Salta al contenuto principale
L'Olbia vola con Mastinu, il Budoni affossa il Selargius, pari indigesti per Arzachena e Nuorese
I bianchi vedono i playoff, derby senza sorprese

L'Olbia vola con Mastinu, il Budoni affossa il Selargius, pari indigesti per Arzachena e Nuorese

L'Olbia continua il volo, il Budoni strapazza il Selargius nel derby mentre Arzachena e Nuorese non vanno oltre un pari casalingo subito in rimonta. La 27esima giornata lascia una sola sconfitta tra le 5 squadre sarde anche perché arrivata nell'unico derby di giornata. La classifica dice che i bianchi di Biagioni sono ancora in corsa per un posto playoff, mentre le squadre di Giorico e Cerbone si avvicinano ai traguardi salvezza, obiettivo massimo per una Nuorese incapace di fare l'allungo nel momento topico della stagione. 

 

OLBIA 1905-PALESTRINA 2-1

Due gol-fotocopia, come esecuzione e nei minuti di gioco. I bianchi ottengono la quinta vittoria di fila grazie alla doppietta del sempre più decisivo Mastinu a segno con due fendenti mancini al primo minuto delle due frazioni di gioco, sfruttando l'erba resa scivolosa dall'acqua e la presa difettosa del portiere Palombo. Una vittoria non limpidissima ma importante perché il Palestrina è rimasto in dieci per un'ora (espulso Bosi), ha rischiato di prendere la terza rete sempre con Mastinu (colpo di testa e traversa scheggiata) ma ha riaperto il match a 10' dal termine con il tiro di Fabio Ceccarelli non trattenuto da Saraò. Qualche apprensione nel finale ma pochi rischi per i tre punti che portano la squadra di Biagioni a giocarsi il lasciapassare per i playoff nel derby di sabato a Nuoro senza però gli squalificati Molino e Masia. Nel dopogara il presidente Scanu si è scagliato contro una parte della tifoseria troppo critica nei confronti di alcuni giocatori proprio in una fase del campionato che sta invece dando belle soddisfazioni. 

 

NUORESE-ISOLA LIRI 2-2

Un primo tempo giocato molto bene e chiuso in vantaggio, una ripresa con poche idee e sprint contro un avversario ridotto in dieci per gli ultimi 25' di gara per l'espulsione di Gentile. I verdazzurri perdono il treno per lanciarsi verso la zona playoff e la doppietta dell'Isola Liri con Basilico, che pareggia i gol di Cappai (su rigore) e di Bossa (su angolo), mette a rischio la posizione del tecnico Guglielmo Bacci fattasi traballante già dopo la sconfitta di una settimana fa a Genzano. Tutte controindicazioni verso il derby di sabato con l'Olbia che verrà giocata senza centrali di ruolo visti gli infortuni di Boi e Frongia e la squalifica di Bossa. Nella mattinata di lunedì il club barbaricino ha comunicato le dimissioni di mister Bacci e il ritorno sulla panchina di Marco Mariotti che aveva lasciato i verdazzurri dopo 6 giornate.

 

Chelo (Selargius) chiuso da De Rosa (Budoni)ARZACHENA-ASTREA 1-1

Smeraldini double face e perciò con un solo punto in tasca. Eppure il primo tempo era stato convincente con il gol meritato di Spina (4° stagionale) e il raddoppio sfiorato da Cicino e Branicki. Nella ripresa una disattenzione difensiva permette a Giuntoli di pareggiare ma l'ormai svanita determinazione dei biancoverdi non dà spazio ad altri sorpassi e la gara si chiude pure con l'espulsione di Delrio. Un vero peccato perché la vittoria avrebbe avuto il sapore di salvezza anticipata che invece la squadra di Giorico dovrà conquistare nei prossimi tre scontri diretti contro Palestrina, Anziolavinio e Isola Liri. 

 

SELARGIUS-BUDONI 1-4

Punteggio severo ma, alla fine, giusto per i reali valori in campo. I rimaneggiati cagliaritani di Zeman sorprendono gli avversari per mezzora meritando ampiamente la rete del vantaggio con il bravissimo Riccardo Sanna, poi il Budoni si sveglia e decide che deve giocare ribaltando il match in 3' col rigore messo a segno da Villa e il fendente del sorpasso di Salvini. Nella ripresa l'espulsione di Danieli all'8' è la fine per il Selargius che non capitola per le belle parate di Forzati, arresosi solo negli ultimi minuti ai gol di Villa e Fontanella. I galluresi di Cerbone fanno un allungo importante verso la salvezza, per i biancorossi la lotta è per conservare il miglior piazzamento nella griglia dei playout con la speranza di recuperare quanti più effettivi possibile.

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2014/2015
Tags:
Sardegna
10 Ritorno
Girone G

Archivio articoli in evidenza