Salta al contenuto principale
Alessandro Masia, attaccante, Monastir
«Qui c'è tutto per far bene: società, tifosi e staff tecnico»

Il Monastir corre verso l'Eccellenza, Masia: «Non è finita, dobbiamo essere perfetti come col Castiadas»

Primo in classifica nel girone A di Promozione, unica ancora imbattuta con 9 punti di distacco sul Castiadas battuto nel big-match di sabato scorso. La corsa del Monastir verso l'Eccellenza sembra inarrestabile anche se Alessandro Masia, attaccante esterno con trascorsi in serie D con Lanusei, Muravera e Atletico Uri, mantiene i piedi per terra: «Non è finita assolutamente, la partite sono ancora tante e loro sono una grande squadra. Manca solo la matematica? Bisogna aspettare ancora un po', mi auguro che questo gap rimanga o che riusciamo anche a fare meglio ma dobbiamo interpretare le gare sempre così in modo perfetto, con qualità e aggressività. In settimana lavoriamo sempre bene, abbiamo uno staff eccellente, poi a volte per diversi motivi non esce quello che prepari però ci mettiamo del nostro per interpretare al meglio la gara, fare più gol possibili ed essere cinici. Col Castiadas ci è venuto bene ma queste gare sono pericolose perché, se non le chiudi, rischi di prendere anche più di un gol. Siamo anche fortunati nel loro rigore sbagliato, ma lì ha fatto una gran parata Galasso, però siamo una squadra forte e ora cercheremo di portare al termine il campionato».  

Per Masia è stato un doppio salto di categoria all'indietro: «Quando mi hanno parlato di questo progetto mi aspettavo tutto questo. La stagione sta andando benissimo, la società è presente, abbiamo uno staff competente, la struttura è bella e ci sono i tifosi. Insomma c'è tutto per far bene».

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2023/2024
Tags:
20ª giornata