Salta al contenuto principale
Omar Floris, attaccante, Vecchio Borgo
«Avremo tifosi al seguito, sarà come vincere un campionato»

Il Vecchio Borgo vuole la salvezza, Floris: «Abbiamo inseguito i playout con cuore e rabbia, a Seulo ci aspetta una battaglia ma non abbiamo paura»

Si tratta di un finale di stagione decisamente turbolento per il Vecchio Borgo Sant'Elia: i cagliaritani, infatti, dopo aver battuto il Villasor per 3 a 2 nello spareggio preliminare andato in scena domenica scorsa sul neutro di Siliqua e che ha condannato i campidanesi del patron Piroddi alla retrocessione in Prima Categoria, sono ora attesi dal match valido per i playout, sul campo, caldissimo, del Seulo, quartultimo nel girone A al termine della stagione regolare.

Per guadagnarsi il diritto di disputare per il terzo anno consecutivo il campionato di Promozione, i ragazzi allenati da mister Miro Murgia avranno a disposizione soltanto un risultato: la vittoria. Omar Floris e soci, c'è da scommetterci, venderanno la pelle a carissimo prezzo, con il solito pieno di grinta e determinazione, veri e propri tratti caratteristici dei bianco-azzurri, qualità emerse nettamente, del resto, nell'arco del campionato. Il bomber, decisivo nel gol del 3-2 al Villasor, è quindi pronto a mettersi ancora in spalla i suoi, per 90' che si annunciano già incandescenti.

«Abbiamo inseguito i playout con cuore e rabbia, ma battere il Villasor non è stato facile — dichiara Omar Floris — meno male che siamo riusciti a strappare la vittoria proprio nel finale, al termine di una vera e propria battaglia. Ora speriamo di ripeterci con il Seulo, sappiamo che sarà molto difficile ma ci proveremo con tutte le nostre forze; del resto questa è una squadra che non si arrende mai». Il temperamento è una delle caratteristiche principali dei ragazzi di mister Murgia. «A dirla tutta spesso esageriamo un po' (ride), speriamo di essere aggressivi, ma nel modo giusto».

L'attaccante ripercorre le tappe principali di una stagione decisamente travagliata. «Siamo rimasti senza portiere per diverse partite, un aspetto che ci ha penalizzato sensibilmente e che, insieme a tanti altri piccoli problemi, ha contribuito a far maturare la situazione in cui ci troviamo ora; diciamo che quest'anno le cose non sono andate proprio nel migliore dei modi ma non siamo abituati a piangerci addosso». Poi aggiunge: «Chi entra a far parte di questo gruppo trova una famiglia che è impossibile da abbandonare: giochiamo tutti per onorare la maglia ed ora siamo pronti per l'ennesima sfida; raggiungere la salvezza per noi sarebbe come vincere un campionato».

Floris presenta la sfida. «Hanno in rosa elementi molto forti ed esperti, tra cui spiccano Tore e Jacopo Boi, giocatori che possono fare la differenza in qualsiasi momento, sia dal punto di vista tecnico che tattico; rappresentano sicuramente i pericoli principali, dovremo fare molta attenzione e cercare di limitare le loro iniziative. Per il resto, ci arriviamo con discreta tranquillità e la giusta fame, ma sappiamo che giocheremo su un campo molto caldo: loro potranno contare sul supporto del proprio pubblico, che in questi casi diventa l'uomo in più. Troveremo sicuramente un ambiente caldissimo ma noi non abbiamo scelta: dobbiamo vincere per forza, è l'unico risultato a nostra disposizione per rimanere per un altro anno in questa categoria».
Il Vecchio Borgo chiama a raccolta i propri tifosi. «Ci hanno seguito anche a Siliqua, spero che facciano altrettanto domenica perché ci darebbero una grossa mano, sul piano delle motivazioni, ovviamente, ma non solo».
Il capocannoniere dei cagliaritani si presenta al confronto in ottima forma.
«Diciamo che sto abbastanza bene, anche se qualche problemino c'è sempre, ma è una cosa inevitabile, considerando che ho 40 anni (ride). Ho dato il massimo, andando probabilmente oltre i miei limiti, va benissimo così, ora servirà l'ultimissimo sforzo, non mi tirerò di certo indietro adesso, discorso che vale, ne sono sicuro, per tutti i miei compagni».

In questo articolo
Giocatori:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
Promozione
Girone A
play-out