Salta al contenuto principale
Alessandro Cherchi, attaccante, Stintino
I gialloblù avanti con Boi ma poi incassano cinque gol

Muravera, un bagliore iniziale e poi esordio da incubo, la prima in Eccellenza dello Stintino è memorabile

Lo Stintino costruisce un esordio da favola in Eccellenza, il Muravera ha un migliore iniziale e poi si sfalda nel corso della partita. La prima in assoluto della matricola sassarese è di quelle da ricordare mentre il ritorno dei sarrabesi nel massimo campionato regionale è da incubo. Cinque reti segnate dalla squadra di Udassi capace di rimontare all'iniziale svantaggio di Boi con tre gol in 15', quelli che tolgono di scena i gialloblù incapaci di rientrare in partita con il rigore di Boi, parato da Secchi, e il tocco ravvicinato di Bruno che manda incredibilmente al lato. Non esente da colpe il portiere di casa Pioli, troppo presto a terra sul tiro di Carboni e posizionato male sulla punizione di Cherchi nella ripresa che, di fatto, mette fine alle speranze dei ragazzi di Lulù Oliveira di riaprire ogni discorso. Un ko preoccupante alla luce di quanto visto nella gara di Coppa Italia contro il Castiadas che però 

 

La gara. Oliveria deve fare i conti con l'assenza di Satta e cambia qualcosa rispetto alla gara di Coppa Italia, arretra Onano in mediana con Piccarreta, Legname affianca Boi in attacco, esterni Luca Zugliani e Diaz, difesa invariata con Massessi, Todde, Bruno e Lampis davanti a Pioli. Udassi schiera davanti al portiere Secchi, Manunta, Sini, Carrucciu e Tuccio, Gianni e Cardone in mediana, Carboni, Pilo e Cherchi dietro Doukar. L'avvio è incoraggiante per il Muravera che dopo appena 1' si porta in vantaggio: Boi parte centralmente, Gianni non lo ferma fuori area e Carrucciu non rischia dentro l'area, l'attaccante ex Taloro fa partire un diagonale secco, nulla da fare per Secchi. Al 10' Secchi vola alla sua sinistra per neutralizzare l'esterno destro di Onano. Lo Stintino si riorganizza e man mano si affaccia in area avversaria conquistando due angoli pericolosi. Al 18’ arriva il pareggio ed è una invenzione di Doukar con la complicità della difesa sarrabese. L'attaccante riceve palla sulla trequarti, manda a vuoto Bruno e supera Todde, la chiusura di Lampis è tardivo così come la copertura dello specchio di porta di Pioli perché il senegalese si defila ma passa la palla calciata in diagonale. Il Muravera accusa il colpo e si ammorbidisce in occasione del raddoppio al 21’: Gianni fa filtrare una palla per Carboni che supera Lampis, poi Bruno e sulla chiusura di Todde calcia col sinistro non forte ma il tanto giusto per superare Pioli andato a terra in anticipo. Lo Stintino non si accontenta, al 22’ Cherchi si infila a destra e calcia in diagonale, Pioli si distende e blocca. Poco dopo Tuccio tutto solo con un colpo sotto sull'uscita di Pioli che manda sopra la traversa. Al 32’ lo Stintino cala il tris con una bell'azione in linea da sinistra a destra per il liberissimo Gianni che mette in mezzo per Pilo liberissimo di scaricare la palla in porta. Il quarto d'ora da incubo del Muravera finisce qui ma la squadra di Oliveira non è assistita dalla fortuna. Al 35’ Massessi non trova di poco lo specchio di porta con un colpo di testa sull’angolo ben battuto da Diaz. Passa 1' e Carrucciu aggancia in area Diaz, per Caggiari è calcio di rigore, sul dischetto si presenta Boi che calcia forte ma non troppo angolato, Secchi indovina l'angolo e si accartoccia sulla palla. Clamorosa la palla-gol fallita da Bruno al 43', il difensore è ad un passo da Secchi (ex compagno di squadra al Tergu) quando non aggancia la palla sulla punizione di Piccarreta. Ancora il portiere ospite sugli scudi quando manda in angolo il tiro ravvicinato di Legname dopo che il belga aveva cercato lo sfondamento sul servizio dell'ottimo Boi. 

 

Nella ripresa il Muravera scende in campo con alcuni accorgimenti tattici, Luca Zugliani arretra in difesa e porta al centro Massessi che fa scalare Bruno a centrocampo in modo che Onano affianchi Boi e Legname passi a sinistra con Diaz spostato a destra. Un rimescolamento che porta ad una timida reazione e la retroguardia dello Stintino tiene bene. Onano va in riserva e al 13' entra Zinzula che va a destra con Diaz spostato in attacco. Al 15’ Cherchi è implacabile su calcio piazzato (nella foto) e fa secco Pioli dai diciotto metri sul palo di sua competenza. Al 18’ il Muravera ci mette orgoglio con uno dei suoi uomini più rappresentativi, Bruno svetta di testa sulla punizione calciata da Piccarreta e supera Secchi. Che, al 24’, deve volare per togliere dall'incrocio il missile scagliato dal solito irriducibile Boi. I gialloblù provano a rientrare in partita, al 38' Todde, sull'angolo di Diaz, gira di testa la palla che rasenta il palo alla destra di Secchi. Ma, al 41’, lo Stintino cala il pokerissimo grazie al diagonale del neo-entrato Delrio messo in moto dall'ottimo e inesauribile Doukar. Prima del triplice fischio ancora Secchi in evidenza contro Boi, l'attaccante col sinistro cerca il palo lungo, il portiere risponde con l'ennesima prodezza di giornata mandando in angolo con un perfetto tuffo. La cornice alla grande gara dello Stintino e lo specchio di un Muravera che sembra poter fare tanto ma che esce con le ossa rotta dal confronto. 

 

MURAVERA: Pioli, Massessi, Lampis, Todde, Piccarreta, (21’ st Madeddu), Bruno, Legname, Boi, Diaz, Onano (13’ st Zinzula), L. Zugliani. A disp. A. Oliveira, Satta, M. Zugliani, Atzori, Porru. All. Luis Oliveira. 

STINTINO: Secchi, Manunta (36’ st Viale), Tuccio, Cardone, Sini, Carrucciu, Carboni (21 st Delrio), Gianni, Doukar, Cherchi (43 st Mulas), Pilo (28’ st Gadau). A disp. Falchi, Serra, Sias. All. Stefano Udassi. 

ARBITRO: Caggiari di Cagliari. 

RETI: 1’ pt Boi, 18’ pt Doukar, 22’ pt Carboni, 33' pt Pilo, 15' st Cherchi, 18' st Bruno, 41' st Delrio

NOTE: Ammoniti: Manunta, Todde, Bruno, Boi, Diaz. Angoli: 3-7. Recupero: 1' + 4'. Spettatori 200 circa.

 

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018