Salta al contenuto principale
Roberto Piroddi il tedoforo del Tertenia dei miracoli
L'ogliastra meridionale ai nastri di partenza

Roberto Piroddi il tedoforo del Tertenia dei miracoli

Modestia, umiltà, attaccamento alla maglia del proprio paese. Concetti astratti che si calano nel concreto del personaggio. Roberto Piroddi è il capitano ventiduenne del Tertenia e, cosa ancor più curiosa, lo è già da due anni. Ottimo difensore tutto mancino e, come spesso si dice “sprecato per la seconda categoria", per tanti anni ha avuto le lusinghe di club di eccellenza e Promozione. Roberto però ha detto no. Lui, con garbo ma con fermezza, ha sempre rispedito al mittente le proposte. Tecnici, compagni di squadra, e dirigenti già a 17 anni hanno voluto consegnargli la fascia da capitano. Per la sua maturità, per la sua disponibilità, sempre pronta a dare un suggerimento o un consiglio al compagno. Senza dimenticare di aiutare concretamente i dirigenti nel gestire la società. Il tutto per la sua unica passione: giocare per la maglia del proprio paese. Due stagioni fa è stato eletto miglior calciatore ogliastrino del campionato di Seconda Categoria. Il premio gli ha fatto un piacere enorme ma non gli ha fatto montare la testa. L’umiltà è cosa sempre più rara anche nel calcio dilettantistico. Nella stagione appena trascorsa, il Tertenia ha disputato oltre al campionato di 2^ categoria, il campionato juniores e quello giovanissimi. I tesserati sono stati 113: 53 atleti della Scuola Calcio e 59 calciatori tra juniores e 1^ squadra. Il direttivo si è riunito per gettare le basi in vista dei prossimi impegni a partire dal mese di settembre, e anche quest'anno avrà alla guida il suo capitano, la sua Torre Tirrenica Roberto Piroddi. Per la prima  squadra è stato confermato l’allenatore Marcello Puddu che nella passata stagione ha svolto un ottimo lavoro e che quest’anno avrà il compito di guidare una squadra dove ci sia armonia fra i veterani e giovani promesse. La rosa è composta prevalentemente di giocatori terteniesi, con alcuni innesti mirati di ragazzi di fuori che giungeranno a Tertenia per un semplice rimborso. Lo scopo del Tertenia è quello di lanciare soprattutto i giovani del paese.

La speranza, in casa Tertenia (il paese più meridionale dell'Ogliastra), è che tutti i giocatori del paese diano la disponibilità ad allenarsi e a giocare. "Ci risulta incomprensibile che tra i tutti i calciatori del paese interpellati - raccontano in coro i dirigenti -  ce ne siano alcuni che nicchiano, e sperano di trovare qualche ingaggio faraonico ma improbabile nei paesi limitrofi. Nel momento in cui non daranno la loro disponibilità ci dovremo rivolgere a qualche giocatore "di fuori" per avere una rosa completa". L’obiettivo di stagione è quello di continuare a valorizzare i calciatori della juniores (naturale serbatoio della squadra maggiore). La prima squadra subirà una minirivoluzione. I contatti con qualche giocatore di categoria sono stati effettuati, ma andranno perfezionati a fine mese. L'obiettivo del Gs Tertenia è quello di giocare bene a calcio e far divertire i ragazzi nel pieno rispetto delle regole dettate dalla società e dal tecnico Puddu.

Gli altri campionati programmati, oltre al campionato juniores, saranno il campionato giovanissimi, primo campionato a 11 per i ragazzi che provengono dai tornei della scuola Calcio e a seguire i tornei giovanili Figc della Suola Calcio: Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti. Con l’ampio e incondizionato sostegno dell’amministrazione Comunale che con in testa il sindaco Ingegner Loddo, ha deciso di proseguire nella conduzione della società. Le cariche dirigenziali sono rimaste invariate: il Presidente sarà Pierpaolo Serra, il suo Vice Damiano Melis, il Segretario Daniele Meloni, il Cassiere Giancarlo Pilia, il Direttore Sportivo Michele Sotgia.

Per la Scuola Calcio G.S. Tertenia, quella appena trascorsa, è stata una stagione positiva. I responsabili del scuola Efisio Pilia e il Dottor Antonello Lai avranno il direttivo composto anche dai seguenti Dirigenti: Bruno Demurtas, figura storica della società insieme a i fratelli Pilia, i fratelli Armando e Ottavio Murgia, Renato Deiana, Armando Marci, Stefano Melis, Adriano Pani, Giuseppe Piroddi, Ugo Demurtas, Fulvio Muggironi, i fratelli Massimo e Giovanni Melis, Luciano Murgia, Gino Aresu, Antonio Locci, Marco Serra, Piero Ghiani, Pierpaolo Asoni, Marcello Melis, Ettore Pani, Mariano Deiana, Stefano Pisu. Per il 10° anno consecutivo al G.S. Tertenia è stato concesso il titolo di Scuola Calcio riconosciuta nella categoria Esordienti. Per i ragazzi allenati dal tecncico Pierluigi Ghiani, il successo è stato doppio. Oltre ad essersi assicurati la vittoria finale nel campionato della Delegazione Ogliastra Figc, la compagine terteniese si è laureata campione provinciale per il Torneo Far Play, superando in finale il Bari Sardo. Ha così ottenuto il diritto a partecipare alle fasi regionali disputate il 10 di giugno a Carbonia. Anche la categoria Pulcini, si è comportata molto bene. I calciatori in erba, seguiti dal tecnico Marco Serra, hanno ben figurato a livello provinciale, superando in finale i pari età del Bari Sardo, assicurandosi in tal modo la partecipazione alle finali regionali svoltesi a Cagliari nel mese di maggio. Nel raggiungere questi obbiettivi il direttivo del G.S. Tertenia deve rendere merito a tutti coloro che hanno dato un contributo alla causa. In primis le mamme dei calciatori che da 5 anni danno una mano per l’allestimento dello stand de “Su Biginau Antigu”e per la riuscita di tutte le gare dei Tornei. A partire dal ”Memorial Francesco Pilia” per concludere “A Scuola di Calcio Tertenia 2012”. I ringraziamenti vanno in assoluto all’Amministrazione Comunale al sindaco Luciano Loddo e all’assessore Paolo Bernardo, che sono sempre a fianco della dirigenza per risolvere qualsiasi tipo di problema, alla Pro Loco, alla Croce Verde e all’Avis; a tutti gli sponsor di Tertenia e non e soprattutto tutti i tifosi che da sempre sostengono il Gruppo Sportivo Tertenia.

In questo articolo
Argomenti:
Stagione:
2012/2013
Tags:
Sardegna