Salta al contenuto principale
Nurchi risponde a Nieddu, il Muravera acciuffa il Tortolì ma perde la vetta
Finale infuocato il bomber segna su rigore all'87'

Nurchi risponde a Nieddu, il Muravera acciuffa il Tortolì ma perde la vetta

La Befana vestita di rossoblù atterra su Muravera, ferma la capolista e gli porta via il primato passato ora in mano ai cugini del Castiadas. Il Tortolì si conferma bestia nera dei gialloblù restando imbattuti per la quarta volta in stagione dopo l'1-1 dell'andata, lo 0-0 in Coppa Italia al Fra Locci e l'1-0 al Comunale che portò i rossoblù ai quarti di finale.

Lo scorso 17 settembre il colpaccio fu fatto grazie ad Alessio D'Agostino questa volta ci stava riuscendo con l'ex Marco Nieddu, bomber di razza al pari di Sergio Nurchi che, scattato dalla panchina ad inizio ripresa, ha provato in tutti i modi a bucare Galasso riuscendoci solo su calcio di rigore a 3' dal termine. Il finale di gara è stato incandescente in campo e sugli spalti col Tortolì rimasto in dieci al 79' per l'espulsione di Alessio D'Agostino per proteste nei confronti dell'arbitro Carla Ortu, reclamando poi all'87' sul penalty che ha portato al pareggio i sarrabesi e alla seconda espulsione - quella di Idrissi ancora per proteste - e rischiando di perdere il match negli infuocati 8' di recupero quando a Nurchi gli è stato annullato un gol per fuorigioco. Il risultato finale è identico a quello di un girone fa con Nurchi che si conferma nel tabellino dei marcatori trasformando con freddezza il rigore che, invece, all'andata Micarelli gli parò mentre a segnare il vantaggio al Fra Locci fu Martella, altro ex di lusso come Nieddu, letale come non mai in match così sentiti ed importanti.

 

Le formazioni. Senigagliesi ha diverse assenze, oltre a Onano sono ko Concas e Todde, non c'è Goio perché espulso a Gavoi e in porta fa l'esordio l'ex Castiadas Arrus, in difesa giostrano Usai, Maccioni, Chessa e Vercelli, a centrocampo Sogus e il rientrante Ezeadi con Porru e Cotza esterni, in attacco Di Fiore fa coppia Dessena mentre si rivede perlomeno in panchina Nurchi dopo l'infortunio sotto Natale col Ghilarza. Murino ripropone Budroni in difesa, ma esterno con Monni, lasciando i due centrali Alessandrì e Idrissi, in porta c'è Galasso, a centrocampo ritorna dalla squalifica Antonino D’Agostino, regista, con i giovani Serra e Orrù interni, in attacco Nieddu centravanti e sulle ali Cocco e Martella.

 

La gara. La partenza del Muravera è soft, si sente ancora sulle gambe la trasferta a Gavoi e il duro match col Taloro ma, dopo una decina di minuti, si scalda il match. Prima Cotza si prodiga in un allungo a sinistra chiuso col cross per Di Fiore anticipato dal bravo Alessandrì, poi Galasso para agevolmente il colpo di testa di Cotza su assist di Usai mentre, al 17', l'ex portiere del Porto Torres deve dire grazie al palo che respinge il diagonale preciso di Dessena messo in moto dal lungo e preciso lancio del solito Chessa. Il Tortolì fa un po' fatica a pungere, lo fa solo al 25' quando capitan Nieddu ci prova in diagonale con la palla che sfila alla destra di Arrus. Nella fase centrale del primo tempo si vedono ancora gli ogliastrini con il tiro al volo di Cocco, fuori misura, e con il cross di Budroni che Arrus strappa dalla testa di Nieddu. Ben più pericolosa è la seconda opportunità che capita sui piedi di Dessena, il mancino quartese riceve palla da Sogus e calcia dal limite ma Galasso si dimostra insuperabile. Si va al riposo consapevoli che il secondo tempo regalerà ben altre emozioni.

Nieddu saluta Arrus dopo aver tentato di beffarlo da centrocampo, Antonino D'Agostino con Nurchi e Porru ex compagni al Selargius

Nella ripresa cambia infatti la musica se non altro perché Senigagliesi fa entrare al posto di Di Fiore il tanto atteso Nurchi. Il boato che accompagna l'ingresso in campo del capocannoniere del campionato (19 gol) è di quelli che si riservano solo ai grandi giocatori. I primi minuti mostrano un Tortolì più sicuro nella manovra, sa che quanto più palla tiene meno ce l'ha l'avversario ora che schiera il suo bomber. Martella al 2' ci prova con un destro dal limite senza inquadrare lo specchio di porta. Nurchi si scalda, al 6' mette in area una pericolosa palla da destra ma Cotza viene chiuso bene da Budroni e Alessandrì. Al 9' è la volta di Ezeadi, giravolta dal limite e destro potente alto sulla traversa. Quando il Muravera sembrava stesse apparecchiando la tavola per sbloccare il match, arriva la doccia gelata. All'11', sugli sviluppi di un calcio d'angolo di D’Agostino, Idrissi fa il velo, alle sue spalle arriva Nieddu che anticipa sul tempo Chessa e batte Arrus con un destro ad incrociare. Esulta in tribuna la folta rappresentanza rossoblù, per il bomber di Villagrande è il 15esimo centro in campionato. Lo svantaggio mette pressione alla capolista che prova a rimediare subito con Nurchi, l'ex Quartu 2000 al 13' si accentra da sinistra e calcia di collo in diagonale, Galasso si tuffa e devia in angolo. Il Tortolì difende l'1-0 e arretra, Murino allora inserisce Alessio D’Agostino tecnico quanto Cocco ma più contropiedista dell'ex Nuorese visti gli spazi che si aprono in avanti. Sullo stretto, invece, deve giocare Nurchi che al 18' riceve palla nel vertice destro dell'area e scaglia un missile indirizzato all'incrocio, Galasso volo e devia la palla in angolo. I successivi 10' vedono il Muravera cercare lo sbocco in attacco con un lungo fraseggio ma la difesa ogliastrina è stretta nei suoi quattro in linea e non barcolla. Al 29' geniale giocata di Nieddu che riceve palla a centrocampo, si gira e calcia subito in porta provando a sorprendere Arrus che, conoscendo l'astuzia dell'attaccante, aveva prontamente recuperato la posizione. Mister Murino intanto si trova a gestire i crampi di Nieddu e le precarie condizioni di Budroni, alla fine la caviglia del difensore dice stop e al 34' entra Podda con Martella che arretra. Passano pochi secondi e cambia la partita. Alessio D’Agostino si invola in contropiede superando Porru, viene affiancato da Maccioni e finisce a terra al limite dell'area, l'arbitro Ortu fischia il fallo dell'attaccante ogliastrino che protesta in maniera poco ortodossa guadagnandosi la via degli spogliatoi. Con l'uomo in meno Murino schiera due linee da quattro chiedendo a Nieddu il sacrificio a destra, Senigagliesi toglie il nervoso Usai e mette dentro Augusto. Al 38' Nurchi calcia al lato una punizione che si era abilmente conquistato.

L'espulsione di Alessio D'Agostino e quella di Idrissi, mister Murino mostra il cronometro e l'ammonizione a Galasso

Il Tortolì sembra controllare le sfuriate gialloblù ma al 40', sul cross da sinistra di Vercelli, Ezeadi viene spintonato da Idrissi e cade, la palla va a Nurchi che insacca, l'arbitro fischia ma decreta il rigore ammonendo però Alessandrì estraneo all'azione incriminata. Si infuria la panchina ogliastrina, dagli spalti i tifosi rossoblù inveiscono. Dopo 2' Nurchi può battere il penalty spiazzando Galasso ed infilando il 20° gol, uguagliato il record personale della scorsa stagione (il torneo era a 16 squadre) quando mancano ancora 15 partite da giocare. Ci vogliono però altri 2' per riprendere il gioco per le prolungate proteste dei giocatori tortoliesi, cartellino rosso pure per Idrissi. Il recupero è di 5' ma il Tortolì prova con mestiere a farlo trascorrere giocando il meno possibile. La sostituzione di Nieddu (entra Vincis al 46') è lunga ed avviene proprio mentre Nurchi deve battere una punizione dalla trequarti sinistra. La palla spiove in area, Dessena tenta la spizzata di testa ma non tocca con forza, Galasso fa sfilare e poi si becca il giallo perché ritarda la ripresa. Dalla panchina c'è la protesta palese di Tuccillo, anche lui allontanato dall'arbitro Ortu. Al 4° minuto di recupero si può riprendere. Chessa da sinistra manda uno spiovente, Dessena sfiora di testa, sul rimbalzo Augusto tenta la semirovesciata ma sbuccia la palla, si avventa il falco Nurchi che mette dentro. L'urlo di gioia viene strozzato dalla bandierina sollevata e gol annullato per fuorigioco. Altri 3' supplementari di recupero nei quali Augusto prova l'accelerazione a destra, entra in area e poi calcia in diagonale con Galasso che chiude bene il primo palo. Poi al 98' arriva il triplice fischio che non placa la stizza della panchina tortoliese, testa china invece per i giocatori del Muravera che hanno speso tantissimo nella ripresa e negli ultimi minuti non riuscendo a ribaltare il match ma confermandosi all'altezza della vittoria finale. Domenica col Latte Dolce uno scontro diretto, mister Senigagliesi spera di recuperare uno tra Todde e Concas se non entrambi. Per il Tortolì c'è il match col Sanluri che, se vinto, potrebbe dare lo slancio per rientrare nella corsa ai playoff ora distante 9 lunghezze.  

Il gol annullato a Nurchi dopo la semirovesciata di Augusto

MURAVERA: Arrus, Vercelli, Maccioni, Chessa, Ezeadi, Usai (38' st Augusto), Dessena, Sogus, Di Fiore (1' st Nurchi), Cotza, Porru. A disp. Ladinetti, Aresu, Cabras, Tamba, Zugliani. All. Stefano Senigagliesi

TORTOLÌ: Galasso, Alessandrì, Monni, Serra, Budroni (34' st Podda), Idrissi, Martella, Orrù, Nieddu (46' st Vincis), Antonino D’Agostino, Cocco (16' st Alessio D’Agostino). A disp. Micarelli, Jurado, Casula, Tuccillo. All. Mariano Murino

ARBITRO: Carla Ortu di Cagliari

RETI: 11' st Nieddu, 42' st Nurchi (rig)

NOTE: Espulsi al 34' st Alessio D’Agostino, al 43' st Idrissi, al 47' st Tuccillo dalla panchina. Ammoniti: Galasso, Alessandrì, Budroni, Ezeadi. Angoli: 5-6. Recupero: 1' + 8'. Spettatori: 500 circa.

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2014/2015
Tags:
Sardegna
2 Ritorno