Lanusei. «C'era un po' di nervosismo - ammette mister Pia - perché venivamo da una figuraccia rimediata con il Lanusei. Ai ragazzi ho detto che dovevamo onorare il campionato ed essere sportivi, ce l'abbiamo messa tutta ma la maggior motivazione e caratura tecnica del Muravera ha prevalso nell'ultima mezzora ma siamo contenti di aver tenuto testa alla capolista». Il tecnico di Narbolia si toglie un sassolino dalla scarpa: «Ad inizio stagione ci davano per spacciati, senza tener conto del materiale umano del Ghilarza con giocatori esperti che avevano tanti campionati di Promozione alle spalle. Non avevano fatto i conti con il lavoro del nostro settore giovanile e il valore dei nostri fuoriquota, magari snobbavano pure l'allenatore che era alla prima esperienza in Eccellenza. In più c'è stata una società che ha fatto il suo, riportando Simone Stocchino che a Ghilarza sembra ci sia nato, e poi diversi rinforzi, Paolo Uccheddu in difesa e Riccardo Milia a centrocampo, successivamente Antonio Lai e, a gennaio, anche Nicola Rais, che ci hanno dato una grossa mano per raggiungere questa salvezza». 

 

Dopo le inziali difficoltà, il percorso avuto dal Ghilarza è stato costante, il girone d'andata l'ha chiuso con 20 punti e altri 19 nel ritorno, per una salvezza arrivata con 90' d'anticipo. «Il cammino che ho disegnato per la mia squadra - dice il tecnico - è quello di aver vinto tutti gli scontri diretti con le nostre concorrenti e poi cercare di rubare più punti possibili alle squadre che ci sopravvanzavano in classifica. C'è da dire che è stato un campionato diviso in due tronconi, con le prime 5-6 squadre decisamente superiori alle altre e prender punti a loro era oro». Nonostante il grande risultato ottenuto Andrea Pia non resterà alla guida dei giallorossi: «Provengo da 15 anni di settore giovanile ed è stato un sogno allenare la prima squadra e portarla alla salvezza in Eccellenza. È come se fosse la chiusura di un ciclo, il lieto fine di una bella favola che ho sempre sperato si avverasse». 

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2014/2015
Tags:
Sardegna
17 Ritorno

Archivio articoli in evidenza