Salta al contenuto principale
Arzachena, Sanna si sblocca dopo 9 gare: «Finalmente, un gol che dà morale e fiducia»
Mister Giorico: «Col Trastevere vittoria meritata»

Arzachena, Sanna si sblocca dopo 9 gare: «Finalmente, un gol che dà morale e fiducia»

L'Arzachena voleva cancellare immediatamente la beffa in casa della Torres, una sconfitta maturata negli ultimi 5' di gara. E così è stato con il Trastevere piegato da un rigore di Andrea Sanna anche se il punteggio poteva essere più rotondo se si fosse concretizzato qualche contropiede di più. «Non era facile ritornare subito alla vittoria - dice il tecnico Mauro Giorico ai microfoni del canale ufficiale del club - Aver perso una partita al 95' qualche segno lo lascia però i ragazzi sono stati bravi ad interpretare bene la gara, sbloccata subito con Sanna. Abbiamo sicuramente meritato la vittoria per il gran numero di occasioni create, quando poi non chiudi le gare è normale che qualche apprensione ci sia ma va bene così, faccio i complimenti ai ragazzi e dobbiamo continuare così». Senza lo squalificato Branicki e l'infortunato Boi tanti cambi tattici compreso quello dell'innesto in porta di Sordi, classe '95. «Scegliere di lasciare fuori Ruzittu - ammette Giorico - dopo l'ottima prestazione di domenica scorsa fa male, lui sa che non ha giocato non per demerito, ma per provare a vincere dovevamo avere qualcosa in più in mezzo al campo, che c'è stata mettendo dentro tre senior con il solo Illario a fungere un po' da trequartista». Domenica prossima il derby a Nuoro: «Troviamo una squadra che vorrà vincere ma noi ci giocheremo cercando un risultato positivo».

 

Andrea Sanna ha segnato l'11° gol in campionatoPer Andrea Sanna il gol è come una liberazione dopo la lunga astinenza: «Finalmente a segno, 9 partite senza segnare sono tante per me e anche la squadra ne ha risentito. Sebbene sia arrivato su calcio di rigore è un gol che dà morale e fiducia, speriamo ora di fare una bella striscia positiva». Non c'era Branicki ma Tozzi è andato bene: «Si è sacrificato bene al serivzio della squadra e al mio, mi ha dato meno compiti difensivi, poi è chiaro che qualcosa paghi in zona offensiva». Terzo posto e classifica sempre positiva: «Ci piace stare in alto, finché dura ci stiamo e se siamo lì a questo punto del campionato vuol dire che ce lo meritiamo». Marco Sordi, come sempre, si è fatto trovare pronto alla chiamata di mister Giorico: «Penso di aver risposto presente, sono contento perché era una partita molto importante, visto come era arrivata la sconfitta contro la Torres. Volevamo fare bene e vincere a tutti i costi, infatti si è visto in campo che non abbiamo mollato di un centimetro. Nel secondo tempo abbiamo rischiato un po' di più ma siamo riusciti a tenere il risultato, abbiamo avuto anche qualche occasione per poterla chiudere». Per il portiere aostano cresciuto nel Torino è positiva l'avventura ad Arzachena: «Sto maturando, non è semplice non giocare o farlo dopo qualche gara, ma Ruzittu è un gran portiere e non posso che prendere il lato positivo di questa esperienza».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2015/2016
Tags:
Sardegna
7 Ritorno
Girone G

Archivio articoli in evidenza