Salta al contenuto principale
Alessandro Arrus, Muravera
Il portiere: «Gruppo forte, serve l'aiuto dei tifosi e vengano numerosi»

Il Muravera risale dopo l'exploit a Nuoro, Arrus: «Non molliamo mai, ora vogliamo sbloccarci in casa contro Albalonga e San Teodoro»

Il Muravera ci ha preso gusto. Dopo l'exploit di Avezzano la squadra di Marco Piras si è ripetuta nel'anticipo di sabato contro la Nuorese. Un derby portato a casa soffrendo nel primo tempo il palleggio e la spinta dei barbaricini per poi venir fuori nella ripresa con la rete di Sergio Nurchi difesa con ordine e grinta per una vittoria che sistema la classifica dei sarrabesi a quota 8 in compagnia di Latte Dolce, Trestina e San Teodoro. Tra i protagonisti del successo dei gialloblù c'è il portiere Alessandro Arrus che nel primo tempo non ha fatto grandi interventi nonostante gli attacchi convinti dei verdazzurri mentre nella ripresa è stato decisivo con tre parate nella stessa azione. «La Nuorese nel primo tempo ha costruito più gioco e avuto più occasioni di noi - ammette l'estremo difensore cagliaritano - sono stati pericolosi con un tiro di Ucha ma ero piazzato, forse per lui sarebbe stato meglio se avesse sbucciato la palla, e un tiro-cross di Cadau, nella ripresa ho fatto tre parate nella stessa azione su un cross teso di Cadau, poi su un tiro a giro di Falasca e un altro di Carta. Col cambio del modulo abbiamo preso in mano il gioco, dalla metà campo in su siamo stati più incisivi prima con un tiro di Nurchi e poi col gol di Sergio, bravissimo sul lancio di Chessa. Il mister l'aveva detto che sarebbe stata una gara che si sarebbe decisa per degli episodi, uno di quelli è stato a nostro favore».

Arrus rende merito alla prova degli avversari: «La Nuorese era un po' delusa a fine partita li capisco ma spero non si buttino giù, faccio i complimenti al tecnico Mariotti perché fa giocare bene la squadra che è ottima, Frasca è tra i portieri migliori del girone, la difesa è la meno battuta, a centrocampo c'è Gallo che è di un'altra categoria, l'argentino Ucha è bravo ma in fase offensiva stanno pagando l'assenza di Molino e qualche episodio contro. Ma la società è solida e lotteranno per un campionato di vertice assoluto, pur perdendo i tifosi hanno sostenuto la squadra fino alla fine, sono cose positive che a un giocatore fa sempre piacere». Per il Muravera è stata una vittoria che dà un carico di entusiasmo e risistema la classifica dopo il primo mese avaro di vittorie. «Una vittoria che fa morale ed è dedicata a chi sta avendo problemi familiari, come il mister, e a chi non molla mai pur giocando meno di altri. Siamo un gruppo forte che dimostra di stare sempre sul pezzo». Le due vittorie in campionato sono arrivate entrambe fuori casa, la spiegazione c'è per il portiere: «Abbiamo giocato con molta più tranquillità, benché col Flaminia siamo andati bene. Ci siamo presentati con personalità in trasferta e ci siamo presentati con tutti gli effettivi o quasi. Quando siamo tutti a disposizione siamo più tranquilli ed è meglio per il mister che ha anche la possibilità di fare dei cambi decisivi, come è stato con Massessi, Illario, Farris o lo stesso Onano che ha giocato titolare vista l'assenza di Pinna. Ci voleva pazienza perché le prestazioni c'erano». Poi la battuta: «Quando si vince il merito è di tutti, quando si perde invece è colpa mia come è accaduto a Città di Castello».

Ora c'è da eliminare lo zero si gol fatti e le vittoria in casa. Le prossime due di fila saranno contro Albalonga e San Teodoro. «Tutti noi stiamo aspettando il primo gol e la prima vittoria - osserva Arrus - ma sarà difficile contro l'Albalonga, che è appena balzata in vetta e sta facendo molto bene con il miglior attacco del girone. Sarà anche importante anche la sfida con il San Teodoro, perciò spero vengano quanti più spettatori possibili, persone che tengano alle sorti del Muravera perché fare dei begli incassi è molto importante per la società e il presidente Giampaolo Aresu. Vorremmo vedere coinvolto tutto il paese, nel Sarrabus e nel Cagliaritano siamo l'unica realtà in serie D».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
7 Andata
Girone G