Salta al contenuto principale
Francesco Loi, allenatore, Muravera
«Voglio praticità e risultati, riscattato il 4-0 con la Turris»

Il Muravera bada al sodo, Loi: «Con l'Arzachena risposta da uomini, l'estetica la vedremo dopo aver fatto 42 punti»

Il Muravera doveva dare una risposta a quel 4-0 in casa della Turris che, per di più, aveva colpito anche 4 legni. Contro l'Arzachena è arrivata una vittoria per 2-1, con un finale in bilico benché gli avversari fossero con l'uomo in meno. Il tecnico Francesco Loi è piaciuta la prova fornita dai suoi: «La settimana scorsa, e anche prima della partita, sono stato abbastanza duro con i ragazzi, che hanno risposto da uomini riscattando la pessima prova. Hanno fatto una gran partita di attenzione, con la giusta cattiveria e determinazione avendo molta presenza fisica e aggressività. Contava solo il risultato, una squadra come il Muravera l'estetica la deve guardare il giorno dopo che riuscirà a fare 42 punti in serie D, non prima. Sono un allenatore che vuole praticità e risultati. Ora dobbiamo essere bravi a leggere le vittorie in modo tale da non sbagliare la domenica successiva. L'Arzachena mi ha fatto un'ottima impressione, molto forte fisicamente, ha i concetti di gioco definiti, paga il ritardo nella preparazione ma uscirà dai bassifondi della classifica».

Il mister dei sarrabesi spiega cosa non è andato nella trasferta campana: «Se perdi in casa della Turris, che ha un budget sette volte superiore al nostro e ha giocatori di una categoria superiori, ci sta ma non lasciando in campo la dignità. Io non sono arrabbiato per il 4-0 ma per la sconfitta arrivata senza lottare e senza aver preso un cartellino». Domenica altro derby saerdo, in casa della Torres: «Uno squadrone, che gioca molto bene, in uno stadio importante e contro una squadra che ha un nome importanti. Noi ci andremo piccolini come se stessimo arrivando dal 4-0 di Portici».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2019/2020
Tags:
9ª giornata