Salta al contenuto principale
Olbia
Van der Want para un rigore prima del pari del capitano nel recupero

Olbia d'orgoglio, pari rocambolesco con la Juve: Ragatzu e Pisano rimontano il doppio svantaggio

Con orgoglio, cuore e un pizzico di buona sorta (e bravura) l'Olbia strappa un punto in casa della Juventus al termine di una gara rocambolesca che ha visto la squadra di Filippi concedere un tempo ai bianconeri passati in vantaggio con Mokulu, il belga naturalizzato congolese ha poi raddoppiato ad inizio ripresa scatenando la reazione dei galluresi tornati in gara col rigore di Ragatzu. Van der Want tieni in piedi le speranze olbiesi parando un rigore a Oliveira e capitan Pisano completa l'opera firmando il pari in pieno recupero.

 

La gara. Il primo squillo è dell'Olbia, al 4', con il colpo di testa di Ogunseye bloccato in sicurezza da Loria. La Juve però passa al primo affondo, al 10' sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla arriva a Muratore che scodella in mezzo per la deviazione di Mokulu. I bianconeri hanno l'occasione per il raddoppio al 23' ma il tiro di Beruatto viene deviato in angolo. Stessa sorte per Toure 2' dopo e altro angolo per i padroni di casa. I bianchi rispondono con un velenoso calcio piazzato di Ragatzu al 35' con la palla che passa di poco sopra la traversa. Ad inizio ripresa l'Olbia lascia intravedere che ha cambiato spirito ma, dopo appena 4', subisce il raddoppio della Juve ancora con Mokulu che trasforma in gol il perfetto traversone di Pereira. Filippi cambia, fuori Caligara per Peralta. Al 10' i bianconeri vanno vicini al tris con il palo colpito da Pereira su punizione. L'Olbia ringrazia e cambia marcia, al 17' ha la grande occasione per accorciare ma Ogunseye, bravo ad approfittare di una disattenzione della difesa bianconera non vince il duello col portiere Loria che blocca il sinistro dell'attaccante mantovano. Filippi aumenta il peso offensivo con Ceter al posto di Biancu ma è ancora Pereira, al 27', a sfiora il gol del 3-0 con un sinistro scagliato da dentro l'area, la palla scheggia l'incrocio dei pali. I galluresi tornano in partita al 32' quando usufruiscono di un calcio di rigore per il fallo di Andersson su Ogunseye e che Ragatzu trasforma. Il fantasista di Quartu va vicino al pareggio al 35' con un bel calcio di punizione che super Loria devia in angolo. Le speranze dell'Olbia sembrano tramontare al 41' quando Pitzals commette un fallo da rigore su Oliveira che Fernandes non trasforma per la parata di Van der Want. Ancora una volta i galluresi restano in gara e al 47' trovano l'incredibile pari con la pennellata su punizione di Vallocchia per il colpo di testa di Pisano. Grande l'entusiasmo per i giocatori galluresi che agguantano così un insperato pari.

 

 

JUVENTUS U23: Loria, Del Prete (30’ pt Oliveira), Andersson, Alcibiade, Beruatto (38’ st Masciangelo), Toure, Muratore, Portanova (22’ st Fernandes), Pereira (38’ st Morelli), Olivieri (22’ st Zanimacchia), Mokulu. A disp. Del Favero, Nocchi, Bunino, Makoun, Pozzebon, Capellini, Petrelli. All. Mauro Zironelli

OLBIA: Van der Want, Pinna, Pisano, Iotti, Pitzalis, Vallocchia, Gemmi, Biancu (22’ st Ceter), Caligara (7’ st Peralta), Ragatzu, Ogunseye (38’ st Maffei). A disp. Marson, Romboli, Cotali, Dalla Bernardina, Cusumano, Muroni, Pennington, Bellodi. All. Michele Filippi

ARBITRO: Francesco Cosso di Reggio Calabria.

RETI: 10’ pt Mokulu, 3’ st Mokulu, 32’ st Ragatzu (rig), 47’ st Pisano

NOTE: Ammoniti: Olivieri, Gemmi, Oliveira. Recupero: 1’ + 4'. Spettatori: 100 circa. Al 41’ st Van der Want para un calcio di rigore a Fernandes

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
35ª giornata