Salta al contenuto principale
Marco Pinna entra nell'Esercito e il Taloro perde un pilastro a centrocampo
Il mancino di Sarule: «A Gavoi 7 anni bellissimi»

Marco Pinna entra nell'Esercito e il Taloro perde un pilastro a centrocampo

Il Taloro perde uno dei pilastri della squadra allenata da Ivan Cirinà proprio nello sprint finale del campionato che potrebbe regalare ai gavoesi la certezza di disputare i playoff. Marco Pinna, centrocampista classe 1990, è partito lunedì alla volta di Capua (in provincia di Caserta) dopo aver vinto un concorso all’Esercito Italiano. La svolta lavorativa è arrivata d'improvviso quando giovedì scorso hanno pubblicato le graduatorie del concorso con il nome del ventiquattrenne di Sarule che, martedì, si è presentato puntuale nella caserma campana.

 

Marco Pinna lascia il Taloro dopo 7 stagioniLa gara di domenica contro il Progetto Sant'Elia è stata dunque l'ultima stagionale per Marco Pinna che lascia i rossoblù 7 stagioni dopo essere arrivato dalla Puri e Forti di Nuoro. Si è imposto sin da subito in prima squadra mostrando le sue doti di grande corsa e tecnica unite ad una notevole propensione al sacrificio che ne hanno fatto ben presto un perno della squadra gavoese con tutti gli allenatori che si sono succeduti nella panchina rossoblù, da Libero Canu a Marco Marchi passando per Vincenzo Fadda e Ivan Cirinà. Con i rossoblù ha centrato per tre volte la finale di Coppa Italia di Eccellenza vincendo l'edizione del 2010/11 battendo in finale il Tortolì ai rigori e perdendo quelle del 2007/08 contro il Terralba e del 2001/12 contro la Torres. In campionato, il miglior piazzamento l'ha ottenuto nelle ultime due stagioni con due quinti posti che potrebbero essere migliorati se i compagni conserveranno l'attuale 4° posto centrando pure i playoff che il sarulese non ha mai disputato. Le strade, dunque, del Taloro e Marco Pinna si separano ma potrebbero rincontrarsi nel caso in cui il giocatore dovesse essere trasferito in Sardegna.

 

Prima di partire alla volta di Capua il 24enne di Sarule ha lasciato un videomessaggio in cui saluta la squadra, la società e i tifosi: «Sono stati sette anni bellissimi, sono stato protagonista di tre finali di Coppa Italia di cui una vinta mentre i campionati disputati sono stati tutti belli grazie agli allenatori che ho avuto, uno migliore dell'altro, e ai compagni di squadra. La forza del Taloro sta nel gruppo, composto da giocatori esperti molto bravi e giovani promettenti, e poi abbiamo un grande pubblico che ci sostiene sia in casa che fuori. Ringrazio il paese di Gavoi e tutti i tifosi che mi hanno sostenuto nonostante, a volte, non abbia giocato bene». In questa stagione Marco Pinna ha segnato due gol, stupendo quello a Samassi con un gran tiro al volo su angolo di Cherchi, il tecnico Ivan Cirinà ha apprezzato, tre la varie doti del sarulese, la duttilità schierandolo in mezzo al campo, sull'esterno e, all'occorrenza, al centro della difesa. La sua assenza si farà sentire nelle ultime due giornate in cui il Taloro incontrerà il Castiadas (fuori) e il Fertilia (casa) e, soprattutto, negli spareggi se i gavoesi riusciranno a centrare i playoff sfuggiti per un niente nelle ultime due stagioni.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2013/2014
Tags:
Sardegna
13 Ritorno