Salta al contenuto principale
Giacomo Chessa, difensore, Muravera
Il successo dei sarrabesi condanna la Torres, il 21 la sfida in Gallura

Il Muravera scongiura le ipotesi retrocessione e spareggio, vince a Ostia grazie a un gol di Chessa e si assicura il playout col San Teodoro

Una rete del capitano per scongiurare il pericolo spareggio. Il Muravera vince a Ostia grazie al gol su punizione di Giacomo Chessa e condanna la Torres alla retrocessione accedendo direttamente al playout da giocare in casa del San Teodoro il prossimo 21 marzo. I lidensi, invece, conservano la quarta posizione saranno di scena a Rieti domenica prossima per la semifinale playoff. I sarrabesi sono riusciti nell'impresa di violare l'Anco Marzio come solo il Rieti in stagione aveva fatto, di sicuro hanno contato le motivazioni forti della squadra del suo Franco-Concas e probabilmente anche l'aver lasciato a riposo, da parte di mister Greco, i diffidati (D’Astolfo, Ferrari, Roberti, più Attili utilizzato negli ultimi 25' di gara) in vista della sfida secca di playoff. Ma è stata gara vera con i viola che hanno cercato il vantaggio e sfiorato il pareggio all'ultimo assalto con il palo colpito da Vano nel recupero. Il Muravera un anno fa ottenne in casa dei lidensi la salvezza diretta all'ultima giornata, questa volta evita la retrocessione diretta e un complicato spareggio per non andare in Eccellenza ma dovrà comunque misurarsi col San Teodoro in un derby playout con un risultato: vincere.

 

La gara. Greco deve rivedere alcune posizioni viste le defezioni e sceglie il portiere "senior" Barrago protetto da Belardelli, Martorelli, Piroli e Colantoni, a centrocampo Calveri, Bellini e Catese, in attacco Coco, Vano e Passamonti. Franco e Concas non hanno l'infortunato Pinna e mettono Arrus tra i pali, Satta, Bruno Chessa e Falchi in difesa, Sogus e Dessena in mediana, con Legname, Suraji e Usai dietro Nurchi in attacco. L'inizio dell'Ostia è importante perché nei primi minuti Vano e Catese tengono impegnata la difesa gialloblù, poi al 10' Passamonti colpisce il palo con Arrus fuori causa. Il Muravera non ha altre alternative alla vittoria e cresce di tono e nella parte centrale prima Satta e poi Sogus cercano la via del gol. Che non arriva fino al duplice fischio per il riposo. Con la Torres che pareggia ai sarrabesi sta bene lo 0-0 ma è pericoloso mentre i lidensi scalano al quinto per il vantaggio del L'Aquila sul Latte Dolce. La ripresa si apre sulla falsariga della fine del primo tempo, il Muravera vuole il gol e lo trova su palla inattiva, il capitano Chessa su punizione manda la palla nell'angolo dove Barrago non ci arriva. Greco cambia qualcosa con gli ingressi di Vecchiotti e Attili ma è il Muravera a sfiorare ripetutamente il gol del ko, Barrago è decisivo sui tentativi di Legname da distanza ravvicinata su azione di Sogus al 24', poi è Satta a calciare alto al 32' dopo una lunga cavalcata e, infine, Nurchi al 46' quando impegna Barrago in diagonale. Nel frattempo i gialloblù avevano capito che il vantaggio minimo andava difeso coi denti anche perché Passamonti in diagonale aveva sfiorato la rete al 39'. Con gli ingressi di Achenza prima, e Massessi poi i sarrabesi serrano le fila, nel recupero arriva la ghiotta occasioni per l'Ostia di pareggiare ma Vano, su assist di Colantoni, colpisce in pieno il palo con un colpo di testa. Inutili gli ultimi assalti con il portiere Barrago a saltare in area avversaria. Il Muravera porta a casa un'importantissima vittoria che lascia ancora aperta la strada per la salvezza. Domenica 21 maggio a San Teodoro dovrà vincere come ha fatto una settimana fa col Lanusei e ora con l'Ostia.

 

OSTIAMARE: Barrago, Belardelli, Colantoni, Bellini, Martorelli (18’ st Vecchiotti), Piroli, Coco (11’ st Dioguardi), Calveri, Vano, Catese (21’ st Attili), Passamonti. A disp. Quattrotto, Pedone, D’Astolfo, Ferrari, Olivetti, Roberti. All. Alfonso Greco. 

MURAVERA: Arrus, Legname (27’ st Achenza), Falchi, Sogus, Chessa, Bruno, Usai (42’ st Massessi), Satta, Nurchi, Dessena, Suraji. A disp. Accinelli, Madeddu, Illario, Monni, Porru, Pinna, Concas. All. Alessandro Franco. 

ARBITRO: Fabiano di Bologna.  

RETI: 17’ st Chessa.

NOTE: Ammoniti: Catese, Legname. Recupero: 1' + 4'. Spettatori: 300 circa.

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
17 Ritorno
Girone G