Salta al contenuto principale
Iacopo Damiano, difensore, Guspini
Al Calangianus lo scontro col Valledoria, vola il Guspini

Il Castiadas continua a vincere e fa perdere le tracce, il Sorso piomba sulle vice-capolista Stintino e Atletico Uri, la Torres rientra nei playoff con vista al 2° posto

Il Castiadas senza freni in picchiata verso la serie D. I sarrabesi calano il tris a Ghilarza e aumentano il vantaggio sulle inseguitrici di altri due punti, portando a +13, dopo il pareggio a reti inviolate nell'anticipo del sabato tra Stintino e Atletico Uri. Al secondo posto si crea un terzetto perché piomba il Sorso, vittorioso nello scontro diretto col Samassi, salendo a quota 39 e portandosi dietro la Torres che fa di nuovo ingresso trionfale nei playoff a tre lunghezze dalle altre squadre sassaresi. Il Muravera dà segni di cedimenti con la seconda sconfitta di fila in casa, dando via libera alla Ferrini che si sta mangiando le mani per aver perso il recupero in casa contro l'Orrolese (senza ricordare che nella penultima trasferta vinceva 3-1 in casa dello Stintino). Il Tonara sta facendo i passi giusti verso la salvezza pareggiando fuori casa gli scontri diretti, dopo Guspini impatta anche a Orroli. In coda importante successo del Calangianus che ricaccia indietro l'avanzata del Valledoria e agguanta il Taloro ma è impressionante la marcia del Guspini che si impone d'autorità a Monastir con un secco 3-0 uscendo dopo tanti mesi dalla zona playout.

 

GHILARZA-CASTIADAS 0-3

Marcia inarrestabile per un Castiadas sempre sul pezzo in ogni condizioni e campo. Sul manto erboso di Ghilarza la squadra di Pinna ci mette la tecnica per risolvere un match non facile sulla carta. I biancoverdi lavorano al fianco l'avversario con i tentativi di Mesina (tiro rimpallato e gol annullato per fuorigioco) e Boi (palo) per poi sbloccare la gara prima del riposo con il colpo di testa di Figos su perfetto cross di Contu, bissando la combinazione già vista col Sorso. Ad inizio il colpo del ko con il collo esterno destro di Cordeddu per il classico gol dell'ex, tra l'altro con la fascia di capitano vista l'assenza di Carrus. Lo stesso esterno si rende protagonista del cross dal quale nasce il terzo gol, protagonista ancora Figos che aggiorna il suo incredibile score in biancoverde: 9 gol in 9 partite. L'ex Tortolì sta diventando il sigillo di garanzia per la serie D. I guilcerini dovranno cercare punti su campo di Terralba dovendo gestire gli infortuni di Stocchino (17' di gara) e Atzei (in panchina per numero).

 

STINTINO-ATLETICO URI 0-0

L'anticipo del sabato ha detto che la vittoria è la perfetta sconosciuta in queste sfide. Arriva il quarto pareggio e lo 0-0 è merito di Secchi, portiere dello Stintino che para il calcio di rigore a Puddu e sbarra la strada a Mura e Cuccu mentre l'Atletico Uri rischia sui tentativi fuori misura di Carboni e Ferreira. Il punti permette ad entrambe di muovere la classifica e confermare la propria candidatura nei playoff nonostante il prevedibile ritorno della Torres e del Sorso, che però ha stoppato la minaccia del Samassi

 

SORSO 1930-SAMASSI 2-0

Il Sorso c'è e sarà protagonista nel finale di stagione per conquistare la migliore posizione in classifica, questo ha detto la sfida contro il Samassi che puntava anche al sorpasso in classifica. La squadra di Scotto ha dato una bella risposta al momento sfortunato, costellato dalle tante assenze e dal punto conquistato in tre gare, sia sul piano del gioco che della determinazione. Il primo tempo ha visto Manis evitare il gol sul diagonale di Falchi ma nulla ha potuto sul rete che ha sbloccato il match del difensore Gutierrez. Nella ripresa ci provano prima Altea e poi Angheleddu ma i portieri Manis e Cherchi sono attenti, poi arriva la perla del bomber Pulina con un pallonetto da trenta metri all'incrocio dei pali. La squadra di Busanca reagisce ma mancano le soluzioni anche per le assenze di Frongia in difesa (ha arretrato Angheleddu) e Placentino in fascia (Illario largo con Argiolas in mezzo). I mediocampidanesi escono dai playoff ma con la possibilità di rientrarci subito nello scontro diretto con la Torres. 

 

TORRES-TALORO GAVOI 6-0

La Torres fa ciò che mai gli è riuscito di fare al Vanni Sanna: creare tanto e segnare molto anche senza lo squalificato Spinola. Sei reti al Taloro la dicono lunga sulla forza e l'impeto messo in campo dai ragazzi di Tortora sebbene la gara resti in equilibrio nel primo tempo: sblocca subito Chelo, al primo gol in rossoblù, che insacca di prepotenza col sinistro dopo un rimpallo sull'angolo battuto da Mannoni. I gavoesi rispondono con il diagonale da fuori di Delussu deviato da Pinna in angolo, col portiere rossoblù che poi salva sulla deviazione di Falchi susseguente al tiro dalla bandierina. Mancato il pareggio arriva il raddoppio di Diouf, di testa, con palla a fil di palo su spizzata di Chelo. Il Taloro spreca l'opportunità di rientrare in gara con Falchi che calcia alle stelle il rigore del possibile 2-1. Nella ripresa dilagano i sassaresi prima con Chessa e poi con Piga su cross da entrambe le fasce, poi Diouf firma la doppietta evitando l'uscita di Tilocca sul lancio di Sarritzu il quale chiude i conti con un siluro dal limite dell'area. Per i rossoblù di Tortora c'è l'esame Samassi: una vittoria per insidiare il terzetto di seconde, un pareggio per evitare il contro-sorpasso dei mediocampidanesi al quinto posto. 

 

MURAVERA-FERRINI 2-4

Quarto match stagionale, anche questo ricco di gol, ma che vede prevalere per la prima volta la Ferrini sul Muravera. Nei tre strappi di gara due li hanno fatti i cagliaritani e così si portano a casa tre punti preziosi. Nel primo tempo, dopo i tentativi di Nieddu e Fabio Argiolas (ottime risposte di Canalis e Floris) ecco che Podda sblocca la gara con una bella incornata, prima del riposo Fabio Argiolas trasforma un rigore generoso concesso dall'arbitro Selva. Nella ripresa la reazione dei sarrabesi, Satta riapre i giochi con un diagonale e poi Nieddu firma il pareggio ma qui accade l'imponderabile: la squadra che rimonta va in superiorità numerica per l'espulsione di Fiori ma sono i ragazzi di Giordano a fare il colpaccio su palla inattiva con Podda (doppietta e quota 11 nella classifica marcatori) e Medda (direttamente su calcio piazzato). Per i gialloblù di Oliviera una pericolosa battuta d'arresto che potrebbe compromettere la corsa verso i playoff.

 

MONASTIR-GUSPINI TERRALBA 0-3

Uno scontro diretto senza storia. Il Monastir assiste al monologo del Guspini che mette in campo, organizzazione tattica, corsa e giocate di qualità con i quattro attaccanti. Per i mediocampidanesi fioccano da subito le occasioni e Uliana sblocca al 16' con un perentorio colpo di testa in terzo tempo, poi Zanda sventa sul diagonale di Fabio Floris. Il Monastir si vede con due cross insidiosi da destra di Anedda, bravo Ibba nelle chiusure. Zanda evita il raddoppio deviando sulla traversa il colpo di testa di Viani, a Marci viene annullato un gol regolare (Ruggiero lo tiene in gioco) su assist di Viani e ancora Zanda salva in angolo su Luca Floris ma nulla può contro l'ex Damiano sugli sviluppi del conseguente angolo. Prima del riposo ancora Damiano e Marci mancano il tap-in sottoporta sull'angolo di Corona. Neanche l'intervallo rinvigorisce il Monastir rinforzato dall'innesto di Cacciuto. Il classe 2000 Luca Floris firma il 3-0 nonché la terza rete personale in cinque gare dopo il passaggio dalla Primavera del Cagliari. A Marci viene annullato un altro gol per fuorigioco mentre Viani scheggia la traversa ma sarebbe stato troppo per un Monastir che deve archiviare velocemente la sbandata per riprendere il suo bel cammino iniziato sotto Natale. Il Guspini targato Marco Piras viaggia a ritmo playoff con 18 punti in 9 gare.

 

CALANGIANUS-VALLEDORIA 2-1

La vittoria al momento giusto. Dopo due mesi il Calangianus riassapora il gusto dei tre punti battendo di misura e in rimonta un Valledoria pronto al sorpasso dopo le ultime vittorie casalinghe. Il proposito dei doriani prende corpo a metà primo tempo quando l'argentino D'Amico sorprende Thiam per il gol del vantaggio, fortuna per i giallorossi è che c'è l'ispirato Senes pronto a fulminare Deliperi sulla verticalizzazione di Tabares appena prima del riposo. A metà ripresa i gol-partita è ancora di Senes che approfitta di una indecisione della difesa avversaria. Il finale incandescente porta tre cartellini rossi, uno destinato a Catalano per i padroni di casa e due a Greco e Deliperi per gli anglonesi: il primo salterà la trasferta a Cagliari contro la Ferrini, gli altri due il match interno contro lo Stintino. I giallorossi di Addis agguantano a quota 21 il Taloro e lasciano 4 punti dietro i ragazzi di Ventricini.

 

ORROLESE-TONARA 1-1

Sfuma negli ultimi minuti la prima vittoria interna del 2018 dell'Orrolese, tornato a sperare nella salvezza dopo la bella vittoria nel recupero di dieci giorni fa in casa della Ferrini. Il Tonara trova il guizzo con Cocco a 8' dal termine e ottiene un pari rassicurante per portare a 6 lunghezze la distanza dai playout. Il primo tempo è stato caratterizzato dal vantaggio dei sarcidanesi su rigore con Podda dopo che il portiere Piroddi si opponeva al tentativo di Usai, prima del riposo Calaresu fallisce il pareggio. I ragazzi di Zottoli continuano a non darsi per vinti e battagliare in ogni gara per conquistare almeno la sfida playout memori di quanto fatto l'anno scorso. I barbaricini di Tonara fanno il bis del pareggio dopo Guspini e mantengono una classifica rassicurante in vista del doppio impegno in Coppa Italia contro l'Unipomezia del 21 e 28 febbraio.      

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
7 Ritorno

Archivio articoli in evidenza