Salta al contenuto principale
Graziano Mannu, allenatore, Monastir Kosmoto
«Col Calangianus una bella reazione, tre punti importantissimi»

Il Monastir vuole evitare pericolose code, Mannu: «Il destino è nelle nostre mani, proveremo a vincere con lo Stintino, meritiamo la salvezza»

All'ultimo respiro ma col vantaggio di partire davanti al Taloro nella gara conclusiva della stagione regolare. Il Monastir ha battuto il Calangianus al termine di un finale di gara convulso ed emozionante, ha operato il sorpasso sui gavoesi che non sono andati oltre lo 0-0 a Castiadas ma devono ora affrontare un grande scoglio rappresentato dallo Stintino in cerca della semifinale playoff in casa. Il tecnico Graziano Mannu è pronto alla sfida conclusiva: «Ci saranno altri 90' di passione, sapevamo sin dall'inizio che la salvezza si sarebbe giocata all'ultima giornata, proveremo a tirar fuori il massimo dalla gara di Stintino per raggiungere un traguardo che il Monastir merita». Trasferta difficilissima ma l'allenatore trova un vantaggio: «Quello di non dover aspettare i risultati dagli altri campi, il destino è nelle nostre mani. Ci giochiamo tutto con la squadra di Udassi sapendo anche che il Taloro incontrerà un Guspini motivato e tra le squadre più in forma del campionato, non credo che vadano lì per perdere la partita».

L'ex allenatore del Ghilarza pensa positivo e non vede la gara col Calangianus un anticipo playout: «Noi andremo a vincere a Stintino e non prevediamo altre soluzioni». Così sul match contro i galluresi: «Abbiamo fatto la partita e potevamo sbloccarla prima; dopo che siamo passati in vantaggio siamo stati un po' ingenui a subire il pareggio perdendo palla da un fallo laterale a nostro favore, un gol che abbiamo contestato anche perché qualche giocatore del Calangianus ha confermato che la palla non era entrata, ha toccata la traversa rimbalzando in campo e neanche sulla linea. Siamo stati comunque bravi negli ultimi minuti a ribaltare la partita, la squadra ci ha creduto ed è viva e così portiamo a casa tre punti importantissimi. Mi è piaciuta la reazione dopo aver subito il pari che avrebbe potuto portare alla disperazione. Questa risposta mi ha dato grandi soddisfazioni. Sul gol del 2-1, è stato bravo Emiliano Melis, ha giocato d'astuzia ed esperienza per permettere ad Atzori la battuta a rete. È stato determinante tenere in campo un giocatore importante come lui».

In questo articolo
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
14 Ritorno