Salta al contenuto principale
Federico Cardella, attaccante, Ladispoli
Sganga risponde a Sarritzu, gol dubbio annullato a Demartis

La Torres inizia bene e chiude in nove, un rigore generoso dà la vittoria al Ladispoli

Le premesse erano bellissime e racchiuse nel gol del vantaggio di Sarritzu dopo appena 6', poi la Torres subisce quasi immediatamente il pareggio sugli sviluppi di un calcio piazzato, segna altri due gol con Padovani e Demartis, però annullati, va addirittura sotto contro il Ladispoli ad inizio ripresa per un rigore concesso in modo generoso e il finale diventa da incubo perché il nervosismo la fa da padrona coi rossoblù ridotti in nove per le espulsioni di Minutolo e Peana. La squadra di Marco Sanna non riparte dopo il 4-0 di Latina ma, l'aspetto più grave, è che ha perso una gara da sei punti con i laziali schizzati in classifica a +5 dai sassaresi.

 

La gara. Partenza fulminea della Torres che, dopo appena dieci secondi, porta al cross Bianco da sinistra per il colpo di testa di Sarritzu con palla fuori di poco. Al 6’ arriva anche il vantaggio con una combinazione simile, questa volta è Demartis che sterza sulla trequarti sinistra e col destro mette in area una gran palla per il taglio di Sarritzu, pronto con una zuccata ad anticipare l'uscita incerta di Salvato. L'1-0 dura appena 3' perché Bilea commette un fallo da ammonizione al limite dell'area sul lato corto, calcia forte De Fato con Andrea Sganga che svetta dentro l'area piccola che dovrebbe essere di proprietà di Kinalis. Tutto da rifare. E subito ci provano con Padovani che al 16’ va in gol ma viene pescato in posizione di fuorigioco. Il Ladispoli subisce la verve di Sarritzu ma al 21’ minaccia la porta di Kinalis con la sventola mancina di Cardillo che sibila il palo alla sinistra del portiere greco. Alla mezz'ora Sarritzu calibra una palla a centroarea per Camilli che, nel fare la sponda aerea, viene affossato dal diretto marcatore, sulla palla si avventa Padovani anticipato di un soffio da Salvato. Al 38’ ancora un gol per la Torres ma l'esultanza di Demartis viene strozzata dal fischio dell’arbitro Agostoni che rileva un fallo di Scioni al limite dell’area quando in terzo tempo colpisce la palla di testa servendo il capitano rossoblù prontissimo a scaraventare a rete col sinistro. Protestano i ragazzi di Sanna che si fanno coglie un po' impreparato sull'immediato rilancio che provoca una svirgolata di Bilea a favore di Cardella che vince il duello con Peana e manda alto con un tocco di punta a pochi passi da Kinalis.

Ad inizio ripresa c'è l'episodio che deciderà il match a favore dei laziali pesando come un macigno sui rossoblù che avvertono l'ingiustizia subita. Al 9’ Cardella fa a sportellate con Peana palla al piede, entra in area e poi si lascia andare quasi pesasse la metà del difensore algherese, l’arbitro coglie male la dinamica dell'azione e decreta il rigore - con tanto di cartellino giallo all'ex Arzachena - che lo stesso Cardella (nella foto di Alessandro Sanna-Torres Sassari) trasforma spiazzando Kinalis aprendo il piatto sinistro. L'1-2 pesa nella testa dei rossoblù che, intanto, cumulano altri cartellini gialli. Poco prima della mezz'ora il tecnico Sanna manda in campo Leto per Scioni al 31' la Torres potrebbe pareggiare i conti con l'imbucata di Bilea per Camilli che addomestica la palla e la serve a Padovani liberissimo di calciare ma la conclusione dell'ex Avezzano è debole e centrale, perciò facile preda di Salvato. Le squadre si allungano e ne fa le spese la Torres che non riesce a dare continuità agli attacchi esponendosi alle ripartenze. Al 41' Bertino viene fermato all'ultimo da Minutolo, sulla palla si avventa Cannizzo ma il tiro viene bloccato da Kinalis. Sul rovesciamento di fronte c'è l'insidioso sinistro di Leto con palla che sfiora l'incrocio dei pali. La frustrazione assale i rossoblù, al 44' Minutolo scalcia un avversario a terra sotto gli occhi dell'arbitro che estrae il rosso diretto. Al 46' l'irriducibile Camilli strappa palla ad un avversario e, da dentro l'area, tenta un destro a giro poco fortunato. Nei minuti restanti anche Peana viene espulso dopo aver protestato e Bertino cerca il tris impegnando Kinalis con una conclusione centrale. Il triplice fischio sancisce una cocente sconfitta. Dopo il pari-beffa contro la Lupa Roma, arriva un imprevisto ko sul quale pesano molto le decisioni arbitrali.

 

TORRES: Kinalis, Bilea, Pinna, Scioni (29’ st Leto), Peana, Minutolo, Sarritzu, Bianco, Camilli, Demartis, Padovani. A disp. Tsoulfas, Lazazzera, Oproiescu, Sanna, Piga, Piana, Saba, Ayo. All. Marco Sanna

LADISPOLI: A. Salvato, G. Salvato, Mastrodonato, Tollardo (30’ st Leone), Gallitano, Lisari, Cannizzo (39’ st Zucchi), A. Sganga, Cardella (25’ st Bertino), De Fato, Camilli. A disp. Travaglini, Maroncelli, Manzari, M. Sganga, Pagliuca. All. Pietro Bosco. 

ARBITRO: Giovanni Agostoni di Milano

RETI: 6’ pt Sarritzu, 9’ pt A. Sganga, 9’ st Cardella (rig).

NOTE: Espulsi al 44’ st Minutolo e al 48’ st Peana. Ammoniti: Bilea, Pinna, Peana, Bianco, Camilli, Demartis, Mastrodonato, Tollardo, Sganga, Cardella. Angoli: 9-0. Recupero 1' + 5'. Spettatori: 1000 circa.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
14ª giornata