Salta al contenuto principale
Virgilio Perra, allenatore, Monastir
Il tecnico di Elmas lascia l'incarico dopo un mese

Il Monastir cambia ancora, Virgilio Perra ai saluti e in panchina si siede Maurizio Rinino

È durata appena un mese l'avventura di Virgilio Perra alla guida del Monastir. Chiamato dal club campidanese, e dal suo ex giocatore ai tempi dell'Atletico Calcio Matteo Zanda, nella settimana che precedeva l'esordio in Coppa Italia contro la San Marco, al posto del dimissionario Marco Cossu (leggi qui), il tecnico di Elmas ha disputato sei gare ufficiali, le due degli ottavi di finali e le quattro di campionato, tutte finite con sconfitte. L'ultima delle quali per 4-1 contro l'Arbus e che ha portato alle dimissioni con la squadra ferma a quota zero (4 gol fatti e 15 subiti). Eppure, al termine della prima uscita ufficiale di Coppa Italia, Perra si era detto ottimista per la nuova avventura, affrontata con entusiasmo alla guida di un gruppo molto giovane ma con una unità di intenti che faceva presagire anche l'apertura di un ciclo (leggi qui).

 

Il club del presidente Marco Carboni ha quindi chiamato alla guida della prima squadra Maurizio Rinino, ex calciatore del Chievo (133 presenze e 9 reti in serie C e B dal 1993 al 1998) e papà di Manuel, centrocampista classe 2001 tesserato proprio nel Monastir ed impiegato da Perra nelle gare di Coppa Italia e all'esordio in campionato a Castiadas prima di lasciare la squadra e la Sardegna per motivi di studio. Il 51enne tecnico torinese tre anni fa è stato alla guida del Quartu 2000, in Promozione, ma l'esperienza si concluse abbastanza in fretta dopo la prima giornata. Ha già diretto il primo allenamento e farà l'esordio in casa contro il Bosa.

In questo articolo
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2020/2021
Tags:
4ª giornata